BMW Serie 3: buona la settima

02 ottobre 2018

La settima generazione della BMW Serie 3 è più lunga e tecnologica e riporta al centro il piacere di guida.

BMW Serie 3: buona la settima

QUASI 9 CM IN PIÙ - In vendita da marzo 2019, la settima generazione della berlina media BMW Serie 3 (nome in codice G20) guadagna 8,5 cm in lunghezza (ora misura 471 cm) e si allunga di 4,1 cm fra il centro delle ruote anteriori e posteriori, dove i 285 cm sono indice di buono spazio all'interno. Un aumento così significativo degli ingombri esterni si deve all'utilizzo del pianale di tutte le ultime BMW, a partire dalla berlina grande Serie 5, che ha permesso ai tecnici di far crescere le dimensioni dell'auto e migliorare così lo spazio all'interno: la nuova BMW Serie 3 infatti non è soltanto più lunga, ma cresce in larghezza di 1,6 cm (a 183 cm) e ha le carreggiate maggiorate di 4,3 cm davanti e 2,1 cm dietro. L'altezza invece aumenta solo di 0,1 cm. La berlina tedesca “recupera” così diversi cm alle rivali, quasi tutte lunghe circa 470 cm (l'Audi A4 raggiunge i 474 cm).

PESA MENO - L'aumento delle dimensioni della BMW Serie 3 non sembra però aver influito sul comportamento di guida, stando alla casa tedesca, che parla di una distribuzione dei pesi al 50/50 fra i due assali delle ruote (ideale per rendere l'auto neutra in curva) e di tanti accorgimenti a richiesta per migliorare la dinamica su strada, come l'assetto ribassato, le sospensioni adattive, lo sterzo ad assistenza variabile e il differenziale posteriore a controllo elettronico. Il telaio più rigido (fino al 50%) fa lavorare meglio le sospensioni, del tipo McPherson sulle ruote anteriori e multilink a cinque bracci dietro, mentre il peso è inferiore su alcune versioni fino a 55 kg grazie alla carrozzeria alleggerita (-20 kg), al telaietto delle sospensioni anteriori in alluminio (-7,5 kg) e al cofano anteriore nello stesso materiale (-15 kg). Fra le “finezze” della BMW Serie 3 ci sono anche nuovi ammortizzatori, dotati di un sistema di smorzamento idraulico sulle ruote anteriori e di una limitazione della compressione su quelle posteriori: ciò dovrebbe migliorare la stabilità dell'auto nei tratti di strada su fondi ondulati e poco omogenei.

FEDELE A SE STESSA - La BMW Serie 3 è nota agli appassionati come una fra le berline medie più divertenti su strada, caratteristica che l'ha resa un punto di riferimento fin dal 1975. È per lo stesso motivo che gli stilisti non hanno voluto “osare” con lo stile, aggiornato senza stravolgimenti e ora in linea con le ultime novità della casa tedesca: la BMW Serie 3 ha la classica mascherina a doppio rene unita ai fari, i fanali posteriori a L e un look in generale piuttosto grintoso, grazie al lungo cofano anteriore e al parabrezza inclinato. Le novità sono la “cresta” nei fari anteriori e l'angolazione più accentuata della cornice dei vetri laterali alla base del montante posteriore del tetto. Il disegno del fascione anteriore cambia in funzione dell'allestimento: più sobrio sulla Advantage, con prese d'aria maggiorate sulla M Sport. La Serie 3 si rivela inoltre più aerodinamica del vecchio modello e “fende” meglio l'aria, a tutto vantaggio dei consumi e della silenziosità.

FA IL PIENO DI TECNOLOGIA - L'interno della BMW Serie 3 compie invece un bel salto in avanti e appare più tecnologico, grazie allo schermo a sfioramento nella consolle di 6,5”, 8,8” o 10,25” e alla strumentazione digitale (optional): lo schermo in questo caso è di 12,3”, ma compresi nel prezzo ci sono i classici indicatori a lancette. A bordo sono presenti comandi vocali, l'illuminazione a led e sedili ridisegnati, che secondo quanto annunciato dovrebbero rivelarsi più comodi senza essere troppo cedevoli. Il baule resta da 480 litri, ma il divano si può ripiegare in tre parti. La berlina tedesca sarà ordinabile con tutte i più moderni sistemi di sicurezza e assistenza alla guida, come la frenata automatica d'emergenza con funzione anti-investimento, il mantenimento attivo della corsia, il regolatore di velocità adattivo (in grado di far rallentare e ripartire l'auto) e fari a led o laser, in grado di illuminare in lontananza fino a 530 metri.

FINO A 265 CV - I primi motori annunciati per la BMW Serie 3 sono a quattro o sei cilindri, tutti turbo: i 4 cilindri benzina 2.0 da 184 CV della BMW 320i e 2.0 da 258 CV della BMW 330i, oltre ai diesel 2.0 da 150 CV della BMW 318d, 2.0 da 190 CV della BMW 320d e sei cilindri 3.0 da 265 CV della BMW 330d. Di serie per tutte il cambio automatico Steptronic a 8 marce, a eccezione della 318d (è previsto il manuale a 6 rapporti), mentre la 320d è l'unica disponibile inizialmente con la trazione integrale xDrive. Fra qualche mese sarà disponibile anche il 6 cilindri a benzina che sulla M340i xDrive eroga 374 CV.

VIDEO
BMW Serie 3
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
124
66
38
29
48
VOTO MEDIO
3,6
3.61967
305




Aggiungi un commento
Ritratto di Probabilmente
2 ottobre 2018 - 12:22
Bella fuori, ma dentro non mi piace affatto (ma io odio le strumentazioni digitali). Tecnicamente sarà un altro passo avanti. Sei anni di carriera per la F30, speriamo che anche Alfa (uscita nel 2016) risponda con un intervallo almeno paragonabile! La concorrenza fa sempre bene!
Ritratto di MAXTONE
2 ottobre 2018 - 18:13
Troppo Lexus dietro. Sebbene io sia un estimatore del brand premium nipponico avrei preferito un interpretazione più personale della coda che svolge un ruolo non meno importante del frontale. Per il resto la trovo equilibrata, pulita.
Ritratto di ELAN
2 ottobre 2018 - 18:36
1
Il parallelo tra la fiancata di questa e quella di Giulia è impietoso a favore dell'italiana, più fluida, proporzionata ed elegante.
Ritratto di dottorstrange
3 ottobre 2018 - 09:15
Si vede che sull'handling hanno cercato di colmare il gap evidente con Giulia. Chissà se ci sn riusciti... la sfida nel design sarà tra questa e la versione restyling di Giulia tra un annetto (e con la nuova versione coupe in arrivo). Sono belle sfide!
Ritratto di Probabilmente
3 ottobre 2018 - 09:26
Questa ha un semplice Mac Pherson all'anteriore (almeno da quello che dice questo articolo) e la cosa mi lascia un po' perplesso. Anche Classe C si è "aggiornata" a uno schema più sofisticato. La sfida si giocherà sul peso adesso, è importante aggiornarsi da questo punto di visto per la Giulia.
Ritratto di Fr4ncesco
3 ottobre 2018 - 10:00
2
Le BMW hanno sempre avuto il McPherson però a doppi bracci quindi un po' più complesso di quello standard.
Ritratto di Probabilmente
3 ottobre 2018 - 09:22
Sì, in effetti il posteriore ricorda fortemente una Lexus, però il risultato per me è molto appagante, più del frontale!
Ritratto di Fra977
2 ottobre 2018 - 12:27
Migliore delle versioni precedenti ma pecca di originalità. Interni simili Lexus es,compresi fari posteriori della nuova nx. Linea di fiancata uguale a Giulia e mercedes classe c.
Ritratto di Pellich
2 ottobre 2018 - 17:58
.. veramente è Giulia che ha la linea di fiancata presa dalla Serie 3 uscente ..
Ritratto di 3razze
4 ottobre 2018 - 12:02
Ma cosa avete bevuto? Attenti che vi tolgono la patente!
Pagine