NEWS

Alfa Romeo Scarabeo: esemplare unico (o quasi)

Pubblicato 29 novembre 2019

La FCA Heritage espone in Francia un gioiello della sua collezione: è il prototipo del 1966 progettato dall’ing. Busso.

Alfa Romeo Scarabeo: esemplare unico (o quasi)

FIRMATA BUSSO - In occasione della mostra “Concept car. Beauté pure”, organizzata fino al 23 marzo 2020 presso il castello francese di Compiègne, la FCA Heritage espone il prototipo Alfa Romeo Scarabeo del 1966, progettato da Giuseppe Busso, a lungo responsabile tecnico dell’Alfa Romeo. Per il marchio del Biscione curò lo sviluppo delle berline 1900, Giulietta e Giulia, oltre ai motori 2.5 V6 e successive evoluzioni (soprannominati proprio V6 Busso). 

IN STILE SHOOTING BRAKE - Il design dell’Alfa Romeo Scarabeo è opera della Osi, fondata nel 1960 da Luigi Segre, ex Ghia, e Arrigo Olivetti, con la quale hanno collaborato designer del calibro di Tom Tjaarda, Sergio Sartorelli e Giovanni Michelotti. La Scarabeo è una coupé bassa e sinuosa, con una coda alta che ricorda quella della le shooting brake (le sportive con carrozzeria station wagon) in voga negli Anni ’60. La concept car è dotata di un inusuale telaio tubolare con i serbatoi della benzina alloggiati nei longheroni ai lati dell’abitacolo, che liberano spazio per il motore disposto trasversalmente nella parte posteriore: è il 4 cilindri di 1.570 cc della Giulia GTA, montato in blocco con frizione e cambio per migliorare la distribuzione dei pesi (la Scarabeo ferma l’ago della bilancia a soli 700 kg). 

DUE VERSIONI - L’Alfa Romeo Scarabeo è stata prodotta in 2 esemplari: il primo, con guida a destra, ha linee più spigolose; il secondo, quello esposto alla mostra, ha invece linee più morbide nel frontale e nelle fiancate. Non è stato completato il terzo esemplare, con carrozzeria barchetta. La Scarabeo non ebbe alcun seguito, né nella produzione né nelle corse.



Aggiungi un commento
Ritratto di Alexmin
29 novembre 2019 - 21:16
Meno male che è un unico esemplare.
Ritratto di Roomy79
29 novembre 2019 - 22:37
1
Eh infatti ci sarà un motivo, dopo averla vista avran fermato la produzione
Ritratto di Blade Runner
30 novembre 2019 - 00:27
E ci si sono messi in cinque per creare tale obbrobrio. Busso meritava altra carrozzeria.
Ritratto di Pavogear
30 novembre 2019 - 10:52
In quegli anni non era raro proporre carrozzerie con stili simili. E direi che questa non è nemmeno brutta se paragonata ad altri tentativi di altri costruttori. Oggi sicuramente non sembra affascinante perché ha uno stile molto lontano dai nostri gusti attuali, ma all'epoca credo che sicuramente avrebbe fatto la sua figura
Ritratto di Scatnpuz
30 novembre 2019 - 09:07
Sembra la bisnonna della Porsche Panamera station wagon.... orrende entrambe (come linea)....
Ritratto di Giuliopedrali
30 novembre 2019 - 09:19
Molto inutile ma bella, altro che 4C. Ce l'ho in un monumentale libro degli anni 60 : Storia dell'automobile di Matteucci, dove spesso viene confrontata alle auto di inizio 900 per far vedere dove è arrivata la tecnica oggi (nel 1966) la novità più eclatante sono i cerchi in electron mi sembra.
Ritratto di zero
30 novembre 2019 - 13:02
11
...e figurati se non dovevi distinguerti! Ma non sarai forse un po' esibizionista? Quello tuo mi sembra sempre più un anticonformismo a priori. Comunque, pure io non la trovo brutta, anche se non mi sfiora la mente neache di striscio il considerarla più bella della 4C. A me, la Scarabeo ha sempre ricordato - più che le shooting brake pure - una Ferrari FF ante litteram. Se mai fosse stata prodotta, avrebbe potuto assumere un aspetto simile alla 365 GTB/4 Daytona della NART/PantherWestwinds di Chinetti: entrambe, però, erano troppo avanti per i tempi... Fossero state disegnate 50 anni dopo, forse sarebbero arrivate alla produzione.
Ritratto di tramsi
30 novembre 2019 - 17:03
Immagino sia "la favola" di amici e parenti. E donne alla larghissima!
Ritratto di Giuliopedrali
30 novembre 2019 - 18:10
Si chiunque dica che la Scarabeo è più piacevole della 4C viene allontanato da tutte le donne...
Ritratto di Giuliopedrali
30 novembre 2019 - 18:11
Sinceramente questa Alfa qua degli anni 60 faceva intravedere un pò di futuro, cosa che non ha mai fatto la 4C anzi piuttosto anacronistica.
Pagine