NEWS

Assicurazione RC auto: niente tacito rinnovo

30 giugno 2017

Contrariamente alle voci circolate nei giorni scorsi sembra che il rinnovo automatico della polizza non passerà.

Assicurazione RC auto: niente tacito rinnovo

IPOTESI SMENTITE - L’aula della Camera ha approvato ieri il disegno di legge sulla Concorrenza, documento che contiene una serie di proposte studiate per rilanciare l’economia del nostro Paese e favorire la concorrenza fra società in diversi settori. L’approvazione definitiva sarà concessa dopo la quarta ed ultima votazione, attesa nelle prossime settimane al Senato, ma Il Sole 24 Ore parla di un accordo fra governo e maggioranza per concedere il via libera al disegno di legge senza modificarlo ulteriormente. La novità contenuta nel testo che più interessa gli automobilisti è il mancato ripristino del tacito rinnovo per le polizze Rc auto che era stato mandato in pensione a fine 2012. 

TORNA MA NON PER LA RC AUTO - Prima del 2012 gli automobilisti si dovevano ricordare della scadenza della polizza auto e mandare entro un tempo prefissato l’eventuale disdetta, pena il rinnovo automatico della polizza per l’anno successivo. Una norma che favoriva le assicurazioni, in quanto solo in pochi si ricordavano di disdire, e lesiva della concorrenza dato che le compagnie avevano pochi interessi a competere sul mercato con prezzi più vantaggiosi, tanto nella maggior parte dei casi il rinnovo era automatico. Nel 2013 però il tacito rinnovo è stato eliminato e da allora è possibile ridiscutere di anno in anno la polizza, senza rimanervi “imprigionato” per lungo tempo come avveniva in passato. Il ddl Concorrenza ha reintrodotto però il tacito rinnovo per le polizze danni diverse dalla Rc auto, ad esempio per i danni contro le cose, i danni contro le persone, i rischi commerciali ed i rischi finanziari.

Aggiungi un commento
Ritratto di Challenger RT
30 giugno 2017 - 16:46
E ci mancherebbe! Il tacito rinnovo era gravemente lesivo della libertà del cliente-consumatore.
Ritratto di Mauo
30 giugno 2017 - 16:48
Sarebbe bello sapere chi ha proposto l'emendamento e che interessi aveva al riguardo...
Ritratto di Vincenzo1973
30 giugno 2017 - 17:06
nessuno. basta leggere la proposta della Puppato.
Ritratto di ratio
1 luglio 2017 - 11:07
A proposito di Rca: pare che in Italia ci siano circa 4 mln di veicoli circolanti privi di copertura assicurativa. A mio avviso si dovrebbe legiferare per cercare di fermare quei soggetti che hanno comportamenti criminali. Basterebbe obbligare il proprietario del veicolo a consegnare temporaneamente le targhe nel caso di sospensione o scadenza della copertura assicurativa del mezzo. Se poi un domani il titolare del veicolo decide di rimettere in strada l'auto, può chiedere la restituite delle targhe previo attivazione Rca. E ' chiaro quindi che diventa più facile, anche per noi cittadini, identificare e/o segnalare un soggetto recidivo nel caso in cui quest'ultimo si trovi alla guida di un'auto senza targhe.
Ritratto di Rav
1 luglio 2017 - 12:28
2
ratio, tanto anche se fossero costretti a consegnare le targhe ne installerebbero di rubate o false. Chi girerebbe senza targa in modo da attirare l'attenzione alla prima occhiata? Quindi non cambierebbe praticamente nulla. La cosa buona è che qualcosa si è mossa, nel senso che ora coi dispositivi elettronici che rilevano anche chi non è in regola con l'assicurazione si son fatti dei bei passi avanti (ne individuano un bel po'!). Il solito problema è che servirebbero ancora più controlli sulle strade normali (perchè non tutti vanno in autostrada dove c'è il tutor, o nelle ZTL) e più pattuglie così da sequestrare il veicolo sul posto e non dover rintracciare il proprietario a posteriori. E poi servirebbe anche più senso civico, ma questa è un'altra storia.
Ritratto di ratio
1 luglio 2017 - 12:44
Questa cosa l'avevo messa in preventivo, ma se consideriamo che la maggior parte di coloro che girano senza rca lo fanno prevalentemente per motivi di ristrettezze economiche, nel caso in cui dovessero anche falsificare, o peggio ancora, rubare una targa, credo abbiano la piena consapevolezza che se vengono scoperti incorrono in un penale. Comunque, a mio avviso, aver permesso l'eliminazione del tagliando dal parabrezza non credo sia stata una buona idea. Saluti
Ritratto di Rav
1 luglio 2017 - 14:52
2
Non sono d'accordo. A mio parere invece la maggior parte di chi gira senza rca lo fa per fare il furbo. Spesso sono proprio quelli in ristrettezze economiche che magari fanno due sacrifici in più per essere in regola (e anche per questo si trovano in quelle condizioni). Sì, quella del tagliandino è la solita cosa all'italiana, dato che tanti lo falsificano, lo togliamo, invece di fare in modo che non lo falsifichino. Saluti
Ritratto di Rav
1 luglio 2017 - 12:23
2
Essendo cliente della stessa assicurazione da 9 anni, anche di più se considero le auto dei miei familiari, per me la cosa del tacito rinnovo era anche abbastanza comoda. Capisco però che i soliti furbi se ne siano approfittati andando a volte anche a cambiare le clausule per fregare i poveri malcapitati. Quindi in fin dei conti meglio che non abbiano tolto questa norma.
Ritratto di Joseph Michael
1 luglio 2017 - 15:04
1
Sarebbe carino se si iniziasse a parlare del RC auto intestato alla persona e non abbinato alla targa. Trovo folle che una persona debba pagare 4 assicurazioni (possessore di 4 mezzi) quando è fisicamente possibilitato a guidarne 1 alla volta
Ritratto di Rocki
1 luglio 2017 - 18:13
Sarebbe stato l'ennesimo regalo alle banche e alle assicurazioni! Con che motivazioni avrebbero introdotto il tacito rinnovo? Certo che può essere comodo,ma quando uno vuole cambiare ,60 gg prima mandare la raccomandata ,neanche la pec,non puoi chiedere il preventivo alternativo prima dei 30gg perché non hai la classe di merito..... Mi sembra assolutamente civile che se uno vuole essere libero di cambiare lo faccia nel modo più agevole possibile. A beneficio di tutti ricordo che anche con la attuale norma sono vigenti ,per la Rc, i 15 gg di copertura dalla dopo la scadenza
Pagine