NEWS

In autostrada a 150 km/h: si torna a parlarne

9 novembre 2018

L'idea è stata lanciata dal presidente della commissione Trasporti della Camera, che vuole diminuire traffico e tempi di percorrenza.

In autostrada a 150 km/h: si torna a parlarne

SOLO DOVE C'È IL TUTOR - Torna a farsi strada la proposta di alzare i limiti di velocità sulle autostrade italiane, che in alcune circostanze e su alcune tratte potrebbero salire da 130 a 150 km/h. Ne ha parlato Alessandro Morelli, presidente della commissione Trasporti della Camera, che spostando il limite massimo di velocità a 150 km/h pensa di far migliorare il traffico ed i tempi di percorrenza. Morelli ne ha parlato durante un'intervista al Corriere della Sera, in cui ha precisato che i 150 km/h potranno essere raggiunti soltanto sulle autostrade con tre corsie per senso di marcia (oltre alla corsia d'emergenza), dotate di asfalto drenante (elimina l'acqua piovana più velocemente) e con installati i Tutor, i sistemi per la misurazione della velocità media.

LIMITI ORMAI SUPERATI - Morelli ha spiegato che le auto “oggi sono dotate di strumenti sofisticatissimi, dalla frenata assistita al regolatore di velocità adattativo, che un tempo neppure erano pensabili”. Di conseguenza per il deputato della Lega non ha più senso mantenere limiti di velocità “che oggi possono essere inutilmente severi in quanto figli di una diversa stagione". A suo avviso infatti le nuove auto hanno le tecnologie per viaggiare a 150 km/h in assoluta sicurezza. Morelli ha già consultato la Polizia Stradale ed è consapevole che oggi il vero problema sulle strade non è la guida a forte velocità, ma “la distrazione alla guida, che in nove casi su dieci significa l’utilizzo del cellulare”.

LE REGOLE CI SONO - In Italia è già possibile alzare il limite di velocità a 150 km/h, ma le società che gestiscono le autostrade non ne hanno ancora approfittato. I 150 km/h sono raggiungibili nelle autostrade con tutor, a tre corsie per senso di marcia (oltre alla corsia d'emergenza), lungo rettilinei o con curve ad angolatura minima, senza traffico intenso e non dove sono presenti salite o discese. È necessario infine che sia presente un cartello con indicato il limite di 150 km/h.

Aggiungi un commento
Ritratto di Alfa1967
9 novembre 2018 - 16:15
Favorevole al limite 150km h Su alcune tratte tipo Milano-Bologna ,Torino-Milano Agrate-Mestre A26 Vergiate-Ovada usando il buon senso si va tranquillamente a 150. Il problema sono gli ignoranti che guidano telefonando o inviando messaggi.
Ritratto di gjgg
9 novembre 2018 - 16:25
1
Come fare tecnicamente al momento non so ma permetterlo ad auto con una certa predisposizione all'attenzione di guida (magari quelle che prediligono il piacere stesso di mettersi e stare al volante) anziché ad auto che prediligono i sistemi di intrattenimento, potrebbe avere una sua logica
Ritratto di ForzaItalia
12 novembre 2018 - 10:25
Ma quanti anni hai gjgg?
Ritratto di ammazza58
9 novembre 2018 - 23:22
aggiungi anche gli imbranati che viaggiano in terza corsia quando le prime due sono deserte
Ritratto di MirtilloHSD
10 novembre 2018 - 20:08
4
Sì verissimo. O quelli che sembra che non abbiano mai visto un casello e sbagliano corsia (non troppo tempo fa un fenomeno ha sbagliato corsia e si sono illuminate le luci rosse a lato della sbarra della corsia Telepass)
Ritratto di mike53
10 novembre 2018 - 09:32
Sono d'accordo. Frequentando spesso la A26 che è scorrevolissima e poco trafficata almeno fino ad Ovada, mi capita già ora di assistere a gare demenziali sul filo dei 200 in particolare di imbecilli svizzeri e in genere stranieri, sicuri del fatto che tanto non avranno conseguenze pecuniarie. Cominciamo allora col bastonare come si deve questi ipocriti che a casa loro non si sognerebbero mai di comportarsi in questo modo, pena una dura e giusta punizione, ma anche gli altrettanto potenzialmente pericolosi imbecilli che si piazzano al centro della carreggiata a 80-90 km/ora creando un "tappo" che a volte si è costretti a bypassare sulla destra per evitare incidenti! Purtroppo è proprio la mancanza di seri e capillari controlli da parte della Polizia che creano queste problematiche.
Ritratto di Fdet_
10 novembre 2018 - 09:56
Molto spesso quegli"svizzeri" sono italiani che non hanno voglia di pagare le tasse in Italia. E fidati che ce ne sono, ne ho sentiti un paio in spiaggia
Ritratto di mike53
10 novembre 2018 - 10:13
@Fdet_...dal momento che sfrecciano a....bassa quota, riesco solo a vedere la targa ticinese ma non escludo che possa essere anche come sostieni tu. Comunque sia, dovrebbero essere bastonati come si deve, perché se non stai più che attento e non guardi lo specchietto retro, so' c...i! Saluti.
Ritratto di galugnano
12 novembre 2018 - 17:44
Altra problematica sono gli automobilisti che NON OCCUPANO LA CORSIA LIBERA PIU' A DESTRA! Capita ogni giorno di trovare auto che viaggiano a velocità inferiori ai 130km/h in seconda e terza corsia e la prima libera...
Ritratto di mika69
9 novembre 2018 - 16:24
Potendo fare i sofisticati direi che i 150/h potrebbero essere destinati alle sole due corsie di SX, o addirittura solo quella a SX, e per quella centrale mettere anche un limite minimo, non so, sui 110. Spesso ti trovi dei lentoni (anche sotto i 100/h) che occupano tale corsia, quando dovrebbero stare a dx, creando molto più pericolo di chi viaggia a 180 in corsia di sorpasso.
Pagine