NEWS

BMW M4 Iconic Light, ti seduce con le luci

8 gennaio 2015

Il prototipo M4 Iconic Light presentato a Las Vegas anticipa i gruppi ottici del futuro pensati per aumentare comfort e sicurezza.

BMW M4 Iconic Light, ti seduce con le luci
DEBUTTO A LAS VEGAS - In apparenza è una BMW M4 come le altre, in realtà nasconde un sistema di illuminazione futuribile. È la M4 Concept Iconic Light esposta al recente Consumer Electronics Show di Las Vegas che differisce dalle coupé di serie per i gruppi ottici adottati, con nell'anteriore un'evoluzione dei Laserlight già impiegati sulla BMW i8 e nel posteriore fari e frecce con nuova tecnologia Oled. Inedito pure il sistema di gestione elettronica che permette l'integrazione con i sensori e i dispositivi di assistenza di bordo a favore di comfort e sicurezza. 
 
LASER PER LA SICUREZZA - I proiettori anteriori al laser, secondo quanto dichiarato dai tecnici BMW, consumano il 30% di energia in meno pur avendo una fascio luminoso di 10 volte più intenso rispetto alle tecnologia allo xenon o a Led. L'esito è una profondità di illuminazione di 600 metri, doppia nei confronti delle tecnologie citate, con una luce più simile a quella naturale e, quindi, meno fastidiosa alla vista. Vantaggi che si sommano con quelli concessi dall'integrazione con i sistemi di bordo, come il navigatore o il sensore a infrarossi per il rilevamento di persone al buio, che consentono funzioni evolute.
 
 
TANTA TECNOLOGIA - Oltre al sistema Selective Beam che regola automaticamente gli abbaglianti, le più rilevanti tecnologie introdotte sulla BMW M4 Concept Iconic Light sono l'Adaptive Headlight e la Dynamic Light Spot. La prima consente, grazie al “dialogo” con il navigatore, di illuminare in anticipo il bordo della strada nelle curve muovendo il fascio luminoso prima che si azioni lo sterzo. La seconda sfrutta il sistema Night Vision per alzare in automatico l'intensità luminosa nel raggio di 100 metri quando il sensore individua la presenza di persone o animali lungo la strada. Altre funzioni di rilievo sono quella che proietta sulla strada informazioni utili al conducente, come le indicazioni del navigatore, e quella per agevolare la guida sulle vie strette. Una situazione nella quale i fari proiettano un secondo fascio luminoso della larghezza dell'auto in modo da rendere percepibile a vista gli spazi disponibili rispetto alla carreggiata. 
 
OLED NEL POSTERIORE - Nella coda la novità si chiama Oled (Organic light-emitting diodes), tecnologia a diodi organici con effetto 3D che non richiede l'impiego delle cosiddette “terre rare”, costosi minerali difficili da reperire, per la produzione e che fornisce diversi vantaggi. Tra questi ci sono la minore richiesta energetica, che si traduce in una riduzione di consumi ed emissioni di CO2, e la creazione di una luce più uniforme su tutta la superficie. Altri plus sono le dimensioni compatte (lo spessore è di appena 1,4 millimetri) e la possibilità di ottenere diversi effetti di illuminazione a seconda delle modalità di guida.
BMW Serie 4 Coupé M4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
42
11
3
1
6
VOTO MEDIO
4,3
4.301585
63
Aggiungi un commento
Ritratto di hulk74
8 gennaio 2015 - 19:47
Peccato costino come un'auto...
Ritratto di akira55555
8 gennaio 2015 - 19:53
finalmente l evoluzione dei fari é arrivata a fare il passo in piu, li fa sembrare molto futuristici ,molto belli con quel blu .
Ritratto di PopArt
8 gennaio 2015 - 22:10
Quante c@azzatine inutili... I ghiacciai si sciolgono, i mari sono pieni di merciume e loro pensano ai fari oled, a proposito... Si possono avere 4K? Tra un po' l'auto la dovremo acquistare da Mediaworld
Ritratto di hulk74
9 gennaio 2015 - 10:09
Ti farà piacere sapere che questo tipo di tecnologia permetterà di risparmiare energia, salvando in questo modo i ghiacciai...
Ritratto di PopArt
9 gennaio 2015 - 11:34
Ho letto l'articolo (ovviamente) prima di commentare e onestamente non credo che questo tipo di aggeggi siano più semplici da smaltire rispetto alle normali lampadine o quelle a Led. E poi gli oled sono (come è già stato scritto) non sono per niente economici, non è un caso che le aziende di elettronica consumer scelgano i normali pannelli lcd retrilluminati a led (la vita media dei led è assai maggiore rispetto a quella degli oled che spesso rimangono non completamente spenti). Per salvare i ghiacciai ci vuole ben altro che le lucine.
Ritratto di hulk74
9 gennaio 2015 - 14:48
Perché in caso contrario dovresti cambiarla con una i3, l'auto più green del pianeta considerando anche il processo produttivo.
Ritratto di PopArt
10 gennaio 2015 - 01:32
Magari, costa troppo. Ecco perché credo che sia più importante rendere più accessibili le tecnologie "green" che queste che magari potranno tornarci utili in un futuro prossimo. Soffermiamoci sulle cose sorie, poi sulle lucine.
Ritratto di hulk74
10 gennaio 2015 - 11:31
Non è cara... Se vuoi salvare i ghiacciai direi che è il modo migliore. Perché il metano è sicuramente green, peccato che quella percentuale che si perde durante il rifornimento abbia un impatto ambientale non indifferente. Il metano ha 1000 volte il potere di fare effetto serra rispetto alla co2. Quindi cosa proponi? È ovvio che queste luci non servano a salvare il pianeta, servono solamente ad essere modaiole e a migliorare la visibilità...
Ritratto di PopArt
10 gennaio 2015 - 12:52
La i3 è cara per uno studente universitario che lavora come commesso, che sia in affitto o meno. Se si preoccupassero di rendere la i3 (e simili) un'auto a buon mercato, anziché delle luci oled, allora il mondo sarebbe un posto migliore e io avrei la possibilità di inquinare meno quando vado a seguire le lezioni o quando vado a lavoro. E tu faresti meno sarcasmo su certi temi importanti.
Ritratto di hulk74
10 gennaio 2015 - 13:20
Tu fai solo commenti ipocriti e superflui... Ovvio che esistono emergenze mondiali che i fari laser non aiutano a risolvere, ma visto che qui non si parla della fame nel mondo, di genocidi e surriscaldamento globale, un commento come il tuo è quanto mai fuori luogo e decisamente ipocrita. Saluti
Pagine