NEWS

Vent’anni di Audi A4

30 ottobre 2014

L'Audi A4 viene costruita ad Ingolstad dall’ottobre del 1994. Oltre sei milioni gli esemplari prodotti, in attesa della nuova generazione prevista nel 2015.

Vent’anni di Audi A4
UNA “VECCHIETTA” ANCORA IN FORMA - “La famiglia A4 è il cuore dell'Audi”: pensieri e parole di Hubert Waltl, membro del consiglio di amministrazione per la produzione Audi. Come dargli torto? Chiamata a sostituire l’Audi 80, la prima Audi A4 è uscita dallo stabilimento di Ingolstadt nell’ottobre del 1994. Dopo vent’anni e quattro generazioni è entrata di diritto nella storia del marchio grazie ad oltre 6 milioni di unità vendute. Nel 2013, l’impianto tedesco ha prodotto quasi 200.000 tra A4 berlina, Avant e Allroad, alle quali si aggiungono le 40.000 unità che escono dallo stabilimento di Neckarsulum. Senza contare la produzione locale per i mercati di Cina, India e Indonesia. L’attuale generazione dell'Audi A4, lanciata nel 2007, è stata scelta da oltre due milioni di clienti. Nel frattempo lo stabilimento di Ingolstad è sottoposto ad un ammodernamento  necessario alla produzione della quinta generazione della A4 che sarà lanciata nel corso del 2015.
 

Quattro generazioni a confronto.
 
UN PO' DI STORIA - La prima serie dell'Audi A4 (nota anche con il nome in codice B5) è rimasta in produzione dal 1994 al 2000 ed era basata su una piattaforma comune con la Volkswagen Passat di allora. Nel 2000 arriva la seconda serie (la B6) che, oltre alle consuete varianti berlina e station wagon, era disponibile anche come cabriolet. Nel 2004 è la volta della terza serie (B7), che era però era un'evoluzione, con vari ritocchi tecnici e stilistici, della B6. Nel 2007 è la volta dell'attuale A4 (la B8), che per prima accantona il pianale in comune con la Passat per passare ad una nuova ossatura specifica per le Audi denominata MLB.
 
L'attuale Audi A4: nel 2015 è prevista la nuova generazione.
Audi A4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
23
43
29
14
30
VOTO MEDIO
3,1
3.107915
139
Aggiungi un commento
Ritratto di IloveDR
30 ottobre 2014 - 12:58
4
che poi era una evoluzione della Audi 80...quell'80 del 1986 che per i suoi tempi era rivoluzionaria
Ritratto di gio.G
30 ottobre 2014 - 13:00
20
STUPENDA
Ritratto di M93
30 ottobre 2014 - 13:30
Un pezzo di storia dell'Audi la A4, degna erede della mitica 80.
Ritratto di Subaru_Impreza
30 ottobre 2014 - 18:11
Cos'avrebbe la 80 di mitico fammi capire?
Ritratto di M93
30 ottobre 2014 - 18:22
È stata una vettura fondamentale per la rinascita di Audi, gettando le basi per il suo rilancio.
Ritratto di wesker8719
30 ottobre 2014 - 18:54
praticamente quando audi inaugurava la prima a4 allo stesso tempo alfa romeo vendeva quella schifezza di 155 ,una delle auto peggiori della storia automobilistica...
Ritratto di Subaru_Impreza
30 ottobre 2014 - 19:15
eh già, magari l' Alfa avesse lo stesso prestigioso passato di audi! ahahahahahahahah
Ritratto di wesker8719
30 ottobre 2014 - 22:08
ma perchè la alfa degli ultimi 25 anni hanno anche prestigio ? la risata me la dovrei fare io semmai
Ritratto di Subaru_Impreza
31 ottobre 2014 - 01:23
Audi non ne ha mai avuto, dai tempi della Horch passando per le varie Prinz e Auto Union. Sono auto che un vero appassionato non prende nemmeno in considerazione con il loro design uguali da decenni, quegli interni tristissimi con plastichette all'apparenza pregiatissime ma che di fatto si sfaldano dopo pochi anni, i motori a sbalzo, il sottosterzo infinito di tutti i modelli, un feeling di guida degno di una Tata , quella ridicola trazione quattro sui modelli base con frizione Haldex, pianali, meccanica e motori in comune con auto low cost, senza tirar fuori tutti i problemi legati all'affidabilità dei polmoni a gasolio firmati vw e quei cambi automatici che si rompono a guardarli, testate, turbine, iniettori ed altro, il tutto condito da prezzi improponibili e una dotazione di serie ridicola, in più sono anche le auto preferiti dai rumeni/rom (prestigio vero). Eeeh la qualità tedesca. C'ho l'audi io eh.
Ritratto di Subaru_Impreza
31 ottobre 2014 - 01:25
Audi non ne ha mai avuto, dai tempi della Horch passando per le varie Prinz e Auto Union. Sono auto che un vero appassionato non prende nemmeno in considerazione con il loro design uguali da decenni, quegli interni tristissimi con plastichette all'apparenza pregiatissime ma che di fatto si sfaldano dopo pochi anni, i motori a sbalzo, il sottosterzo infinito di tutti i modelli, un feeling di guida degno di una Tata , quella ridicola trazione quattro sui modelli base con frizione Haldex, pianali, meccanica e motori in comune con auto low cost, senza tirar fuori tutti i problemi legati all'affidabilità dei polmoni a gasolio firmati vw e quei cambi automatici che si rompono a guardarli, testate, turbine, iniettori ed altro, il tutto condito da prezzi improponibili e una dotazione di serie ridicola, in più sono anche le auto preferiti dai rumeni/rom (prestigio vero). Eeeh la qualità tedesca. C'ho l'audi io eh.
Pagine