NEWS

Aston Martin Vanquish Zagato: anche Speedster e Shooting Brake

17 agosto 2017

Dopo la Coupe e la Volante, il carrozziere milanese mette la firma su altre due fuoriserie basate sulla sportiva inglese.

Aston Martin Vanquish Zagato: anche Speedster e Shooting Brake

FAMIGLIA AL COMPLETO - La collaborazione tra la Zagato e l'Aston Martin ha radici lontane e risale agli Anni 60 con la DB4 Zagato ed è poi proseguita con continueità nel corso dei decenni fino ad arrivare a noi. Questa volta l'Aston e la Zagato hanno deciso di intervenire sulle super sportiva Aston Martin Vanquish S, che è stata utilizzata come base dalla carrozzeria Zagato per realizzare lo stile di quattro fuoriserie in edizione limitata, riservate a collezionisti che vogliono entrare in possesso di vetture esclusive destinate a rivalutarsi nel tempo. I quattro modelli sono la Coupe e la cabriolet Volante, già note, a cui si aggiungono la scoperta Speedster e la station wagon a due porte Shooting Brake, di cui oggi l’Aston Martin e la Zagato hanno mostrato le prime immagini. Le due novità saranno presentate in anteprima durante il Concordo d’Eleganza a Pebble Beach (in California) e verranno consegnate nel 2018, anch’esse in numero limitato: la Shooting Brake in 28 unità, la Speedster in 99. A queste si aggiungono i 99 esemplari a testa per la Coupe e la Volante, per un totale di 325 auto.


Qui sopra la Zagato Speedster, più in alto un disegno della Shooting Brake.

SENZA CAPOTE O CON I BAGAGLI - Le Aston Martin Vanquish S Speedster e Shooting Brake adottano il motore V12 5.9 da 600 CV e il cambio automatico Touchtronic III, gli stessi delle Coupe e Volante, ma cambiano radicalmente a livello di stile e proporzioni esterne: la Vanquish Zagato Speedster è una scoperta più essenziale della Volante (ha due posti e non quattro) con due gobbe dietro i sedili, ispirate alla tradizionale doppia gobba sul tetto della Zagato, mentre la Vanquish Zagato Shooting Brake ha due posti nell’abitacolo e il tetto allungato in stile giardinetta. L’auto mantiene comunque il profilo di una sportiva doc, ma si avvale del portellone e ha un vano di carico ampio a sufficienza per stivare le valigie fornite in dotazione. La carrozzeria è per tutte in fibra di carbonio, come identiche alle quattro fuoriserie sono le luci posteriori a led ispirate a un fulmine.

Aston Martin Vanquish Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
153
25
9
4
3
VOTO MEDIO
4,7
4.65464
194
Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
17 agosto 2017 - 12:04
Per quanto riguarda il modello Shooting Brake hanno semplicemente imitato la Ferrari FF rendendola più bassa e tesa, Zagato ha toppato per questo modello, per il resto ha sempre sfornato ottime creazioni.
Ritratto di Dirk
17 agosto 2017 - 12:39
L'agente più famoso dell'MI 6 ringrazierà?? Forse... mah... chissà!!
Ritratto di anarchico2
17 agosto 2017 - 12:39
Dissento, mi pare molto più equilibrata nei volumi. Sarà che detesto le auto con l'abitacolo sulla coda...
Ritratto di Prrrrr
17 agosto 2017 - 14:40
Claus la somiglianza con la FF la vedi solo tu, questa è una Aston con stile inconfondibile di Zagato, cosa centra la FF!
Ritratto di Leonal1980
17 agosto 2017 - 16:01
3
Non mi sembra assomigli alla FF, che non è cmq uno stile di esclusiva Ferrari, ma era già visto...
Ritratto di Dirk
17 agosto 2017 - 19:40
Ferrari con Bond?? Mai vista. BMW, Aston Martin ma non certo la casa di Maranello. Probabile incompatibilità di carattere.
Ritratto di Blade Runner
20 agosto 2017 - 09:35
Prima, ma moolto prima della Ferrari FF, c'è stata l'inglese Jensen con il modello Interceptor.
Ritratto di supermax63
23 agosto 2017 - 01:23
Confermo, tra l'altro la Ferrari in questione è la GTC4L
Ritratto di Chromeo
18 agosto 2017 - 19:44
A parte che oggettivamente non somiglia alla FF, e poi la "coupè-wagon" è sempre stato uno dei fiori all'occhiello della carrozzeria Milanese, si può dire tranquillamente che quella carrozzeria l'hanno creata loro
Ritratto di Chromeo
20 agosto 2017 - 04:17
È una carrozzeria molto particolare la coupè wagon, molti appassionati non ci sono abituati ed ecco perché se ne vedono due automaticamente accostano subito il design di un'auto a quello di una più nota, in questo caso la FF. Un po come la logica che, ai non appassionati, fa accomunare le Fiat Coupé alle Ferrari
Pagine