NEWS

Approvato il nuovo Codice della Strada

28 luglio 2010

In vigore dal 30 luglio porta molte novità nella vita degli automobilisti, dal divieto per i neopatenti e alle categorie professionali di bere prima di mettersi al volante, alla visita medica ogni due anni per ultraottantenni, alle multe inasprite per chi “trucca” le minicar.

FINALMENTE APPROVATO - Dopo un anno e mezzo di attesa e le pressioni dei mesi scorsi del ministro dei Trasporti, Altero Matteoli, è stato oggi approvato dal Senato il testo del nuovo Codice della Strada. Entrerà in vigore già da venerdì 30 luglio e impone nuove regole alle quali gli automobilisti dovranno sottostare già dall'esodo estivo del prossimo fine settimana.

MAGGIORE SICUREZZA - Come ha sottolineato il Ministro, l'approvazione della riforma del Codice della Strada “è il frutto di un lavoro comune di Governo e Parlamento che in questa occasione ha visto tutte le forze politiche convergere su un testo condiviso. Il testo", ha aggiunto Matteoli, "sposa maggiore severità con la maggiore prevenzione e rappresenta per le Forze dell'Ordine uno strumento efficace per il loro delicato lavoro quotidiano”. Vediamo insieme quali sono i punti principali, illustrati nella conferenza stampa tenutasi oggi, sui quali si concentra il nuovo testo del Codice della Strada.

ZERO ALCOL - Come già anticipato (leggi qui la news), con la riforma del Codice della Strada si è voluto dare un giro di vite all'abuso dell'alcol. Per chi ha la patente da meno di tre anni (neopatentati) e per i guidatori professionali, vige il divieto assoluto di bere alcol prima di mettersi al volante. Per questi ultimi, è previsto il licenziamento per giusta causa se subiscono la sospensione della patente per guida in stato di ebbrezza. Per gli altri guidatori, invece, resta l’attuale limite di mezzo grammo di alcol per litro di sangue, anche se con sanzioni aumentate se si supera il tasso alcolemico consentito dalla legge.

COLPITE LE VENDITE
- Con il nuovo Codice si sono misure più severe non solo per chi fa uso di alcol ma anche per chi lo commercia: nei locali pubblici è vietata la vendita di alcolici dalle 3 di notte alle 6 di mattina (deroghe solo per Ferragosto e Capodanno), negli autogrill non possono essere più venduti i superalcolici dalle 22 alle 6, mentre i ristoranti dovranno dotarsi di un etilometro da mettere a disposizione dei clienti.

PATENTE A ORE
- Chi si è visto sospendere la patente perché ha alzato un po' troppo il gomito o ha commesso più di tre infrazioni gravi, potrà mettersi al volante per tre ore al giorno per recarsi sul posto di lavoro o assistere un familiare diversamente abile. Novità anche per gli ultraottantenni: il rinnovo della patente scende da 3 a ogni 2 anni e devono sottoporsi a una visita medica specialistica.

GUIDARE A 17 ANNI
- Il foglio rosa ai 17enni viene rilasciato se si è in possesso della patente A1 (quella per la moto) e non del patentino dei ciclomotori (cinquantini): si potrà guidare l’auto con una persona esperta a fianco. Per conseguire il patentino, invece, sarà obbligatorio superare una prova pratica.

LIMITE DEI 150 KM/H - Nei tratti di autostrada sorvegliati dal Tutor (rileva la velocità media dei veicoli) e con tre corsie per direzione di marcia, più quella d’emergenza, il limite di velocità massima passa dagli attuali 130 km/h a 150. Ma solo a discrezione della società concessionaria del tratto autostradale.

NOTIFICHE - Dall’infrazione fino alla notifica a casa del verbale, non ci sarà più il tetto attuale di 150 giorni: potranno passare al massimo 90 giorni dall'accertamento della violazione.

MINICAR - Niente quadricicli leggeri a chi ha subito la sospensione della patente. E obbligo di allacciare la cintura di sicurezza per chi guida una microcar. Inoltre, per chi “trucca” o commercializza minicar o cinquantini che superano i 45 km/h di legge ci sono multe rispettivamente fino a 4.000 e 3.119 euro.

Nei prossimi giorni, dopo un'attenta analisi del testo licenziato oggi dal senato, torneremo a parlare delle modiche del nuovo Codice con un articolo di appofondimento. Restate "sintonizzati".



Aggiungi un commento
Ritratto di Zack TS
28 luglio 2010 - 18:07
1
...quindi il limite dei 150 km/h è come se non ci fosse? cioè se la società che gestisce l'autostrada non dichiara di alzare il limite a 150, il limite rimane a 130 km/h giusto?
Ritratto di hotdog
28 luglio 2010 - 18:10
esattamente così! sembra che le autostrade siano state collaudate per massimo i 130... quindi nessuna società metterà i 150 per paura che in caso di incidenti ci siano beghe legali :(
Ritratto di Zack TS
28 luglio 2010 - 18:43
1
a questo punto mi chiedo che senso ha mettere questo limite nel nuovo codice
Ritratto di Simon99
28 luglio 2010 - 19:39
Però con il Tutor per piccoli tratti si può andare a 150 km/h e poi la media si abbassa andando ameno di 130 km/h invece con il limite di 150/h per piccoli tratti si può andare anche a 170 km/h.Ma se già il limite di 130 non è su tutte le autostrade (ci sono 110,90,ecc.) figuriamoci se troviamo anche il limite di 150...
Ritratto di Fabbro
29 luglio 2010 - 11:13
Scusa, giusto per curiosità: che senso ha correre per piccoli tratti per poi dover rallentare per tenere la velocità media comunque entro 130 km/h? Rispetto ad andare a 130 km/h fisso: - Consumi di più - Rischi la multa per errori sui calcoli che fai sulla velocità tenuta - Rischi effetti maggiori in caso di incidente - Impieghi esattamente lo stesso tempo
Ritratto di Simon99
29 luglio 2010 - 14:27
L'ho detto perchè così i gestori delle autostrade possono alzare il limite a 150.Visto che si può andare a questa velocità per piccoli tratti non capisco perchè non possono alzarlo per tutta l'autostrada.
Ritratto di Fabbro
29 luglio 2010 - 11:11
Esatto, per la precisione sono state proprio progettate per una velocità di riferimento corrispondente a velocità di codice di 130 km/h. Alzarlo vorrebbe dire assumersi la responsabilità, oltre che autorizzare le persone ad ammazzarsi naturalmente.
Ritratto di Paolo88
29 luglio 2010 - 11:45
1
pochi sapevano che tutte le secietà che gestiscono le autostrade, potevano alzare il limite a 150km/h, in presenza delle tre corsie più quella di emergenza, e con un basso livello di mortalità negli ultimi anni. Qualche società aveva alzato il limite?no. Ora deve esserci anche il tutor, un ulteriore limitazione dei possibili tratti.
Ritratto di hotdog
28 luglio 2010 - 18:14
ma che senso ha proibire di bere dalle 22 alle 6?! Non so dalle vostre parti ma da me alle 8 c'è gente che si è già fatti 5 bianchini e si mette al volante! E poi cos'è questo proibizionismo? meglio consentire di bere un bicchiere o due anche i neopatenti ma bastonare seriamente se uno si metta alla guida ubriaco fradicio!
Ritratto di Zack TS
28 luglio 2010 - 18:40
1
siamo sempre in italia......tutte queste leggi moraliste pensate da una classe politica che qui da noi ha ben poco di morale....
Pagine