NEWS

Zero alcol per gli “under 21”: partecipa al nostro sondaggio

29 luglio 2010

Il nuovo Codice della Strada prescrive il divieto di assumere alcolici per chi ha la patente da meno di 3 anni. Oltre il 30% degli incidenti mortali sono causati dall'abuso di alcol e nel 36% dei casi sono coinvolti dei “giovanissimi”. Voi cosa ne pensate?

NIENTE ALCOL - Secondo quanto riporta uno studio condotto dalla compagnia assicuratrice Axa, il 74% degli automobilisti italiani è favorevole a vietare l'uso di alcol per tutti gli automobilisti più giovani, quelli con un'età inferiore ai 21 anni. Un'opinione che appoggia una delle novità più importanti del nuovo Codice della Strada: zero alcol per chi si mette alla guida e ha conseguito la patente da meno di 3 anni.

CONSEGUENZE SOTTOVALUTATE - Inoltre, gli automobilisti interpellati (800 italiani in totale, tutti maggiorenni, patentati ed equamente divisi tra uomini e donne) si sono dichiarati favorevoli ad introdurre pene più severe, fino a 15 anni di reclusione, per chi, guidando in stato di ebbrezza si rende responsabile di incidenti mortali. Rispetto ad altri Paesi europei (Belgio, Francia, Gran Bretagna, Irlanda del Nord, Repubblica d’Irlanda, Lussemburgo, Portogallo, Spagna e Svizzera) dove è stato condotto il medesimo studio, gli italiani tendono a sottovalutare i rischi derivanti dal mettersi alla guida dopo aver bevuto più di due drinks: il 64% degli intervistati ne ha sottolineato il pericolo, contro una media europea del 77%.

NUMERI PESANTI - Secondo le stime dell'Istituto Superiore di Sanità, circa il 30% degli incidenti sono causati dall'abuso di alcol. Un dato allarmante se si considera che a farne maggior uso sono solitamente i giovani, che rappresentano anche oltre 36% dei morti sulle strade nei fine settimana dei primi quattro mesi del 2010.

Consumo di alcol nel 2009
 Fascia di età 14-17 18-24 25-44
    UOMINI  
nell'anno 45,9% 79,7% 86%
tutti i giorni 4,1% 16,2% 34,8%
occasionalmente 41,8% 63,4% 51,3%
fuori pasto 20,4% 49,9% 45,5%
    DONNE  
nell'anno 36,5% 61,4% 64,3%
tutti i giorni 1,2% 3,6% 10,2%
occasionalmente 35,3% 57,8% 54,2%
fuori pasto 17,4% 32,9% 22,3%
    TOTALE  
nell'anno 41,3% 70,8% 75,2%
tutti i giorni 2,7% 10,1% 22,5%
occasionalmente 38,6% 60,7% 52,7%
fuori pasto 18,9% 41,6% 34%


TANTI GIOVANI
- Stando ai dati Istat riferiti al 2009, oltre i 70% dei giovani con età compresa tra i 18 e i 24 anni assumono dell'alcol nel corso di un anno e, se per il 60% è un consumo occasionale, un 10% beve abitualmente tutti i giorni. Un valore che nell'età compresa compresa tra i 25 i 44 anni, cresce a 22,5%: praticamente una persona su quattro. Nella tabella (sopra)  riportiamo i dati Istat, espressi in percentuale, relativi al consumo di bevande alcoliche nei soggetti tra i 14 e i 44 anni suddivisi per fasce d'età, sesso e frequenza di consumo (annuale, giornaliera, occasionale, fuori pasto).

No alcol per chi ha la patente da meno di 3 anni. Sei d'accordo?
74%
  • 74%
  • No
    26%

Aggiungi un commento
Ritratto di hotdog
29 luglio 2010 - 17:04
Come sempre mi sembra che si voglia colpevolizzare i giovani e basta. forse più che questo proibizionismo bisognerebbe educare e creare servizi che permettano di non usare le auto. servizi navetta fuori dalle discoteche...e mezzi pubblici anche a tarda notte nelle città! quanta gente che esce dai banchetti domenicali sarebbe in grado di superare l'alcol test? nessuno...e non solo i giovani. O si decide che chi guida, a prescindere dall'età, non deve assumere alcol oppure si devono fare regole più ragionevoli. Permettere a tutti di bere, alzare l'attuale tasso alcolemico di 0,5 troppo basso (bastano due bicchieri di vino per superarlo) e fare controlli più severe che pene vere! Chi causa incidenti non è che ha un tasso di 0,6... lo avrà almeno del triplo! togliamogli la patente per un anno e vediamo se non ci pensa su prima di bere troppo la prossima volta!
Ritratto di sandrino91
29 luglio 2010 - 17:20
concordo con te hotdog
Ritratto di Bramante
29 luglio 2010 - 17:31
Se uno si reca a cena con degli amici, una tantum, o partecipa ad una qualsiasi festa non potrà più serenamente concedersi un buon bicchiere di rosso o di bianco!! E' chiaro che se ci si deve mettere al volante dopo questi eventi non si deve esagerare, ma adesso si ha la paura di superare la soglia consentita anche con poco alcol, infatti credo che la risposta all'esame dell'etilometro può essere individuale!! Un altro piccolo piacere tolto!!
Ritratto di paparoach
29 luglio 2010 - 18:01
A mio parere, i carabinieri e le altre istituzioni dovrebbero controllare di più e le sanzioni per chi supera i limiti dovrebbero essere più severe!!!!! magari con la sospensione della patente o con il ritiro della patente!!! in caso di incidente la patente dovrebbe essere ritirata senza possibilità di riaverla in poche parole ritirarla a vita.
Ritratto di maverick1980
29 luglio 2010 - 18:20
il fatto che uno abbia o meno la patente da 3 anni non centra niente!se uno è ubriaco fradicio è pericoloso per gli altri sia che abbia meno di 3 anni di esperienza di guida o viceversa!al volante zero alcool per tutti come i camionisti.
Ritratto di Albertw
29 luglio 2010 - 19:45
è una caga.ta! una birra media non crea nessun problema! xk impedirla?
Ritratto di osmica
30 luglio 2010 - 09:37
Colpevolizziamo i giovani! Senza fare alcuna distinzione! Ma qualche settimana fa la colpa di numerevoli incidenti non era dei "vecchietti" over 80? Dove si voleva togliere la loro patente?!? Adesso e' colpa dei giovanissimi! A parere mio la colpa e' "nostra", ovvero del numero irrisorio dei controlli!!! E' assurdo che in 6 anni, da quando ho la patente, non ho mai (mai!) soffiato! Mi hanno fermato un 2-3 volte in tutto il venerdi-sabato sera. Faccio presente che all'estero (slo-cro) mi hanno fermato numerevoli volte dove ho soffiato gia' 3 volte! W l'Italia! Il paese delle regole assurde (tanto poi non se le rispetta) e ZERO PREVENZIONE!
Ritratto di Pito28
30 luglio 2010 - 10:16
Che è una pagliacciata, come tutte le regole che tendono a proibire senza cercare di capire il perchè una cosa succede e, soprattutto, fare in modo di prevenirla. A chi ha partorito questo divieto mi piacerebbe chiedere se è meglio guidare ubriachi a 50 anni o a 20. Ed allo stesso modo se si può guidare da sani a 20 o è meglio farlo solo a 50. Se le risposte "non si può fare nè a 20 nè a 50" alla prima e "lo si può fare sia a 20 che a 50" alla seconda questa regola non ha ragione di esistere. Concludo dicendo che i dati riportati dall'ISTAT (quanti giovani bevono in un anno) oltre ad essere totalmente insignificanti (penso che pure un astemio in un anno tocchi un goccio d'alcool) sono di un'ipocrisia senza pari: in un paese come l'Italia, che si fa vanto (giustamente) della sua produzione vinicola, la stragrandissima maggiornaza delle persone beve alcool ogni giorno.
Ritratto di niko91
30 luglio 2010 - 13:13
le limitazioni per velocità e alcool non valgono solo per chi ha la patente ed è sotto i 21 anni, ma si rivolgono a chiunque abbia conseguito la patente da meno di 3 anni, a qualsiasi età! spesso questa cosa non viene sottolineata...
Ritratto di philips81
30 luglio 2010 - 13:36
Premesso che credo nel fatto che non bere o bere al massimo 2 bicchieri invece che 4 o 5 durante le "uscite" non faccia male a nessuno, quindi non capisco perchè ci si lamenti tanto...guidare = essere sobri = bere moderatamente. Questa legge non è una pagliacciata ma un modo per abituare sin da giovani chi si mette al volatene a controllare il consumo di alcool, è un segno di civiltà e non è un proibizionismo gratuito visti gli incidenti ed il venerdì' e sabato sera causati dall'alcool.
Pagine