NEWS

Auto e Moto d’Epoca 2021: una buona ripartenza

Pubblicato 25 ottobre 2021

La 38a edizione del salone internazionale dedicato ai veicoli d’epoca si chiude con un successo, ritornando ai numeri pre-covid.

Auto e Moto d’Epoca 2021: una buona ripartenza

UN SEGNALE DI NORMALITÀ - Più di un salone, Auto e Moto d’Epoca 2021 è un simbolo. I quattro giorni di evento riservati ai veicoli di una volta hanno fatto il pieno di pubblico, confermando i numeri delle edizioni pre-pandemia. Un vero successo per la manifestazione, tenuta nei 115.000 metri quadri dello spazio espositivo nella Fiera di Padova, che con più 5.000 mezzi e 1.600 espositori ha saputo attirare l’attenzione di appassionati provenienti da 32 Paesi di tutto il mondo. 

FORMAT ACCATTIVANTE - Come dichiarato dagli stessi espositori, il successo di Auto e Moto d’Epoca 2021, deriva dalla stessa formula dell’evento. Infatti, la grande presenza di pubblico nasce dalla selezione di auto in mostra: l’abbinamento di auto da corsa accanto a classiche, youngtimer e contemporanee che hanno risposto ai gusti degli appassionati e alle richieste di un settore ringiovanito.

NEL SEGNO DELLE RUOTE CLASSICHE - Auto e Moto d’Epoca 2021 è sia un mercato che uno spazio espositivo, in qui la storia dell’automobile diventa meta di attrazione sia per collezionisti che per giovani e famiglie. Che come dichiarato da Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia misura l’attenzione e la passione degli italiani verso l’auto, e la centralità del nostro Paese nello scenario mondiale dell’automobile. Una grande selezione e una grande varietà d’auto all’evento. Da segnalare l'interesse per le restomod, le elettriche e le youngtimer, che animano un mercato diverso da quello tradizionale dell'automobilismo storico. Una su tutte la Delta Integrale, presente al salone in numerosi esemplari, con quotazioni moltiplicate rispetto al valore di qualche anno fa.





Aggiungi un commento
Ritratto di giulio 2021
25 ottobre 2021 - 17:37
alla fine sabato ci sono stato, belle auto anche se in Italia comunque è difficile anche ad una rassegna del genere vedere auto davvero rare (faccio sempre l'esempio che la mia auto preferita di tutti i tempi la Jensen Interceptor mai vista dal vero) bellissima la rassegna su Bertone con numerosi prototipi anni 80 - 90 2000, ho parlato con il giornalista Marco Perucca Orfei di A.M, e le due auto che mi hanno più colpito sono neanche a dirlo una Alfa 33 Permanent4 bianca appena resaturata e appena venduta a 22.000 Euro... E una Mercedes 190 rosso scuro (trasformata in elettrica da Mercedes) ma tutte e due mi hanno colpito perchè non erano pari al nuovo ma ancora migliori del nuovo, la Mercedes 190 berlina tardi anni 80 era allo stand Mercedes e faceva impallidire la Mercedes E SW nuova esposta: cosa notata da tutti.
Ritratto di Trattoretto
25 ottobre 2021 - 22:16
La 33 terza serie, la più brutta, l'hanno ristilizzata squadrandola, sembrava un mezzo bancale di birre. La più bella è la seconda serie con le frecce bianche e la V larga. Anche le stoffe dei sedili di quella serie (la seconda) erano le più belle.
Ritratto di giulio 2021
26 ottobre 2021 - 16:25
No era di gran lunga la più bella la terza serie basta vederla adesso mentre la seconda serie è quella che attira meno.
Ritratto di Flavio8484
26 ottobre 2021 - 12:52
Non avevo dubbi che ti avesse colpito la 33...
Ritratto di giulio 2021
26 ottobre 2021 - 16:28
Si rarissima e nuovissima insieme, ed infatti venduta a 22.000 Euro, cifra sconvolgente ma che è maggiormente giustificata perchè è raro vederne una oggi mentre di BMW coeve se ne vedono in mano ai peggiori extracomunitari quindi difficile dare un valore analogo, in più devo dire sembrava contemporanea cosa assai rara.
Ritratto di Flavio8484
26 ottobre 2021 - 16:30
Mah, secondo me oggi i prezzi soffrono di una speculazione enorme... se pensi che a 20k prendi una thema ferrari, capisci che una 33 imola a 25k é un furto bello e buono.
Ritratto di giulio 2021
26 ottobre 2021 - 16:40
Tutti i prezzi sono spoeculazione, comunque cosa centra la tipologia di automobile, ovviamente una Bianchina cabrio può valere più di una Bentley, il valore è dato dalla rarità, vaolre intrinseco, non tonnellate di acciaio e bulloni impiegati, devo anche spiegarvi copme funziona l'automobilismo d'epoca, la 33 secondo me giustificava il prezzo molto più delle varie BMW circa a quel prezzo che non sono rare, per le Porsche poi la bolla speculativa ha raggiunto livelli davvero sconvolgenti.
Ritratto di Flavio8484
26 ottobre 2021 - 16:49
Sinceramente non devi spiegarmi nulla dato che l auto d epoca ce l ho e frequento alcuni raduni, in questo momento storico ci sono delle cosiddette "youngtimer" a prezzi da fantascienza, vedi delta varie, é li che sta la bravura nel capire quale auto diventerà di interesse storico. Nella fattispecie sono state prodotte 900000 33, non credo siano numeri che giustifichino una spesa di 25k
Ritratto di giulio 2021
26 ottobre 2021 - 19:02
Flavio 8484 : magari la 33 ce l'avevo , ma quante Alfa 33 restano? Quello è il punto, i 22.000 pagati, neanche chiesti, sono tantissimi anche per me ma in linea di principio più giustificati che i 100.000 Euro ormai richiesti per qualunque Porsche (911) youngtimers, anche semplicemente usata di qualche anno, cioè di quelle restano tutti gli esemplari prodotti, se ne hanno fatte 900.000 e ne avranno fatte molte di più restano tutte quante, si le youngtimers non le capisco, ad esclusione di Mercedes 190, Alfa 33 e BMW 850i (più Alfa Duetto e Lancia Delta Integrale) presenti lì a Padova in condizioni perfino migliori del nuovo e che fanno scomparire ed apparire datata la produzione attuale Alfa, Lancia, Mercedes e BMW, comunque nel complesso il fenomeno youngtimers soprattutto per le auto tedesche non lo capisco, cioè è pieno di extracomunitari con le loro inquinantissime BMW 3 anni 90 ad esempio e quindi pagarle come un'auto nuova (anche se in condizioni eccezionali), mi è davvero complicato da capire, mi sembra perversione, diverso è se appunto si parla di 33, Duetto o Delta auto che distinguono dalla massa.
Ritratto di Flavio8484
26 ottobre 2021 - 19:16
Quindi stai paragonando la 33 alla 850??? Cosa aveva di innovativo poi?era basata sul pianale dell alfasud, hanno tolto i freni entrobordo e messo un parallelogramma di watt...era piu innovativa l alfasud! Anch io sono particolarmente legato alla ritmo, ma dire che oggi, pagarla 10k é una cifra giusta, vuol dire ragionare col cuore e non con la ragione
Pagine