NEWS

Dal primo luglio aumenti in vista per le autostrade

4 giugno 2010

Con la manovra da 24 miliardi voluta dal governo, le società che gestiscono i tratti autostradali dovranno pagare un sovracanone all'Anas che finirà sulle "spalle" degli automobilisti dal primo luglio. A partire dal 2011, come se non bastasse, è già prevista un'altra serie di altri rincari.

RINCARI A BREVE - Dal primo luglio 2010, prepariamoci a pagare di più per accedere alla rete autostradale. Per effetto dell'articolo 15 della recente manovra da 24 miliardi di euro voluta dal governo Berlusconi, sono previsti aumenti tra l'1,5% e il 5,5%. Ulteriori rincari sono inoltre in programma a partire dal primo gennaio 2011.

E GLI UTENTI PAGANO - All'interno dell'articolo 15 (lo stesso che ha reso a pagamento il Grande Raccordo Anulare di Roma, qui la news), il comma 4 prevede che le concessionarie autostradali debbano pagare un sovracanone all'Anas proporzionale alla lunghezza dei tratti in concessione. In poche parole società come Autostrade per l'Italia saranno obbligate a pagare di più per gestire le autostrade di competenza di proprietà dell'Anas con la conseguenza che questi aumenti finiranno tutti sulle “spalle” degli automobilisti. Secondo quanto riporta oggi Il Sole24Ore, Giovanni Castellucci, amministratore delegato di Atlantia e Autostrade per l'Italia, non ha dubbi in merito: “L'obbiettivo di sanare il bilancio dell'Anas è sacrosanto ma quegli aumenti saranno trasferiti sulle tariffe e sugli utenti”.

COME FUNZIONANO - Vediamo in dettaglio cosa prevede il sovracanone. Secondo il decreto legge del governo, le società concessionarie dovranno pagare l'Anas un millesimo di euro per chilometro per le prime due classi di pedaggio (moto, auto, suv, caravan e furgoni) e tre millesimi di euro per i veicoli con più di tre assi come i tir. Dal primo gennaio 2011, queste tariffe si raddoppieranno e si passerà rispettivamente a due e sei millesimi. Conti alla mano, secondo uno studio condotto da Il Sole24Ore, la maggior parte dei rincari non dovrebbe superare il 3,5%. Faranno eccezione i veicoli con più di due assi che si troveranno a pagare fino al 5,5% in più per entrare in autostrada.

Aggiungi un commento
Ritratto di Al86
4 giugno 2010 - 14:27
Caliamoci ancora tutti quanti le braghe, alè!
Ritratto di Gianlu_82
4 giugno 2010 - 14:41
Spesso sono costretto a percorrere quasi tutta l'Italia in auto. Ovviamente in autostrada, perchè in Italia non esiste una strada statale ben tenuta. Vergogna !
Ritratto di Pasquale_62
4 giugno 2010 - 14:45
Però devo dire che da poco hanno completato un tratto di SS 16 tra Cerignola e Bari. Devo dire che non è male, quasi un'autostrada. Non a caso ho viaggiato a circa 130/140 km/h senza l'occhio possente del Tutor. Ma in piccoli tratti buche e striscie d'asfalto non mancano.
Ritratto di FNK
4 giugno 2010 - 15:39
..è applicare gli aumenti in concomitanza quali inizio dell'anno e le ferie estive, quando milioni di persone si muovo per l'Italia. Non penso che sia una casualità, questo.
Ritratto di Al86
4 giugno 2010 - 15:43
E' una cosa voluta e studiata per mettercelo per bene nel di dietro, come al solito
Ritratto di osmica
4 giugno 2010 - 15:54
Era da un po' di tempo che non mettevano a posto i pedaggi! Pensavo che se l'erano scordati! Vabbuo': anche quest'anno niente ferie in Italia! Niente pedaggio, niente alberghi/kampeggi con prezzi eccessivi, niente bar/ristoranti con prezzi abnormi...
Ritratto di fusco8
4 giugno 2010 - 16:03
copiare da altri paesi europei,pagare una tassa fissa all'anno e circolare sulle autostrade quanto si vuole.ciao e buon viaggio :))))(a ki se lo puo permetere)
Ritratto di osmica
4 giugno 2010 - 16:13
guarda, da due anni in Slovenia hanno introdotto la vinjeta (vigneta), adesso esiste quella da 7gg, 15gg (o mensile, non ricordo) e annuale. L'annuale costa ben 95€, Faccio molta autostrada in Slovenija e mi conviene... ma a casa o 4 vetture... e ho solo due vignete! Ma se un giorno una macchina non parte o anche un mio famigliare deve usare l'auto... il tutto e' molto scomodo. E te lo dice uno a cui conviene la vinjeta annuale! Un'altro motivo e il seguente: dal momento in cui uno compra la vinjeta sara' poi propenso ad utilizzare il piu' possibile l'autostrada, quando prima magari faceva le strade extraurbane per risparmiare il pedaggio... La conseguenza e' una marea di macchine in piu' sull'autostrada! Molto traffico in piu', pericolosi rallentamenti e file nelle ure di punta... E le restanti strade sono piu' libere...
Ritratto di Al86
4 giugno 2010 - 16:26
Anche in Svizzera funziona più o meno allo stesso modo, a inizio anno compri il bollino da applicare al parabrezza e per tutto l'anno circoli sulle autostrade svizzere, per per quel che ho girato in svizzera non c'è molto casino sulle autostrade (peraltro tenute ottimamente), che però in alcuni tratti hanno limiti di velocità ridicoli (anche di 80 km/h).
Ritratto di osmica
4 giugno 2010 - 20:51
Svizzera, Slovenia, Austria, tutti con il bollino. Tutti con le autostrade in ottimo stato. Il bollino c'e' anche in Ungherai, Rep.Ceca, Slovacchia; ma non ricordo le loro condizioni (ci sono stato solo un paio di giorni). Limiti di velocita' ridicoli ne trovi un po' da tutti le parti. Adottare il bollino in Italia sarebbe un problema in quanto ci sono le varie proprieta'/aziende che hanno in concessione le autostrade...
Pagine