NEWS

Alfa Romeo, che musica

28 giugno 2014

Una MiTo personalizzata dalla Marshall in nome del rock-n-roll e una serie limitata di chitarre che riprendono i motivi stilistici delle Alfa Romeo.

Alfa Romeo, che musica
SOLO CINQUANTA - Chi Vespa mangia le mele? Certo, lo slogan della Piaggio è di quelli che rimangono immortali, e che possono essere parafrasati facilmente. Ben venga, quindi, qualcosa sulla falsariga di “Chi Alfa ama la musica”, almeno a giudicare da due iniziative tra loro profondamente differenti che arrivano dalla Gran Bretagna, eppure con il Biscione come filo conduttore. 
 
 
MITO BY MARSHALL - L'impronta di un'azienda che, dal 1962, progetta e costruisce amplificatori per chitarre (se si accenna a un audiofilo la sigla EL34, la reazione probabile è quella di una profonda commozione) e bassi, su una Alfa Romeo MiTo Distinctive produce, in Inghilterra, un esemplare unico che richiama prepotente il rock-n-roll a cavallo tra i Fifties e i Sixties. Oltre a cerchi di 18” e a vari dettagli cromati, è la firma Marshall a fare capolino in vari punti strategici della carrozzeria e dei sedili, realizzati con materiale che richiama quello impiegato sugli ampli della casa. In bagagliaio c'è un valvolare per chitarre: un Marshall JVM205H, che pilota due trasduttori da 12”. Chi è abituato ai watt dichiarati con (sin troppa) disinvoltura da molti produttori di hi-fi car è bene che non faccia caso ai 50 W nominali del Marshall: mandate in temperatura le valvole, potrebbero sembrare almeno dieci volte tanto... Completano il quadro alcune chicche: una su tutte, il pomello del cambio che riprende le forme dello Shure 55SH. Negli Stati Uniti lo chiamavano The Elvis Mic, il microfono di Elvis. Per una volta tanto, è superfluo rammentare il cognome.
 
 
11 DECADI - La Alfa Romeo MiTo by Marshall è stata pensata per fare da damigella nella proiezione del documentario “Sound City”. Realizzato da Dave Grohl, ex batterista dei Nirvana e attuale front man dei Foo Fighters, “Sound City” è proiettato negli Olympic Studios di Londra. Evidentemente, è inglese l'anima canora del Biscione: la Harrison Custom Guitar Works ha infatti realizzato "Alfa Romeo Guitar", un'elettrica ispirata allo scudetto della casa italiana. Sarà realizzata in edizione limitata in 11 esemplari: ognuno di essi ripercorrerà un decennio della storia del Marchio a partire dalla fondazione, risalente al giugno 1910, con l'acquisto della linea di produzione della francese Darracq. L'ultima in ordine di tempo, realizzata in legno di pioppo, alluminio e carbonio, è la chitarra dedicata al decennio della 4C. Costerà, al pari delle altre, 5.000 euro e richiederà otto mesi d'attesa a causa della lavorazione, rigorosamente artigianale, necessaria per realizzarla.
Alfa Romeo MiTo
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
210
117
102
86
92
VOTO MEDIO
3,4
3.43987
607
Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
28 giugno 2014 - 11:08
4
....ci guadagna la marshall con la chitarra brandizzata alfa.........o l'alfa con l'nsima versione speciale?
Ritratto di NeroneLanzi
28 giugno 2014 - 12:12
E' una one-off, non è in vendita
Ritratto di osmica
30 giugno 2014 - 00:39
Insomma, e' fatta per il 357esimo articolo di AV
Ritratto di Dicoluc
28 giugno 2014 - 12:05
3
Fanno l'edizione speciale e non la fanno manco full optional? Manca il clima automatico...e poi "Rock" con motore diesel ci azzecca poco e nulla.
Ritratto di IloveDR
28 giugno 2014 - 12:39
4
ma perché non la lasciate morire con dignità??? staccate la spina...
Ritratto di fabri99
28 giugno 2014 - 15:09
4
Dovevano lasciarla morire tempo fa, se proprio non erano in grado di riportarla alla gloria di una volta, credo che gli appassionati avrebbero capito. Ormai però è tardi, sono anni che ci fanno promesse di nuovi modelli che non sono mai arrivati e ora ancora ci promettono una Giulia, una SUV Alfa... Non possono farla morire ora, sono arrivati ad un punto dove devono fare i modelli promessi e basta, se vogliono andare avanti è l'unica soluzione, per lasciarla morire come Lancia, ormai è troppo tardi. Si poteva fare prima di tutte quelle promesse...
Ritratto di Moreno1999
28 giugno 2014 - 16:45
4
Ormai (purtroppo) anche Alfa sta dando gli ultimi respiri. Certo, spero in una "rianimazione" in extremis. Comunque questa MiTo non mi sembra niente di speciale, quell'enorme leva del cambio/microfono fa tanta scena e poca resa (non mi venite a dire che sarà comodo!). Anche la chitarra Alfa mi sa un po' di presa per i fondelli....e viva le tastiere!
Ritratto di IloveDR
28 giugno 2014 - 16:51
4
i modelli nuovi dell'AlfaRomeo li faranno quando il mercato NordAmericano sarà in grado di venderli...l'Italia e l'Europa sono ormai solo la ruota di scorta di FCA...la MiTo non è stata una cattiva idea, ma, come al solito, abbandonata a se stessa...
Ritratto di Moreno1999
28 giugno 2014 - 16:58
4
Come da tradizone Fiat.
Ritratto di Asburgico
29 giugno 2014 - 20:56
Nulla di più vero
Pagine