NEWS

Anche la BMW Serie 5 sarà ActiveHybrid

26 febbraio 2010

Ha un motore da 306 CV accoppiato ad uno elettrico da 40 kW e si auto gestisce per avere le batterie sempre cariche.

EVOLUZIONE DELLA SPECIE - Dopo aver mostrato le Serie 7 e X6 ibride (le vedi qui), al Salone di Ginevra la BMW presenterà una Serie 5 dotata della stessa tecnologia. Al momento si tratta solo di un prototipo, ma una versione di serie è attesa per il 2011: il suo sistema ibrido è un evoluzione di quello degli altri due modelli sopra citati.

MINORI CONSUMI - La Serie 5 ActiveHybrid Concept è spinta dal 3.0 da 306 CV accoppiato a un motore elettrico da 40 kW posto tra il sei cilindri e il nuovo cambio automatico a otto rapporti. Oltre ad offrire un “boost” in accelerazione, secondo la BMW, l'unità elettrica permette di “tagliare” i consumi del 10% e far procedere l'auto per brevi distanze nella sola modalità elettrica.

Bmw serie 5 activehybrid concept 03

SI RICARICA IN FRENATA - Le batterie che alimentano il motore elettrico sono poste sotto il bagagliaio per distribuire meglio i pesi sue due assali dell'auto e vengono ricaricate dall'energia recuperata in frenata o direttamente dal 6 cilindri. Le batterie forniscono la corrente al motore elettrico e ad alcuni accessori dell'auto come il navigatore satellitare o il climatizzatore, anche quando il motore termico è spento.

SI AUTO GESTISCE
- La “chicca”della Serie 5 ActiveHybrid Concept è rappresentata però dal sistema di gestione del motore ibrido. Grazie all'incrocio dei dati della rotta impostata sul navigatore e quelli dei sensori di acceleratore e ESP, una centralina elettronica, prevedendo le condizioni del percorso fa si che l'auto si possa adattare più velocemente. Per fare un esempio, se si è quasi giunti a destinazione e le batterie hanno un basso livello di carica, la centralina elettronica fa sì che queste vengano ricaricate dal motore termico.

Aggiungi un commento
Ritratto di denis77
26 febbraio 2010 - 23:09
spettacolare!!!
Ritratto di Al86
27 febbraio 2010 - 09:04
Non capisco il senso di questo tipo di ibride, cosa diavolo può fare un motorino elettrico di 40kW (circa 54cv, il 15% della potenza totale) rispetto ad un motore 3.0l 6 cilindri da 306cv, mi sa tanto che questo tipo di ibride serva solo per poter corcolare anche nei giorni di blocco del traffico e basta.
Ritratto di nuf82
27 febbraio 2010 - 21:14
uno dei grandi vantaggi che offrono questi piccoli motori elettrici è la possibilità di offrire un grande apporto di coppia a velocità zero e questo si traduce in un minor svorzo da parte del motore termico nelle partenze da fermo riducendo quindi notevolmente il consumo nella guida in città essendo la partenza il momento di maggior consumo di carburante.