NEWS

Benzina e gasolio: i prezzi continuano a salire

24 aprile 2019

In autostrada si superano i 2 euro al litro in un’ascesa costante da gennaio 2019. Pesa anche la situazione politica estera.

Benzina e gasolio: i prezzi continuano a salire

OLTRE 2 EURO - Gli italiani in viaggio con l’auto il 25 aprile dovranno prepararsi ad una piccola “stangata” sui prezzi dei carburanti, in aumento rispetto alle scorse settimane con punte superiori a 2 euro in autostrada: il record negativo va all’area di servizio San Pietro di Napoli, stando all’Osservatorio sui carburanti del Ministero dello Sviluppo Economico, dove 1 litro di benzina nelle pompe servito è arrivato a costare 2,071 euro. Hanno superato la soglia dei 2 euro al litro anche l’area di servizio San Zenone est di Milano, con 2,020 euro; quella di Lucignano est ad Arezzo, dove un litro di verde costa 2,041 euro; e l’area Arno ovest di Firenze, con un prezzo al litro di 2,051 euro.

RINCARI COSTANTI - Gli ulteriori rincari di questi giorni sono l’apice di una tendenza in atto già da diversi mesi, come dimostra l’indice sui prezzi dei carburanti messo a punto dal Ministero dello Sviluppo Economico, dove si legge che il prezzo medio della benzina era a gennaio 2019 di 1,490 euro al litro, a febbraio di 1,521 euro al litro e a marzo di 1,558 euro al litro. Oggi, stando al sito internet Prezzibenzina.it, un litro di verde costa in media 1,658 euro al litro. Lo stesso vale per il diesel: dai 1,434 euro al litro di gennaio ai 1,495 euro di marzo, fino ai 1,548 euro di oggi. Il 1 aprile 2018 un litro di benzina costava in media 1,569 euro e uno di gasolio 1,446 euro. 

PESA L’EMBARGO - Gli aumenti sono dovuti in parte alla complessa situazione politica in Libia, che in questo momento è in piena guerra civile, in parte all'embago imposto dagli Usa sull’importazione di greggio dall’Iran, ora pienamente operativo anche per l’Italia, che era stata temporaneamente esentata. In virtù di queste difficoltà, oggi 24 aprile Eni, IP e Italiana Petroli hanno deciso perciò di aumentare di 1 centesimo al litro i prezzi di benzina e gasolio.





Aggiungi un commento
Ritratto di otttoz
24 aprile 2019 - 16:20
da decenni tutta l'europa si doveva indirizzare al fotovoltaico di massa e la mobilità elettrica per evitare i ricatti petroliferi e limitare l'inquinamento!
Ritratto di Marco_Tst-97
24 aprile 2019 - 23:24
Sì, così da dover cedere al monopolio delle materie prime delle batterie da parte della Cina! Qualsiasi tipologia di alimentazione non ci permetterà mai di essere completamente indipendenti da Paesi stranieri in grado di porre embargo...
Ritratto di Rikolas
25 aprile 2019 - 10:11
Ottozz, l'enneismo ignorante con la 3a media che parla solo per spararla grossa! Senti ecologista da circo, forse non hai ancora capito che l'elettrico ha paradossalmente bisogno di ancor più petrolio rispetto a un veicolo tradizionale, come credi di produrla l'energia per le ricariche? Come le produci le batterie, con acqua e farina? Basta con questi ignoranti, andate a scuola a imparare qualcosa, prima di scrivere cominciate a ripassarvi le tabelline, almeno imparate qualcosa di utile nella vostra vita. E se potete astenetevi dal votare, dovrebbero davvero limitare l'accesso alle urne a chi non dimostra un minimo di cultura generale.
Ritratto di Alfa1967
25 aprile 2019 - 19:13
Concordo
Ritratto di Sampei8
25 aprile 2019 - 19:49
1
Sei un pagliaccio. Fatti una camomilla esaltato.
Ritratto di alex_rm
25 aprile 2019 - 10:58
C’è molta speculazione da parte dei produttori,tassazione all inverosimile con accise per eventi anche di 100 anni fa,è una politica internazionale che penalizza l’Italia(con l’embargo USA all Iran ci rimette di molto l’Italia,lo stesso che è avvento con l’embargo USA alla Russia in cui l’Italia ci ha rimesso tantissimo) e per quello combinato in Libia dai Francesi imperialisti per impossessarsi del petrolio libico a scapito degli accordi fatti a suo tempo da ENI partner principale della Libia.
Ritratto di bellaguida
26 aprile 2019 - 12:12
Metà del prezzo sono accise...
Ritratto di otttoz
24 aprile 2019 - 16:22
per risparmiare chi viaggia in autostrada deve impostare sul proprio cellulare i distributori adiacenti con l'opzione "più convenienti" uscire,rifornirsi, rientrare,cosa che già faccio pel metano...
Ritratto di deutsch
24 aprile 2019 - 18:40
4
col metano sei costretto per via delle limitata autonomia, col diesel fai tranquillamente 900km prima di entrare in riserva e di fatto non hai bisogno di fermarti in autostrada per rifornirti tranne se vai dall'estreno nord all'estremo sud
Ritratto di Thunder1
24 aprile 2019 - 19:05
1
Più che diesel o benzina dipende dal consumo e dal serbatoio. Anche la Porsche Panamera Turbo da 550 cv dell'altro articolo ha un autonomia autostradale di oltre 900 km.
Pagine