NEWS

Roma: raccordo anulare a pagamento?

24 maggio 2010

La finanziaria 2010 prevede l'introduzione di pedaggi per le tratte con caratteristiche di autostrada, tra questi l'anello stradale che circonda la capitale.

DI NOME DI FATTO - Forse non tutti sanno che il Grande Raccordo Anulare (Gra) che circonda Roma e connette tutte le principali strade della capitale (ci sono ben 42 svincoli) è classificato come A90, dove la “A” sta ad indicare autostrada. Un “piccolo” particolare che, secondo quanto previsto dalla finanziaria 2010, renderebbe legittimo l'imposizione di un pedaggio per il suo transito.

CORO DI NO - Un'ipotesi che, però, oltre a non piacere di certo alle migliaia di automobilisti che percorrono le strade della capitale, non trova il sostegno delle forze politiche. Come riporta il Sole 24 Ore, un coro di no si è levato da tutte le forze in campo, a cominciare dall'assessore alla mobilità del comune di Roma, Sergio Marchi, che ha detto: “Un'ipotesi da respingere con forza”. Anche il sindaco Alemanno è d'accordo: “Un pedaggio sul raccodo anulare è inaccettabile e impensabile perché si tratta di una via di collegamento ormai interna alla città di Roma e a servizio dei cittadini romani”.

GIÀ SI PAGA - Resta il fatto che il Grande Raccordo Anulare, gestito dall'Anas, con le sue carreggiate separate da spartitraffico, più corsie per senso di marcia e incroci a intersezione, ha caratteristiche che lo rendono una vera autostrada. Tanto da non essere diverso dalle tangenziali di altre città italiane, alcune già soggette a pedaggio, come a Milano o Napoli.

Aggiungi un commento
Ritratto di Il_SoMmO
24 maggio 2010 - 13:55
Cioè noi dovremmo pagare un pedaggio, per un cerchio che gira intorno Roma sempre pieno di traffico?!?! <_<
Ritratto di Sprint105
24 maggio 2010 - 14:04
anche le tangenziali di Milano sono sempre intasate, eppure si pagano. Perché a Roma no? Allora togliete il pedaggio anche a Milano
Ritratto di bombolone
24 maggio 2010 - 14:44
In realtà, a Milano il 90% degli automobilisti non paga l'uso della tangenziale, semplicemente perchè i caselli ci sono soltanto in uscita dalla tang. Est e dalla Ovest rispetivamente verso Carnate o Venezia e verso l'autostrada dei Laghi: a chi abbandona le tangenziali in uno di questi 3 punti viene addebitato l'intero percorso della tangenziale, indipendentemente dal fatto che ci abbia fatto 5 km o 50. Ma tutti gli altri che usano le tangenziali non paganno niente: se imbocchi la Est a Lambrate e la fai tutta verso Sud, quindi entri nella Ovest e la percorri tutta in direzione Nord, e poi prendi il tratto urbano della A4 (la cosiddetta tangenziale Nord) puntando a Est, praticamente fai un giro quasi completo intorno a Milano gratis; paghi solo il "peduncolo" alla fine, se vuoi rientrare sulla tang. Est dalla Nord. Non è proprio la stessa cosa, Sprint 105...
Ritratto di Sprint105
24 maggio 2010 - 15:51
ciao bombolone, hai ragione su tutto. Ma io ne facevo una questione di principio. Anche se non si paga sempre, comunque il pedaggio c'è.
Ritratto di Marco90
24 maggio 2010 - 18:34
con Sprint105...chissa perchè al nord dobbiamo pagare sempre mentre a roma (dove stranamente ci sono i politici) non si paga mai nulla...ma purtroppo questa è l'italia
Ritratto di bombolone
25 maggio 2010 - 10:16
Ma allora, anche a Napoli lo pagano... Non ne facciamo una questione di Nord e Sud x favore
Ritratto di altonypacino
25 maggio 2010 - 00:47
giusto!!!
Ritratto di Sprint105
25 maggio 2010 - 11:51
accidenti, ho sollevato un vespaio. Concordo con bombolone, non ne facciamo una questione nord-sud. Ribadisco che per me è solo una questione di principio, a prescindere dalla latitudine in cui si trova la città.
Ritratto di makluf90
24 maggio 2010 - 15:35
ma pensino prima a rimettere a posto le strade e le autostrade (a4,a3 e45) poi si potrà parlare di pedaggi, anche se in Germania le autostrade sono gratuite così come la celebre route 66. già che uno deve affrontare il traffico infernale e sopportare le condizioni pietose delle strade. non pagare il pedaggio almeno aiuta a "digerire" meglio il tutto ma se uno deve pure pagare allora è una presa in giro
Ritratto di Al86
24 maggio 2010 - 17:06
Negli USA è diverso, quelle che chiamano autostrade, come la famosa Route 66 (che non esiste più, ne sopravvive solo qualche tratto) sarebbero in realtà l'equivalente delle nostre superstrade, mentre le loro superstrade sono le nostre autostrade, infatti sono a pedaggio.
Pagine