NEWS

È in edicola il nuovo numero di alVolante

Pubblicato 08 gennaio 2023

Tra le novità in prova, l’innovativa Nissan Qashqai ibrida e la BMW X1 diesel. E poi, tutti i modelli più interessanti tra quelli testati negli ultimi 12 mesi, con i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi. Da leggere anche l’inchiesta sul noleggio per i privati e la guida dell’usato a Gpl.

È in edicola il nuovo numero di alVolante

SOTTO TORCHIO - C’è la Nissan Qashqai fra le protagoniste delle prove del nuovo numero di alVolante, col suo originale sistema ibrido che la rende una crossover “quasi elettrica”: un vantaggio per i consumi, che non comporta rinunce nello sprint assicurato dai 190 CV della vettura giapponese. Altra crossover fresca di lancio, la Kia Niro, provata nella versione al 100% elettrica da 204 CV: è scattante, comoda e con una buona autonomia. Poi c’è la terza generazione della BMW X1, una suv che abbiamo analizzato nell’efficiente variante ibrida a gasolio da 211 CV con trazione integrale. Sempre made in BMW la Serie 1, qui nell’edizione sportiva 123ti: con la grinta dei suoi 265 CV, è una berlina tutta da guidare. Sportiveggiante pure la Seat Ibiza nell’allestimento FR: equipaggiata con un vivace 1.0 turbo da 110 cavalli, è la quinta auto in prova di questo mese.

LA TONALE CONTRO TUTTE - Il nuovo numero di alVolante, però, offre anche un supertest comparativo dedicato alle crossover ibride plug-in. Le vetture poste a diretto confronto sono tutte di grande appeal: la debuttante Alfa Romeo Tonale da 280 CV se l’è vista con affermate rivali quali l’altrettanto sportiva Cupra Formentor (da 245 CV), la comoda Kia Sportage e la parca Mercedes GLA (che di cavalli ne hanno, rispettivamente, 265 e 218). Com’è andata a finire? Correte in edicola, per scoprirlo.

UN ANNO DI PROVE - Mai come in questo momento il carovita impone di ponderare con attenzione l’acquisto dell’automobile. Oltre al prezzo e alla dotazione, bisogna soppesare i costi di gestione, a cominciare dai quelli per il carburante: parliamo dei consumi veri, naturalmente, non dei dati dichiarati dalle case costruttrici. E quelli rilevati dai collaudatori di alVolante lo sono: i test vengono svolti su strada e in pista (a Balocco, nel Vercellese) con un’evoluta strumentazione di proprietà del giornale. I consumi, nelle diverse situazioni d’uso, corredano le cinque prove singole e il supertest di questo mese, ma li trovate anche nella carrellata riservata ai modelli più interessanti passati sotto la lente del nostro centro prove nell’ultimo anno. Assieme alle prestazioni (velocità, accelerazione e ripresa) e agli spazi di frenata, sono il piatto forte di questo servizio pensato per chi deve cambiare vettura. In sintesi, abbiamo messo in luce l’efficienza delle 23 auto di maggiore interesse tra quelle provate nel 2022: dalle utilitarie alle wagon, dalle crossover alle elettriche. Qualche nome? Citroën C5 Aircross, Dacia Duster, Fiat Tipo  SW, Honda Civic, Renault Mégane elettrica, Suzuki Vitara, Volkswagen Polo, e tante altre.

AUTO IN AFFITTO, MA NON PER TUTTI - Negli ultimi mesi stiamo assistendo a un autentico boom del noleggio a lungo termine per i privati senza partita Iva. Sono sempre di più le famiglie che rinunciano al tradizionale acquisto dell’auto, preferendo affittarla. Un’operazione, tuttavia, non sempre possibile, o quanto meno non così facile come potrebbe sembrare. La nostra inchiesta evidenzia che, per selezionare una clientela in grado di onorare il versamento del canone mensile, le società locatarie (quelle che erogano il servizio) pongono requisiti stringenti prima di attivare un nuovo contratto. Questo aspetto può diventare un autentico percorso ad ostacoli o addirittura uno scoglio insuperabile che esclude una larga fascia di potenziali clienti. Nel servizio descriviamo anche tutti i parametri che possono incidere sulla spesa: pure questi, da valutare attentamente prima di firmare il contratto.

LE SUPERCAR PER IL DESERTO - Nel nuovo numero di alVolante c’è spazio anche per la passione, con la sezione “Auto da sogno” che vede protagoniste due insolite coupé destinate a sfrecciare solo sull’asfalto, ma anche sulle dune del deserto e, più in generale, nei percorsi nell’off-road. Si tratta della Lamborghini Huracán Sterrato e della Porsche 911 Dakar, due “bolidi” che si differenziano dalle rispettive versioni stradali per una serie di modifiche (fra le quali l’assetto rialzato) volte ad affrontare anche i fondi più severi. Sono vetture ad altissime prestazioni (erogano 1090 cavalli due), prodotte in tiratura limitata: per entrarne in possesso bisogna staccare un assegno pesante.

VIDEOGAMES, CHE PASSIONE! - Nel nuovo numero del “vostro” mensile questa volta c’è posto anche per il gioco. Proprio così: vi raccontiamo tutto dei videogame (quelli dedicati alle automobili, naturalmente) e dei dispositivi elettronici che servono per farli girare: consolle e prodotti che si possono utilizzare anche in viaggio. Nella nostra rassegna, tutti i titoli più interessanti e i relativi prezzi.

LA SCELGO A GAS - Le pagine dell’usato si occupano delle auto a Gpl, quelle che fanno risparmiare non soltanto sull’acquisto, ma anche sul costo del carburante. Abbiamo preso in esame i più gettonati modelli del 2020, segnalandone la quotazione attuale, le caratteristiche tecniche e (se presenti) i malfunzionamenti ricorrenti. Dieci vetture di tutte le taglie, tra le quali ve ne sono alcune molto diffuse: Fiat Panda, Ford Fiesta, Dacia Duster e Kia Sportage.

LE KM ZERO E I LISTINI - Come sempre, in coda al giornale trovate le pagine delle km zero: questo mese ve ne segnaliamo 385, con sconti fino al 29%. Utili, sia che vogliate vendere un’auto di seconda mano sia che intendiate acquistarla, pure le quotazioni Eurotax di 2000 modelli usati. Ma se nei vostri desideri c’è una vettura nuova di zecca, ecco le 7366 varianti in vetrina nel listino di alVolante: con le foto, le recensioni, i suggerimenti e tutti i prezzi (compresi quelli degli optional).



Aggiungi un commento
Ritratto di Quello la
8 gennaio 2023 - 11:17
Mi interessa parecchio l'articolo sul NLT per privati.
Ritratto di puccipaolo
8 gennaio 2023 - 14:30
6
Attento ai Km e assicurati di renderla intonsa (anche un graffio ti costa eresia) ...se non son dolori
Ritratto di Rav
9 gennaio 2023 - 22:10
3
Bisogna aggiungere la Kasko con franchigia ridotta, è vero che il canone lievita un po' ma almeno ti ripari da eventuali spese extra alla fine, e anche durante il noleggio vista l'attenzione che presta la gente ai beni altrui.
Ritratto di Oronzo Birillo
8 gennaio 2023 - 11:18
Ibride ed elettriche, che piacciano o meno, sono il futuro. Del resto, la fonte di alimentazione è indifferente e ciò che realmente conta è il prezzo di vendita. Il resto sono chiacchiere da bar.
Ritratto di Gianluca Andrini
8 gennaio 2023 - 12:57
Ci sara' un motivo verso il GPL nel passato, prezzo di vendita piu' elevato ma minor costo carburante, idem l'elettrico.
Ritratto di Oronzo Birillo
8 gennaio 2023 - 13:23
Il paragone e vero in parte. La stessa auto a benzina costa un migliaio di euro in più a metano e GPL, un paio di migliaia per le diesel ma, per l'ibrido ce ne vogliono almeno 5 mila in più e per l'elettrico non ne bastano 10 mila. Per un privato ammortizzare 10 mila euro di differenza hai voglia di strada che devi percorre.
Ritratto di deutsch
8 gennaio 2023 - 14:56
4
Un ibrido full non costa 5000 più di un termico di pari livello, così come una ev non costa 10k più della termica, anche perché sulle ev c'è incentivo. La differenza è più marcata sulle piccoline e decresce col passaggio a segmenti superiori fino ad arrivare a parità se non vantaggio economico per le ev
Ritratto di Oronzo Birillo
8 gennaio 2023 - 15:08
Gli incentivi sono misure limitate nel tempo e fino ad esaurimento. Ricontrolla i listini a parità senza incentivi che ti sei perso qualcosa.
Ritratto di deutsch
9 gennaio 2023 - 10:06
4
ricorda che le full hybrid sono automatiche che normalmente costa 1500-2000 sulle termiche che ne è sprovvista. al netto del cambio automatico e senza considerare eventuali incentivi, il maggior costo è di circa 2000, più o meno la stessa maggiorazione di una diesel rispetto al benzina
Ritratto di napecarco
8 gennaio 2023 - 16:30
nel 2020 la fiat tipo sw più economica costava 17300€, oggi 22500; nel 2020 si trovavano km0 a 15000, oggi niente più km0; a me pare che per rendere conveniente l'acquisto dei modelli elettrificati le case abbiano aumentato i prezzi delle non elettrificate; ora, che questa cosa venga fatta passare inosservata o giustificata in ogni modo da parte dei produttori e dei loro sodali è comprensibile; che noi che siamo i loro clienti dobbiamo invece sperticarci a dare loro ragione mi sembra meno comprensibile
Ritratto di Oronzo Birillo
8 gennaio 2023 - 17:04
Ti ringrazio, è il primo commento sensato che leggo. Ogni Paese fa mercato a se e benché la spinta ecologista sia nei propri intenti lodevole non puoi obbligatoriamente piazzare prodotti che solo una piccola percentuale di persone possono acquistare. Siamo di fronte ad un suicidio commerciale annunciato se i prezzi di vendita in assenza di incentivi non calino drasticamente.
Ritratto di napecarco
8 gennaio 2023 - 18:05
si, è vero, rimanendo solo nel ristretto settore automobilistico (la sostenibilità globale riguarda ambiti più ampi), sembra che l'obiettivo sia di motivare la gente a spendere (molto) di più per l'auto, in altri paesi se lo possono permettere, da noi,guardando la rivalutazione del potere di acquisto negli ultimi 30 anni, mi pare di no
Ritratto di studio75
9 gennaio 2023 - 13:14
5
Tavares ha già avvertito del pericolo di una contrazione di vendite di auto per l'aumento dei prezzi. Mi sembra d'aver capito che i costruttori abbiano le mani legate dal costo (in aumento) di tutta la catena di approvvigionamento. Penso sia vero perchè il pericolo di vedersi superare dai cinesi nelle vendite (i quali non avrebbero problemi a praticare "dumping") credo sia reale. In Europa non ci sono dazi per le auto cinesi e questo mi fa sorgere il dubbio che ci siano state pressioni perchè ciò avvenisse.
Ritratto di ziobell0
9 gennaio 2023 - 12:30
@nape: giustissimo. La cosa dovrebbe indignare non solo quelli che proprio non ci arrivano ai 22K per la tipo ma anche quelli che ce li hanno senza problemi ma che per principio non regalano 5k ai vari FCA e compagni di merende. Ma la cosa comica sono quelli tiratissimi economicamente, che si suicidano per comperare e mantenere l'auto, se gli fai notare che 40k per una citroen sono tanti ti dicono...eh, ma sai quanta tecccccnologgggia c'è oggi!!!
Ritratto di deutsch
9 gennaio 2023 - 12:36
4
le vostre valutazione sono giuste ma fate finta di non considerare il momento particolare odierno, crisi chip, guerra, crisi energetica, inflazione oltre il 10%, carenza di nuovo e d usato alle stelle. si tratta di una congiuntura decisamente sfavorevole ed infatti nel 2022 sono state vendute solo 1300000 di auto in Italia e nel resto d'Europa non va certo meglio. passerà, speriamo presto
Ritratto di napecarco
9 gennaio 2023 - 17:42
tutto vero, però nel 2022, sono stati presentati 96 nuovi modelli e di questi solo 14 erano sotto 40k; e, comunque, nessuno nei segmenti a e b, che sono quelli che si vendono di più da noi; ed inoltre, guardando i bilanci delle case, sono calate le vendite ma sono aumentati i ricavi, a me pare che sia abbastanza per dubitare della buona fede dei produttori
Ritratto di deutsch
9 gennaio 2023 - 17:52
4
beh la aygo x è del 2022, poi è già stato anticipato che A e B spariranno per questioni di costi quindi dubito vedremo molte novità. Puoi condividere i bilanci delle case, vorrei curiosare anch'io, grazie
Ritratto di napecarco
9 gennaio 2023 - 19:28
https://www.politico.eu/article/automaker-earn-make-fewer-car/ non so se si apre, è la versione pro; anche su statista trovi tutto; per la aygo hai ragione, me l'ero persa tra ferrari lamborghini e aston martin...
Ritratto di Omar_giugiaggiugia
10 gennaio 2023 - 09:16
Meriteresti una colonna di giornale
Ritratto di napecarco
10 gennaio 2023 - 14:30
dici... in cronaca giudiziaria? :-))
Ritratto di realista
13 gennaio 2023 - 01:11
1
Nei tuoi sogni
Ritratto di otttoz
9 gennaio 2023 - 18:45
ficcante l articolo che inchioda le menzogne del governo che aveva promesso il taglio delle accise e invece le ha aumentate
Ritratto di deutsch
10 gennaio 2023 - 14:43
4
non hanno aumentato le accise ma tolto un sconto in essere da molti mesi per destinare più risorse al caro energia e gas. il governo dura cinque anni, vorresti tutto il programma applicato dopo solo un paio di mesi?
Ritratto di realista
13 gennaio 2023 - 01:14
1
Concordo
Ritratto di andrea120374
13 gennaio 2023 - 12:49
2
D'accordo
Ritratto di deutsch
13 gennaio 2023 - 13:12
4
cmq il tanto decantato progetto tedesco di riduzione del costo dell'abbonamento ai mezzi pubblici a 9 euro mese è durato solo tre mesi e mai più rinnovato
Ritratto di alvolantefan
10 gennaio 2023 - 12:34
Numero davvero scarno. In questi commenti si era parlato della causa: costi troppo alti da sostenere. Può essere, ma allora non conveniva passare a 3 euro invece che a 2 come prezzo di copertina? (l'anno scorso era 1,5).
Ritratto di Tomasino
12 gennaio 2023 - 13:45
che pizza il dominio di prove di auto elettriche e ricaricabili e le supersupercar che in Italia sono ancora utopia. non siamo la Norvegia. non comprerò il numero.
Ritratto di alvolantefan
12 gennaio 2023 - 17:16
Eh sì Tomasino, stufano anche me quelle prove. Purtroppo però le auto in listino sono spesso quelle. Intanto, sogno un AlVolante con una piccola sezione 'vintage' o youngtimer, o anche, più miseramente 'l'usato di 10 anni fa'. Oppure con prove allucinanti, per i tempi odierni: Up GTI contro Picanto TGDI GT e Hyundai i10T GDI N, cioè un mondo che non esiste più, sigh!