NEWS

Biden punta sull’economia green

Pubblicato 01 aprile 2021

Il Presidente americano punta tutto su rinnovabili e auto elettrica, grazie a un maxi investimento di 174 miliardi.

Biden punta sull’economia green

TANTI SOLDI - Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden (nella foto), per risollevare l’economica americana e combattere il cambiamento climatico punterà fortemente su veicoli elettrici, energia rinnovabile e rete elettrica. Biden parla di un maxi investimento di 2,25 trilioni di dollari (oltre 2.000 miliardi di euro), di cui 174 dedicati alla mobilità elettrica. L’obiettivo finale è la decarbonizzazione, da raggiungere entro il 2050. Parte del piano della Casa Bianca sarà sostenuto da una rimodulazione delle tasse per i redditi più alti, che coinvolgerebbe anche le multinazionali.

LE RINNOVABILI - Uno dei tasselli del piano del Presidente degli Stati Uniti, che deve comunque essere approvato dal Congresso, è l'estensione di 10 anni ai crediti d'imposta, che sono risultati una manna dal cielo per i progetti eolici, solari, e, in generale, per le energie rinnovabili. Il piano renderebbe inoltre quei crediti d’imposta rimborsabili, aumentando il valore stesso del credito dall’attuale 26% al 30%.

GLI INCENTIVI - Un altro punto del piano di Biden è l’estensione degli incentivi per le auto elettriche, per l’infrastruttura di ricarica, oltre all’acquisto massiccio di mezzi di trasporto pubblici come gli autobus. Questi crediti d'imposta sono attualmente valutati fino a 7.500 dollari, tuttavia, sia la Tesla che la General Motors hanno già superato la soglia delle 200.000 unità, oltre la quale il valore di quei crediti scende. Biden, rifinanziando gli incentivi ha quindi l’obiettivo di rendere accessibili le auto elettriche a tutte le famiglie, anche a quelle meno abbienti (queste ultime potrebbero aver accesso a un credito maggiore).

L’INFRASTRUTTURA DI RICARICA - Diffusione delle auto elettriche che sarà adeguatamente supportata da una capillare crescita dell’infrastruttura di ricarica (500.000 colonnine entro il 2030), dall’ampliamento e ammodernamento della rete elettrica e dal miglioramento delle infrastrutture, anche attraverso la costruzione di nuove strade e ponti. 

LE CENTRALI - Biden punta inoltre sullo stoccaggio sotterraneo di anidride carbonica, che è in voga sia tra gli ambientalisti che tra le compagnie petrolifere. Secondo il report della Casa Bianca, il piano del neo presidente degli Stati Uniti rinnoverebbe il credito d'imposta anche per lo stoccaggio del carbonio, così da favorire i retrofit delle centrali elettriche esistenti, e per i settori industriali difficili da decarbonizzare, come la produzione di acciaio e cemento.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliano Della Rovere
1 aprile 2021 - 17:57
Rinnovabili e transizione verso l'elettrico di mobilità e riscaldamento. Questa sono le opzioni che abbiamo ora per tentare di azzerare le emissioni di CO2 prima del 2050. Una bella sfida.
Ritratto di dcc
4 aprile 2021 - 01:29
E dopo che le abbiamo azzerate? Il 95% delle CO2 non deriva da attività umane; i cambiamenti climatici ci sono sempre stati. Piuttosto iniziare incentivando denatalità in Africa e Asia
Ritratto di Giuliano Della Rovere
4 aprile 2021 - 10:51
Quindi non le azzeriamo? I cambiamenti climatici naturali sono di ben altra natura. Non ha senso non affrontare un problema perché poi ce ne sarà un altro. La storia dell'umanità è stata segnata da sfide continue, a noi spetta affrontare le nostre con le migliori soluzioni che oggi possiamo mettere in campo.
Ritratto di Check_mate
1 aprile 2021 - 17:58
Praticamente poco meno di ciò che l'Italia percepirà dall'Europa per rilanciarsi in toto. Va bene che parliamo di USA e di Italia, ma la cifra è impressionante. Ma sicuramente sarà una trasformazione che farà sentire i suoi effetti anche qua in Europa. Da sottolineare come un processo di questa entità sia a 360⁰, per chi ancora continua a sostenere che l'elettrico mosso da energia non green non abbia senso, giustamente, e la decarbonizzazione citata ne è l'esempio lampante.
Ritratto di -katayama-
1 aprile 2021 - 18:13
L'ultimo paragrafo è proprio delirante. Qui in Italia praticamente tutti i pneumatici finiscono bruciati nei cementifici, nella migliore delle ipotesi. Lo stoccaggio sotterraneo, uellah... La produzione dell'acciaio? Certo, come no. Ma è ancora vivo Biden?
Ritratto di Meandro78
1 aprile 2021 - 19:24
Secondo me non finisce il mandato.
Ritratto di -katayama-
1 aprile 2021 - 20:21
È la Harris de facto, lui firma e basta, fa pure fatica a leggere il teleprompter... Li voglio vedere a catturare tutto il carbonio, si segano le gambe da soli, ma anche qui in Europa. Il carbone di Tamburi è un altro discorso (perché la gente poi fa casino). Quello è il coke che il vento spande, e che avrebbero dovuto coprire con delle cupole, come nelle acciaierie Hyundai in Corea, ottimo esempio. A Linz (anche, non solo, acciaio primario) non coprono, ma non è sul mare e non c'è quel vento. Così si ferma tutto. Mi sembra di rileggere la distopia anti-oggettivista di Ayn Rand.
Ritratto di Meandro78
1 aprile 2021 - 20:25
Vedremo il ritorno di fiamma dei sovranisti. Purtroppo.
Ritratto di -katayama-
1 aprile 2021 - 21:38
Off topicissimo ormai ;) Spero di no, non conviene a nessuno.
Ritratto di AndyCapitan
3 aprile 2021 - 19:13
1
Biden e'uno stolto ....parla di green e poi vuol fare la guerra alla russia,alla cina ecc ecc....ma...non ci siamo proprio...pensasse a far mangiare tutti gli americani ve, che sono in forte numero di indigenti!!!!
Pagine