BMW X4: dopo una breve vita si rinnova

14 febbraio 2018

La seconda generazione della BMW X4 arriva dopo soli quattro anni dalla precedente e riprende le novità introdotte dalla sorella X3.

BMW X4: dopo una breve vita si rinnova

ARRIVA IN “ANTICIPO” - Più lunga e possente della vecchia edizione, la nuova BMW X4 mantiene le stesse caratteristiche di quella che sostituisce: ha il tetto filante, la coda pronunciata in stile coupé e dettagli esterni più accattivanti rispetto alla X3 (da cui deriva). Le consegne della BMW X4 nel nostro paese dovrebbero iniziare tra luglio e agosto 2018 e succede a un modello ancora piuttosto giovane, in vendita dal 2014, che cede il testimone dopo 4 anni e non dopo 7 come avviene di solito. Il motivo della scelta è dovuto a questioni di natura strategica. La nuova X4 condivide la gran parte delle componenti meccaniche con la BMW X3, che ha debuttato poche settimane fa. Per la BMW sarebbe dunque del tutto antieconomico avere la X4 costruita sulla vecchia piattaforma e la X3 sulla nuova (la modulare CLAR), a maggior ragione considerando che le due vetture sono assemblate sulla stessa linea di produzione della fabbrica di Spartanburg negli Usa.

PIÙ GROSSA E LEGGERA - Gli stilisti della BMW hanno ripreso il frontale della X3 (a partire dalla mascherina più ampia) e hanno lavorato sulla sagoma laterale, cambiandone le proporzioni per mettere in risalto l’impronta da coupé: la BMW X4 2018 è più lunga di 8 cm e raggiunge i 475 cm, secondo quanto annunciato dalla casa tedesca, che parla anche di un aumento della larghezza (+ 4 cm) e della distanza fra le ruote anteriori e posteriore (+ 5,5 cm). Ciò dovrebbe migliorare lo spazio a bordo, che sarà comunque inferiore alla X3 per via del tetto più basso e spiovente. La nuova base meccanica ha permesso alla BMW di ridurre il peso di 50 kg, nonché di ottenere una migliore distribuzione delle masse fra la parte anteriore e posteriore dell’auto: ora è al 50-50. La nuova BMW X4 dovrebbe rivelarsi quindi più maneggevole e intuitiva da guidare. A richiesta si possono avere dotazioni per migliorare il comportamento su strada, come ad esempio le sospensioni regolabili, i freni maggiorati e il differenziale sportivo M Sport (migliora la motricità in curva).

PRIMA LE VERSIONI SPORTIVE - L’interno della BMW X4 si rifà alla X3 e prevede un grosso mobiletto centrale, orientato verso il guidatore come sulle vere auto sportive. Lo schermo è da 10,25” e si può comandare anche attraverso il movimento delle mani: per richiamare il brano successivo all’interno di una playlista basta muovere la mano verso destra. La dotazione tecnologica è molto completa e include a pagamento accessori come il regolatore di velocità adattivo con funzione Stop&Go (ferma l’auto quando è presente una coda e dopo la riporta alla velocità stabilita), il mantenimento della corsia e il parcheggio semi-automatico. Le prime versioni ordinabili saranno le veloci X4 M40i a benzina e X4 30d a gasolio, dotate di motori a sei cilindri 3.0 da 360 CV e 265 CV. Su entrambe è prevista la trazione sulle quattro ruote xDrive e il cambio automatico Steptronic a 8 marce. In seguito arriveranno i motori 2.0 a quattro cilindri: sono i benzina da 184 CV (X4 20i) e 252 CV (X4 30i) e i diesel da 190 CV (X4 20d) e 231 CV (X4 25d).

VIDEO
loading.......
BMW X4
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
17
12
8
13
24
VOTO MEDIO
2,8
2.797295
74
Aggiungi un commento
Ritratto di Strige
15 febbraio 2018 - 13:22
Vedi 6 in linea, siamo entrambi BMWisti eppure abbiamo gusti diversi e BMW cerca di soddisfare le esigenze di tutte. Quindi non si sta giocando l'anima ma solo cerca di soddisfare piú gente possibile. Avessi i soldi mi comprerei tutta la serie dei suv, le versioni elettriche e le pari. Altri preferiscono le dispari. A me non piaceva x5 ma la versione nuova mi piace da morire.
Ritratto di MAXTONE
14 febbraio 2018 - 12:06
Non mi piace molto in verità ma il multimedia completo di lettore CD le fa guadagnare parecchi punti in confronto alle rivali cheap che non ne sono dotate. Inoltre gli interni sono molto belli e modernamente BMW (leggi ergonomia totale).
Ritratto di fastidio
14 febbraio 2018 - 13:21
3
60000 milaeuro e non pago nemmeno 3 euro al mese per lo streaming audio?
Ritratto di MAXTONE
14 febbraio 2018 - 16:29
Musicalmente ho il fetish del supporto fisico: Se prima di ascoltarla la musica non la tocco mi perdo buona parte del piacere di ascoltarla. Se invece si tratta di brani singoli orecchiabili del momento allora va bene lo streaming da qualunque fonte.
Ritratto di dottorstrange
14 febbraio 2018 - 18:30
E daglie con sto lettore CD.... guarda che c'è solo perché il progetto è vecchiotto, sulla prossima te lo scordi.
Ritratto di AMG
15 febbraio 2018 - 08:47
Ma non direi visto che sta diventando sempre più un optional da più di 50 euri...
Ritratto di MAXTONE
15 febbraio 2018 - 12:57
È appena uscita, prende il posto di un modello di soli 4 anni, ha un pianale nuovo di zecca e il progetto sarebbe vecchio? Comunque il CD credo che per assistere ad una sua lenta, progressiva scomparsa da tutti i nuovi modelli di auto, soprattutto tedesche, bisognerà attendere almeno fino al 2040: Di fatto è un tipo di supporto che ha resistito nel tempo (in auto è arrivato per la prima volta nel 1982) meglio e più a lungo di altri nati molto tempo dopo e scomparsi (ad esempio i minidisc) e anche i lettori di cassette in auto hanno avuto una vita più breve mentre il lettore CD scherzando scherzando festeggerà i 40 anni in auto nel 2022.
Ritratto di studio75
16 febbraio 2018 - 08:38
5
I CD sono utilissimi per conservare a lungo i dati . Ho un Cd originale del 1971 del primo album dei Led zeppelin , perfetto come il suo primo giorno di uscita. In macchina non ne faccio mai uso...trovo più pratico utilizzare formati come mp3/flac o video mp4/mkv.
Ritratto di Pellich
14 febbraio 2018 - 12:30
Non mi piace il posteriore, particolarmente evidente nella 4ta foto, troppo verticale.. c'è qualcosa che non va ..
Ritratto di dottorstrange
14 febbraio 2018 - 18:31
Si, sono d'accordo. Il dietro è il punto debole degli esterni, che per il resto sono belli secondo me.
Pagine