NEWS

BMW Italia, il sociale oltre l’automobile

13 dicembre 2017

Il “punto” sulle attività della BMW Italia in campo sociale e culturale: una serie di progetti che hanno già coinvolto decine di migliaia di ragazzi nel nostro paese.

BMW Italia, il sociale oltre l’automobile

NON SOLO PRODOTTO - Oltre l’automobile, la responsabilità sociale. Nel corso dell’annuale incontro di fine anno con la stampa e i media del settore automobilistico, il presidente e amministratore delegato di BMW Italia, Sergio Solero, ha fatto il punto sullo “stato dell’arte” di SocialMente, il progetto di responsabilità sociale d’impresa che la filiale italiana del marchio bavarese ha avviato già da diversi anni.

UNA STORIA CHE HA PIÙ DI 15 ANNI - Pur essendo stato coniato solo nel 2014, il nome SocialMente racchiude e raggruppa una vasta serie di iniziative e di attività che hanno preso il via fin dal 2001, con l’avvio della partnership tra BMW Italia e l’Ospedale San Raffaele di Milano. Un percorso che è poi proseguito con numerose altre tappe, le più significative delle quali sono l’inizio del progetto SciAbile (2003), la scuola di sport invernali per ragazzi disabili con base a Sauze d’Oulx, in Piemonte, e con il pilota e pluricampione paralimpico Alex Zanardi in veste di testimonial; il lancio (2006) della BMW Driving Academy, che organizza corsi di guida responsabile; la creazione, nel 2008, della struttura di ricerca medico-scientifica BMW Research Unit all’interno dell’Ospedale San Raffaele di Milano; l’avvio, nel 2011, dei BMW Family&Kids Tour, in collaborazione con la Polizia Stradale, per l’educazione stradale e civica dei più piccini; l’inizio (nel 2014) del supporto al progetto Dynamo Camp, sempre in collaborazione con il San Raffaele, che accoglie famiglie di ragazzi e ragazze con gravi malattie neurodegenerative per periodi gratuiti di vacanza e di attività sportiva; fino alla creazione, nel 2016, di BocciaRio, in collaborazione con la Fispes (la federazione italiana degli sport paralimpici e sperimentali), un progetto che ha come traguardo la presenza di una nazionale paralimpica italiana di boccia (un team prima non ancora esistente) alle Olimpiadi di Tokio nel 2020.

SOLIDARIETÀ E CULTURA - Molte attività diverse, affiancate anche da ulteriori iniziative in campo culturale (dal 2016 BMW Italia è socio fondatore e sostenitore del Teatro alla Scala di Milano, dal 2015 è partner del Teatro dell’Opera di Roma, mentre sempre dal 2016, col marchio Mini, supporta la Triennale di Milano e il Maxxi di Roma) che hanno prodotto risultati di rilievo. Solo per fare qualche esempio, sono oltre 1200 i ragazzi che, a oggi, hanno frequentato le oltre 10.000 ore di lezioni sulla neve di SciAbile, e più di 150 le famiglie che già sono state ospitate al Dynamo Camp. 30 i disabili che hanno preso parte ai corsi di guida BMW Driving Experience su vetture appositamente allestite, e oltre 27.000 i bambini che hanno partecipato ai BMW Kids Tour in giro per tutta l’Italia. Per non parlare degli 80.000 spettatori che hanno assistito ai 13 concerti di RisorgiMarche, ideati dall’attore Neri Marcoré e supportati dalla filiale italiana della casa tedesca a sostegno delle località e degli abitanti colpiti dai terremoti del 2016, o dei 500.000 mila euro donati, nello stesso contesto, da BMW Italia a Save the Children, sempre nel 2016, per la creazione del Centro Giovani 2.0 ad Amatrice.

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Pellich
14 dicembre 2017 - 10:16
Brava BMW, brand virtuoso a 360 gradi.
Ritratto di ALB774
15 dicembre 2017 - 16:00
Le BMW sono le migliori auto per costruzione e affidabilità.