NEWS

Hai un'Audi? Il pacco te lo consegnano nel bagagliaio

23 aprile 2015

Sulle Audi connesse a Internet, il cliente Amazon Prime può chiedere la consegna direttamente nel bagagliaio tramite corriere DHL.

Hai un'Audi? Il pacco te lo consegnano nel bagagliaio
PICCOLA MA CAPIENTE - La frontiera della consegna a domicilio? In auto, naturalmente. O meglio, direttamente nel baule, sfruttando le tecnologie di Amazon, la nota azienda di commercio elettronico nata giusti vent'anni fa come libreria online per mano di George Bezos, e la tecnologia a bordo delle Audi. Le due aziende hanno messo a punto un sistema che sarà testato il mese prossimo in Germania con un progetto pilota che, se darà esito positivo, sarà esteso a tutto il mondo. 
 
UNA SOLA VOLTA - Il funzionamento è, sulla carta, semplice: chi compra chiede la consegna in auto, e dichiara una posizione approssimativa in cui sarà parcheggiata l'auto al momento della consegna prevista; contestualmente viene generato un codice temporaneo (una one time password, analogamente a quelle richieste dai sistemi di home banking) per aprire il bagagliaio una sola volta. Il corriere, nello specifico DHL, “recapita” il pacco nel baule e, a consegna avvenuta e chiuso il bagagliaio, il codice non è più valido.
 
PER ORA A MONACO - Il servizio di consegna in auto, valido al momento per la sola città di Monaco, è incluso con l'abbonamento Amazon Prime, e richiede che l'auto abbia installato un sistema multimediale connesso a Internet. Per ora, evidentemente, si tratta di qualcosa di nicchia: in prospettiva, tuttavia, potrebbe rivelarsi comodo. A patto di avere una certa fiducia nei confronti di uno sconosciuto, comunque rintracciabile dai sistemi di gestione della logistica di DHL.




Aggiungi un commento
Ritratto di Mattia Bertero
23 aprile 2015 - 20:21
3
Basta che non si deve consegnare un mobile altrimenti sono cavoli...:-)
Ritratto di DS
24 aprile 2015 - 09:02
Spero per quei poveracci che come mestiere fanno i fattorini per i corrieri espressi che una cosa del genere fallisca al più presto e non se ne parli più. Ma li avete mai visti quei poveri diavoli? Decine e decine di consegne e ritiri al giorno, km e km da macinare e sempre di fretta, ora questi dovrebbero pure trovare un auto in mezzo a delle altre di cui conoscono l'ubicazione approssimativa? Credo che si sentirebbero le bestemmie a distanza di km...
Ritratto di osmica
24 aprile 2015 - 09:21
Magari facendo comunicare con il sistema Gps. I fattorini pero' cmq lavorano per aree piu' o meno grandi, esempio un rione di una citta'. Zone che conoscono perfettamente, pertanto potrebbe bastare la via e il civico (magari chi fa l'acquisto aggiorna l'ubicazione piu' precisa). Ma oltre a questo problema, il sistema ha delle potenzialita'. Una volta trovata la vettura, il fattorino fa la consegna in mezzo minuto. Non ha bisogno ne di citofonare, aspettare, ne di salire le scale al non so quale piano. E nel caso non trovando nessuno a casa/ufficio, deve riconsegnare il giorno dopo. Con la stessa trafila. Nel caso dell'articolo, la consegna e' praticamente garantita, necessita' di meno tempo e meno impegno per il fattorino. E aggiungo, non lascia il furgone per un paio di minuti in doppia fila bloccando altre vetture, su un passo carraio o in mezzo la strada.
Ritratto di Dr.Torque
24 aprile 2015 - 13:26
Hai un'audi? Il pacco te lo sei già comprato! :)
Ritratto di Supra
26 aprile 2015 - 20:58
Disse quello con la Fiat 500...
Ritratto di Dr.Torque
27 aprile 2015 - 14:14
Accetto la battuta, avevo messo uno smile anche io d'altra parte. La 500 non è l'unica auto che possiedo, ma resta il fatto che con lei ho percorso 100mila km senza il benché minimo problema, è una Lounge quindi ha un'equipaggiamento completissimo e l'ho pagata circa la metà di una Audi A1. Poi, per cairtà, de gustibus...
Ritratto di Supra
27 aprile 2015 - 22:32
Auguri con la tua piccola 500 :)
Ritratto di Francesco Noto
30 aprile 2015 - 00:20
Poca roba