NEWS

Bollo auto: sanzione ridotta per i ritardatari

Pubblicato 29 gennaio 2020

Chi si metterà in regola dopo un anno non sarà più soggetto alla sanzione del 30%.

Bollo auto: sanzione ridotta per i ritardatari

RAVVEDIMENTO OPEROSO - Nel testo del Decreto fiscale convertito in legge il 19 dicembre dello scorso anno, si annida anche una piccola concessione a favore di tutti i ritardatari del bollo auto, perché calano le sanzioni  per chi paga con oltre un anno di ritardo. C’è infatti una norma che viene in soccorso degli “smemorati” e che riduce la stangata. In altri termini chi si metterà in regola dopo un anno non sarà più soggetto alla sanzione del 30% sull’importo previsto (oltre agli interessi), ma solo un settimo della sanzione precedente (vale a dire il 4,286%), oltre agli interessi, se la regolarizzazione avviene entro due anni. In caso contrario l’importo sale a un sesto (il 5%), oltre agli interessi, se il pagamento avviene oltre i due anni dalla scadenza. Tutto questo però a patto che: “la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni, verifiche o altre attività amministrative di accertamento”. Insomma,  la norma in questione non ha più valore se la Regione (o altri soggetti incaricati alla riscossione) ha precedentemente inviato un formale sollecito di pagamento.





Aggiungi un commento
Ritratto di FOXBLACK
29 gennaio 2020 - 20:43
Ed è proprio qui che mi sento un fesso. ...che lo segno sul calendario per pagarlo in tempo. ..ahahah
Ritratto di aquel85
30 gennaio 2020 - 08:23
Dato che ci vivo, riporto come funziona in Germania a tal proposito. Quando immatricoli l'auto, lasci l'IBAN al comune e ogni anno ti prelevano automaticamente l'importo del bollo. Quindi ritardi praticamente non ne esistono. Se non dai l'IBAN non ti immatricolano l'auto, punto. In pratica per avere un'auto devi avere per forza un conto corrente (limitazione di libertá?). Peró quando vendi l'auto ti rimborsano automaticamente la differenza dei giorni rimanenti.
Ritratto di erresseste
30 gennaio 2020 - 08:51
Figuriamoci se in Italia possano attuare una cosa così semplice
Ritratto di Dr.Torque
30 gennaio 2020 - 09:43
Ecco, basterebbe copiare dal vicino di banco (visto che parliamo di furbetti) e fare come la Germania. Ma no, così si rischia di diventare impopolari e perdere voti. Non sia mai!
Ritratto di sergioxxyy
30 gennaio 2020 - 14:50
Verissimo ma noi siamo il paese dei piu' furbi .... e della privacy..... lasciamo perdere!
Ritratto di Mbutu
30 gennaio 2020 - 10:23
In Lombardia hanno attivato il RID (con sconto). Rimane ancora una scelta. Vero è che sarebbe ancora meglio l'obbligo al momento dell'acquisto. Così non solo eviteresti i ritardi ma azzereresti le evasioni.
Ritratto di zero
30 gennaio 2020 - 19:22
E' un buon sistema. Personalmente, non mi è mai capitato di dimenticare ll scadenza di un bollo, ma sarebbe una soluzione eccellente per evitare dimenticanze (oltre che per ridurre l'evasione).
Ritratto di Jonny1
2 febbraio 2020 - 13:06
Se non sbaglio in Germania quando compri l'auto nuova devi anche fornire la tua situazione reddituale, il venditore deve verificare se chi compra ha un reddito in linea col prezzo dell'auto. Tu ne saprai più di me in merito.
Ritratto di Bacca
30 gennaio 2020 - 09:48
Allora quest'anno aspetto anche io per pagare
Ritratto di Giovanni1967
30 gennaio 2020 - 22:08
Un bell'applauso a Bacca e a tutti coloro che, illudendosi d'essere furbi, per non pagare pochi euro (salvo poi spenderne ben di più per chissà cos'altro) costringono gli onesti contribuenti (cioè la stragrande maggioranza dei cittadini) a passare per "fessi". La disastrosa situazione economica italiana è in prevalenza dovuta all'evasione fiscale, che peraltro ai politici d'ogni colore fa così tanto comodo, finché continueremo a tollerarne le chiacchiere. Io abito in Lombardia ed ho la domiciliazione sul conto da quando l'hanno introdotta, ma auspico l'adozione del sistema tedesco, anche se, come sottinteso da Dr.Torque e sergioxxyy penso che in Italia sia pura utopia.
Pagine