Audi A1 Citycarver: una piccola in stile crossover

Pubblicato 29 luglio 2019

La nuova versione dell'Audi A1 ha un look ispirato a quello delle suv, ma resta una vettura a due ruote motrici per la città.

Audi A1 Citycarver: una piccola in stile crossover

LA TRAZIONE? SOLO ANTERIORE - L’Audi prosegue nel completamento della gamma della sua utilitaria, presentando l’Audi A1 Citycarver, una versione con look ispirato a quello delle suv e un’altezza da terra maggiorata di 3,5 cm. Resta una vettura a trazione solamente anteriore la Citycarver e sarà ordinabile dal mese di agosto 2019 per essere nelle concessionarie in autunno. Stilisticamente, ha una mascherina specifica con otto lati, come le suv della casa tedesca, e i profili neri che corrono lungo la parte bassa della vettura, un po’ come avviene per le altre Audi con look ispirato alle suv, le A4 Allroad e A6 Allroad.

PICCOLA DI CARATTERE - L’interno dell’Audi A1 Citycarver non cambia rispetto a quello dell'A1 Sportback, con la sua caratteristica consolle orientata verso il guidatore, lo schermo del sistema multimediale MMI di ultima generazione, in posizione rialzata, che può essere dotato anche di una scheda sim per ottenere informazioni in tempo reale su traffico, condizioni meteo lungo il percorso e prezzi dei carburanti nelle vicine aree di servizio. Il baule è di 335 litri con il divano in posizione d’uso, ma raggiunge i 1090 litri abbattendo lo schienale. Per il momento non sono stati annunciati quali motori saranno disponibili per l'A1 Citycarver, che fra le piccole in stile crossover ha come rivale la Ford Fiesta Active.

VIDEO
Audi A1 Citycarver
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
9
10
13
30
80
VOTO MEDIO
1,9
1.859155
142




Aggiungi un commento
Ritratto di remo la barca
29 luglio 2019 - 11:48
Utilissima versione meno stabile di un progetto intrinsecamente instabile, però vuoi mettere il look ?
Ritratto di Gwent
29 luglio 2019 - 14:58
2
Da 5 volanti dopo averne viste un paio in giro il mio giudizio è sceso a 1. La precedente per quanto brutta, per quanto abbastanza inutile, aveva almeno il tocco aggraziato e pulito di De Silva, sia su questa che sulle altre audi si nota come quella pulizia stilistica sia andata persa in favore di uno stile manga col quale solo i giapponesi sanno giocare bene. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Pierpaolo C
29 luglio 2019 - 23:34
Non capisco perché hai dato 5 volanti e non 2, prima di artivsre a 1
Ritratto di yalen86
30 luglio 2019 - 10:28
Come linea a me non sembra così tanto male.. e guido una Panda in quanto sono povero. Però, avendone vista una in strada, versione normale.. ho faticato molto a non confonderla con una BMW. Sembra un po' che le Audi scopiazzino le BMW e le BMW si siano buttate sulle Lexus.
Ritratto di Andrea 01
30 luglio 2019 - 19:04
3
Ok che i gusti sono i gusti, ma dire che era meglio la vecchia A1(la versione pre restyling era brutta come la m) , beh hai seri problemi di vista visto che è stato il più brutto modello prodotto da Audi. La sua erede A50 in confronto era da compasso d'oro.
Ritratto di Mazdasuzuki
29 luglio 2019 - 19:45
remolabarca sei uno sfigo
Ritratto di Thresher3253
29 luglio 2019 - 11:51
Aldilá della moda, mi chiedo il senso di queste versioni. Si tratta di compatte per la città... con assetto (molto leggermente) rialzato e protezioni per la carrozzeria. E a che servirebbero esattamente? Porti una Fiesta a fare offroad sulle buche romane? Hai una macchina imbruttita, che non puoi usare per il fuoristrada vero (vista la trazione anteriore e sostanzialmente la stessa meccanica della versione normale), che consuma di più e che costa di più senza reali vantaggi. Pazzo chi la compra, esattamente come la Karl Rocks e la Fiesta Active.
Ritratto di Gwent
29 luglio 2019 - 15:01
2
Forse sono convinti che con queste versioni rialzate di 2 mm quando finiscono in una di quelle voragini tipicamente italiche riescono ad uscirne del tutto indenni mentre a piegare i cerchi e rompere i braccetti sono i "gonzi" che hanno preferito le versioni normali. Questo naturalmente imho e con rispetto parlando. Un saluto. Il Gwent.
Ritratto di Roomy79
29 luglio 2019 - 21:16
1
Forse sono convinti che arrivando davanti al bar gli amici dicano “grande ti sei fatto il suv” anche tu adesso sei uno socialmente accettato e in grado di integrarsi nell’italian society of ignorants
Ritratto di yalen86
30 luglio 2019 - 10:25
Sinceramente le vedo come un "Non posso avere un Suv vero.. mi accontento di una cosa che gli somiglia". Magari non è questo il motivo, ma semplicemente un fattore estetico. Io ho la Panda (l'ultimo modello per intenderci) Twinair a metano.. scelta in versione Trekking quei 10 mesi che l'avevano commercializzata nel 2012-2013 (ora quella versione l'hanno tolta di commercio e hanno messo la City-Cross ma non esiste a metano)... per un semplice motivo. La Panda a metano è più rialzata per il discorso delle bombole sottoscocca e, nella versione normale, dietro si vedeva benissimo la marmitta a traverso cosa che a me non piaceva. Voilà con la Trekking questo "difetto estetico" sparisce in quanto c'è il pannello di plastica sul paraurti. Qualcuno può vederne un'utilità, altri no. Un po' come in Asia vanno di moda le macchine con molte finiture cromate e fari grandi, forme arrotondate ecc che qui non hanno più mercato. In alcune macchine la versione "suvvizzata" può migliorare l'estetica, come nel caso della Panda, della Karl Rocks ecc.. o peggiorarla come nel caso della Fiesta Active in quanto sembra più "pesante" all'occhio.
Pagine