NEWS

La BMW Serie 8 avrà un’erede

30 agosto 2016

La lussuosa coupé Serie 8 della BMW dovrebbe arrivare nel 2019 e sarà un’avversaria della Mercedes S Coupé.

La BMW Serie 8 avrà un’erede

TORNA UN MITO? - La BMW potrebbe lanciare una lussuosa coupé al vertice della sua gamma, colmando un vuoto lasciato dal 1999, quando uscì di produzione la BMW Serie 8 (nella foto). La vettura verrà sviluppata come concorrente diretta della Mercedes S Coupé e sarà basata sulla meccanica della recente Serie 7. L’ipotesi viene dal sito Automotive News e trae origine dalle rivelazioni di una persona interna all’azienda, rimasta anonima, che ha parlato del 2019 quale anno d’esordio. L'impostazione generale dovrebbe ricalcare quella della citata S Coupé ma con un tocco di sportività in più: quindi dobbiamo aspettarci una lunghezza superiore a 500 cm, un abitacolo dalla qualità molto elevata e la presenza del motore V12, che definisce immediatamente il prestigio e il lignaggio dell’auto.

ANCHE UNA BERLINA - La scelta di realizzare una coupé erede della BMW Serie 8 rientra all’interno di una strategia elaborata per incrementare anche le vendite della berlina BMW Serie 7, lanciata nel 2015 ma incapace di raccogliere i consensi sperati: l’ammiraglia della BMW pareggiava fino a non troppi anni fa i numeri di vendita della Mercedes S, leader in questa fascia di mercato, ma ad oggi sono inferiori del 40% e non troppo lontani da quelli di vetture alternative e meno blasonate, come ad esempio l'elettrica Tesla Model S. Il progetto della coupé sarà sviluppato in parallelo a quello di una berlina ancora più esclusiva e prestigiosa della Serie 7, nella fascia di prezzo tra i 150 e i 200.000 euro, che sancirà l’esordio della BMW fra le ammiraglie extra-lusso: anche in questo caso la rivale designata sarà una berlina della Mercedes, la Maybach.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
30 agosto 2016 - 13:01
La Serie 7 attuale è priva di appeal, ci credo che sta toppando. Quindi una Serie 8 deve essere fatta come si deve, con la stessa immaginazione e coraggio di quel magnifico esemplare in foto. Non mi spiego la berlina di super lusso, visto che BMW ha già Rolls con il suo blasone.
Ritratto di Fr4ncesco
30 agosto 2016 - 13:14
PS, da notare che la Serie 8 è ancora incredibilmente attuale, con quel che di futuristico che la fa apparire ancora come un mezzo prototipo. È più affascinante della i8, con quel frontale robotico che dice di sapere il fatto suo. I fanali a scomparsa poi sono tanta roba.
30 agosto 2016 - 13:42
1
Mamma mia Francesco quanto ti quoto! La 850i e' stata il mio sogno da ragazzino, nel 90 quando ne vidi una dal vero per la prima volta, acquistata da un facoltoso medico della mia città, blu con interni in pelle ghiaccio, fu come vedere un UFO, neanche la Ferrari 348 mi faceva un effetto simile. Sono stati gli anni più creativi e stimolanti della bmw culminati nel decennio successivo con la sbronza (quanto mai positiva) dell'era Bangle. Poi il vuoto creativo degli ultimi anni a parte alcune splendide eccezioni (i8, Serie 2 e se si possono considerare, i concept Hommage). Quel che vedo oggi è una BMW sbiadita in varecchina, perfetta finché si vuole ma privata sia nello stile che nel piacere di guida, di quell'impronta fortissima che le sue auto hanno sempre avuto. Ma io alla sua rinascita come vero marchio sportivo continuo a crederci.
Ritratto di Fr4ncesco
30 agosto 2016 - 14:23
Prima chi comprava una BMW probabilmente voleva una BMW. Il target si deve essere spostato su quello che vuole una premium e dopo aver valutato quelle della triade prende quella che gli conviene più economicamente. Si sono standardizzati, si adeguano alla linea più in voga conservando appena superficialmente i vecchi tratti distintivi, per piacere un po' a tutti. L'unico modello che a mio avviso è una vera BMW anche dal piano estetico è la Serie 2. Serie 3 bella, 5 bella ma un po' scialba, 6 pesantissimo, 7 anonimo, X orribili. I monovolume non consideriamoli nemmeno. E forse ci hanno perso anche qualcosa nella guida.
30 agosto 2016 - 15:18
1
Guarda Boss, io posso assicurarti di aver letto, ma trovi facilmente anche googolando i test comparativi di Motor Trend o Car & Driver, che nelle comparative effettuate negli USA da queste autorevoli riviste, sia la Serie 3 (335i M-Sport) che la 5 (535i M-Sport) si sono rivelate a livello di guidabilità e piacere di guida, un gradino sotto le ultime IS (350 F-Sport) e GS (350 F-Sport), lascia stare le review italiane che hanno provato solo le versioni ibride, appesantite dal pacco batterie e dai motori elettrici e poco gratificate dal cambio, l'handling delle Lexus odierne si vede su quelle a motore termico e li hanno svettato su tutte le rivali. Certo BMW ha forse trovato un modo migliore di non far pesare troppo il surplus di peso delle versioni ibride (le quali però paiono esistere solo nei listini, mai vista una in giro). Ma i nuovi telai granitici delle attuali IS, GS ed RC, la quale utilizza addirittura tre pezzi di telaio diversi prendendo il meglio da IS, ISC e GS, hanno sorpreso tutti i giornalisti d'oltreoceano e a ragion veduta.
Ritratto di M635_Csi
31 agosto 2016 - 09:10
Non tutti, forse, ricordano che il tema della nuova serie 8 è piuttosto ricorrente. Solo poco più di 3 anni fa fu presentato un prototipo, firmato Pininfarina, e battezzato “Gran Lusso”, che la stessa Bmw non nascose essere in pratica lo studio della nuova 8, per quanto non in via ufficiale. Abbastanza ordinaria nelle forme e troppo simile all’attuale serie 6 (C e GC), per quanto presentava uno stile/design certamente nuovo e particolare che a me piaceva (niente più fanali a scalino) nel posteriore considerando gli stilemi del marchio (a me hanno stancato essendo presenti in praticamente tutti i modelli attuali di grande serie). Potrebbe essere la base per la prossima serie 8, con i dovuti aggiustamenti soprattutto al frontale, aggiustamenti da intendersi con un design più aggressivo e originale, ricalcando la rivoluzione della E63/E64 di “Bangleiana” memoria e che resta la mia preferita dopo la E24, il non plus ultra delle coupè Bmw. E rifacendomi a quanto detto per la serie 7, l’anno dopo fu la volta della “Future Luxury” che era un modo, ufficiale, per studiare le forme e sondare i giudizi in merito alla futura serie 7, per quanto credo che non abbia ricevuto un gran riscontro e, giustamente, da allora non se ne è più parlato e tantomeno se ne sono viste altre in termini di variazioni sul tema. E difatti, soprattutto il posteriore, piuttosto brutto e molto poco “future”, nonché la fiancata a dir poco convenzionale, ne hanno condannato gli esiti, e nonostante riproponesse gli interni col famoso cockpit “girato”.
30 agosto 2016 - 13:53
1
Mi viene da ridere se penso al 2001, alle critiche dei matusa verso la E65 di Bangle provenienti da designer di altre case europee uno dei quali, non ricordo di quale marchio, esclamò "la bmw ci ha fatto un favore a farla così brutta" ...Infatti e' rimasta la più venduta 7 di tutti i tempi proprio perché dotata di una personalità fortissima alla faccia dell'equilibrio e delle regole da seguire.
Ritratto di nicktwo
30 agosto 2016 - 15:00
senza per offesa per i possessori sia delle precedenti che delle successive ma pure secondo me la serie 5 di bangle in assoluto la serie 5 per eccellenza esteticamente parlando... penso che ancora adesso la preferirei alle sue discendenti come eventuale acquisto... saluti
30 agosto 2016 - 15:28
1
Ma infatti la 5 E60, se ci fosse stata oggi avrebbe battuto tutte le rivali in Handling perché era il non plusultra dell'epoca e oggi con un torque vectoring avrebbe di certo primeggiato (tanto per metterla alla pari con gli ultimi dispositivi nati poco dopo la sua scomparsa), non e' un caso che proprio una review USA se ricordo bene Motor Trend, ha definito l'attuale GS "Una (pensionata) serie 5 in acciaio Lexus", detta così potrebbe sembrare poco gratificante per un auto attuale essere accostata ad una pensionata da 7 anni invece ripensando a quanto la E60 fosse formidabile in reattività e piacere di guida non fa che nobilitare la Lexus, soprattutto tenuto conto che l'attuale 5 divenuta a detta di tutti più turistica (O "Vanilla" come usano dire gli yankee in questi casi) proprio per abbracciare un bacino d'utenza maggiore, non e' riuscita a risultare sanguigna come l'antenata.
30 agosto 2016 - 15:35
1
Da notare che esprimo questo pensiero anche con un certo dispiacere perché se e' vero che nella metà del mio cuore ora c'è Lexus e' altrettanto vero che l'altra metà e' stata occupata prima di lei da BMW e li e'rimasta. Io neanche le rimprovero più di tanto le Active e le X per quanto brutte possano essere perché mi rendo conto che sono soli e per restare indipendenti senza essere assorbiti da qualche megagruppo devono fare determinati numeri ogni anno. Mi e' solo dispiaciuto aver visto rimpiazzate 3,5,6 e 7 da eredi meno attraenti e meno dotate in Handling delle antenate. Ma, come scrivevo prima, alla sua rinascita ci credo ancora.
Pagine