NEWS

Aston Martin Vantage Roadster: sinfonia a cielo aperto

Pubblicato 12 febbraio 2020

Derivata dalla coupé, la Vantage Roadster mantiene il motore V8 4.0 con 510 CV. La capote in tela si apre e chiude elettricamente in meno di 7 secondi.

Aston Martin Vantage Roadster: sinfonia a cielo aperto

ANCHE IN MOVIMENTO - Due anni dopo la coupé, arriva l’Aston Martin Vantage Roadster, variante scoperta con capote in tela ad azionamento elettrico, che si ripiega in tre parti e viene celata da una copertura dietro i sedili, dove si trovano anche gli archi per proteggere la testa dei passeggeri in caso di ribaltamento dell’auto. La chiusura e l’apertura della capote avvengono anche in movimento (fino a 50 km/h) e in un tempo record, perché bastano meno di 7 secondi, meno delle rivali Mercedes-AMG GT Roadster e Porsche 911 Cabrio.

STESSA GRINTA - Più pesante di 60 kg rispetto alla coupé, l’Aston Martin Vantage Roadster ha specifiche tarature per gli ammortizzatori posteriori, il controllo di stabilità e il sistema elettronico per lo smorzamento delle asperità stradali, ma le sue doti di guida rimangono all’insegna della sportività, come dimostra il sistema per la regolazione dell’assetto: ci sono le note modalità Sport, Sport + e Track, che rendono l’auto meno o più reattiva. Il motore biturbo V8 4.0 è lo stesso della Coupé e sviluppa 510 CV, per 305 km/h di velocità massima e uno sprint ‘0-100’ in 3,8 secondi. La trasmissione è automatica a 8 marce.

NUOVA “FACCIA” - Con l’Aston Martin Vantage Roadster debutta una nuova mascherina anteriore, che sarà disponibile anche per la coupé: la grande “bocca” non ha il profilo aerodinamico a delinearne il contorno, ma assume un look più elegante. Arrivano inoltre nuovi cerchi in lega di 20”. La Vantage Roadster sarà consegnata ai primi clienti dal secondo trimestre del 2020, con prezzi che stimiamo in circa 170.000 euro.

Aston Martin Vantage Roadster
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
19
2
1
2
3
VOTO MEDIO
4,2
4.185185
27


Aggiungi un commento
Ritratto di v8sound
12 febbraio 2020 - 13:03
F A N T A S T I C H E ! ! !
Ritratto di Giuliopedrali
12 febbraio 2020 - 17:20
Queste sono macchine, ma perchè: non tanto per il V8 o perchè è un Aston o per il design fiabesco, ma perchè è costosissima ma anni luce distante come spirito dai ricchi bimbominxia della riccanza.
Ritratto di Pavogear
12 febbraio 2020 - 18:08
Io aggiungerei anche perché possiede una linea che fa impazzire, soprattutto in versione coupé
Ritratto di probus78
12 febbraio 2020 - 21:15
La linea e il design sono semplicemente favolosi. Aston Martin si conferma sfornare le supercar più belle ad affascinanti sul mercato, come da tradizione, oltre ad aver iniziato a produrre anche hypercar di incredibile impatto estetico come la Valkyrie.
Ritratto di 82BOB
13 febbraio 2020 - 07:03
Bella, come lo sono tutte le Aston, con una linea da sogno, ma ha qualcosa che non mi convince... il monociglio dietro e la "mascherona" (soprattutto in rapporto ai piccoli fari) non mi fanno impazzire! Interni sontuosi, particolari e forse un po' pomposi, ma molto affascinanti!
Ritratto di Giuliopedrali
13 febbraio 2020 - 10:38
Solo la Ferrari Roma è ad un livello da Aston Martin, cioè le Ferrari saranno dei capolavori V12 e di design superiori ad Aston Martin eppure non riescono a dare quel senso di understatement che solo gli inglesi sanno dare.
Ritratto di Cancello92
13 febbraio 2020 - 17:22
Difetti? le luci anteriori anonime e le bocchette dell'aria strane. Per il resto perfetta e bellissima, magari averla.
Ritratto di Giuliopedrali
14 febbraio 2020 - 09:31
Però devo dire che la classe dell'Aston Martin DBS e V8 degli anni 70 credo che non ce l'abbia nessuna altra auto, forse è davvero il mio sogno, più della Jensen Interceptor o di un americana del 1907.
Ritratto di Giulio Menzo
15 febbraio 2020 - 14:49
2
Bellissima,solo la Roma è così superlativa,ed è anche a mio parere più sinuosa e bella della coupé