NEWS

Omaggio alle Peugeot vincitrici a Indianapolis

28 maggio 2016

La Peugeot L500 R HYbrid vuole ricordare le vetture della casa francese che vinsero per tre volte la 500 Miglia di Indianapolis.

Omaggio alle Peugeot vincitrici a Indianapolis

CONCEPT OMAGGIO A UN MITO - Sono molto rare le concept car fuori dai saloni. La Peugeot però ha voluto fare un’eccezione realizzando la L500 R HYbrid, concept ispirata alla 500 Miglia di Indianapolis e in particolare alle tre vittorie che la Peugeot conquistò nel 1913 (pilota Jules Goux), 1916 (Dario Resta) e 1919 (Howard Wilcox) sul circuito americano. I progettisti della Peugeot L500 R Hybrid hanno lavorato dandosi come riferimento la monoposto L45 (laddove 45 sintizzava la cilindrata del motore di 4.5 litri, 4 cilindri a 4 valvole per cilindri). Nel lavoro futuribile non mancano però gli elementi tratti dalla produzione attuale della Peugeot. Per esempio, davanti c’è l’elemento luminoso derivato dalla nuova Peugeot 3008, così come la livrea bicolore blu e nera (il blu è lo stesso della L45 di Indianapolis) per esplicitare la motorizzazione ibrida.

QUASI UN AEREO - La linea della Peugeot L500 R HYbrid è da coupé ipersportiva, con le ruote di grandi dimensioni che danno vita a un’immagine insolita per l’abbinamento con l’altezza molto contenuta del corpo vettura (meno di un metro, tanto che le superfici vetrate laterali sono quasi simboliche). Sulle fiancate si fanno notare due profonde scalfature che conferiscono nerbo e grinta all’insieme. Quanto al frontale, l’impatto visivo è di grande efficacia per grintosità, grazie alle grandi prese d’aria laterali, ai citati fregi luminosi “ex 3008” e soprattutto agli elementi in rosso che conferiscono una singolare personalità alla vettura. Infine, dietro la carrozzeria è conclusa con una forma che evoca gli aerei da caccia, in una ricerca estrema di immagine aerodinamica.

INTERNO DA… PILOTAGGIO - Il cockpit della Peugeot L500 R HYbrid (non si può parlare di abitacolo), è quanto di più sportivo e moderno si possa immaginare, per design e per funzionalità, con comandi elettronici e soluzioni tratte dall’iCockpit lanciato recentemente dalla Peugeot. Su tutto si evidenzia il volante, che non ha la tradizionale forma circolare ma esaspera quella particolare delle vetture da corsa. Sotto la “pelle” in fibra di carbonio, c’è la meccanica derivata da quella della 308 HYbrid plug in, con motore a benzina da 270 CV abbinato a due propulsori elettrici (collocati uno davanti e uno dietro), per un totale di potenza fruibile di 500 CV, con coppia massima di 730 Nm. Abbinato al peso contenuto di appena 1.000 kg, tutto ciò consente alla L500 R HYbrid di accelerare da 0 a 100 km/h in 2,5 secondi, e percorrere il chilometro con partenze da fermo in 19 secondi.

Aggiungi un commento
Ritratto di orsogol
30 maggio 2016 - 12:00
1
Quando vincerà qualche gara potrà suscitare il mio interesse. Così è solo un'ennesima concept, tanto per spendere un po' di soldi a vuoto.
Ritratto di caronte
25 settembre 2016 - 11:34
Wow che auto.