NEWS

I carburanti la voce di spesa più alta per gli automobilisti

1 febbraio 2018

In Italia nel 2017, benzina e gasolio sono costati 53,5 miliardi, più dell’acquisto e della manutenzione dell’auto.

I carburanti la voce di spesa più alta per gli automobilisti

MENO LITRI, PIÙ COSTI - L'acquisto dei carburanti è stato la principale voce di spesa legata all'automobile nel 2017 in Italia, più ancora dei costi per comprare le auto o di quelli per la manutenzione e le riparazioni. Lo rivela uno studio messo a punto dalla società di ricerca Centro Studi Promotor e basato sui numeri forniti dal Ministero dello Sviluppo Economico, secondo cui i carburanti hanno “pesato” sulle tasche degli automobilisti italiani per un totale di 53,5 miliardi di euro, il 5,3% in più rispetto all'anno precedente (erano stati 50,6 miliardi nel 2016), nonostante i consumi di benzina e gasolio abbiano risentito di una flessione del 5,9%. 

IL 64% IN TASSE - I litri di carburante acquistati in Italia nel 2017 sono diminuiti dell’1,9% l’anno scorso, attestandosi a 37,5 miliardi. Di contro sono aumentati i prezzi: del 5,9% la benzina (a 1,443 euro al litro) e dell’8% il diesel (a 1,383 euro al litro). Agli automobilisti italiani non farà piacere sapere che il 63,5% dei 53,5 miliardi spesi in carburanti è finito allo Stato, secondo quanto rivela il Centro Studi Promotor, che ha incassato 33,8 miliardi di euro attraverso l’altissima tassazione che pesa sui carburanti. L’acquisto delle automobili e le manutenzione sono costati agli italiani rispettivamente 49,4 miliardi e 41,6 miliardi.
 

Aggiungi un commento
Ritratto di excinghios
1 febbraio 2018 - 16:37
quindi quando acquisto un'auto di media spendo: - 37% in carburanti - 34.2% nell'acquisto - 29.8% in manutenzione e nel costo non mi pare siano inclusi bollo e assicurazione. Proprio vero che l'auto non costa comprarla ma mantenerla.
Ritratto di ardo
1 febbraio 2018 - 17:07
costa troppo sta benzina di mexda. ma tojessero le accise. stamo ancora a pagá la guerra d'etiopia e la crisi di suez... poi l'iva al 22%. uno dei paesi più tassati d'europa, senza il ritorno in servizi che questo dovrebbe garantire. (contrariamente a quanto accade in svezia, ad esempio). è che lungo il loro percorso, spariscono sti soldi. chi se li instascherá? (domanda retorica)
Ritratto di ardo
1 febbraio 2018 - 17:08
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Accisa_sui_carburanti
Ritratto di ardo
1 febbraio 2018 - 18:33
ah guarda, pure quello barra, sfondi una porta aperta ;-)
Ritratto di pietros
2 febbraio 2018 - 17:24
Quindi tasse ed accise incidono per il 150% circa del costo della benzina. 0.8883 su 1,50 di costo totale della benzina ovvero il costo netto della benzina è di circa 0,60 euro quindi benzina 0,6 + tasse ecc 0,9)
Ritratto di pietros
2 febbraio 2018 - 17:26
Ergo la benzina la paghiao 2,5 volte il suo valore.
Ritratto di federico p
1 febbraio 2018 - 20:31
Effettivamente il consumo carburante é molto sottovalutato altrimenti i suv non avrebbero mercato nell'usato Se si fa un esempio su 60 000 km se consumi 10km/l sono 6000 litri ma se consumi 15km/l sono 4000 litri quindi 3000€ di risparmio che per chi compra auto nuove sono poca cosa ma se compri auto di seconda mano allora bisognerebbe vederlo il consumo
Ritratto di lucios
2 febbraio 2018 - 06:51
4
E intanto, col diesel viaggiamo sugli oltre 1,40 mentre i benzina girano sugli 1,60. Ma è tutto normale, siamo in ripresa. UNO GIORNO VERRA' IL GIUDIZIO DI DI0 PER QUALCUNO!
Ritratto di J-B
2 febbraio 2018 - 15:18
1
Meno di un mese...Dipende da noi!
Ritratto di Porsche
2 febbraio 2018 - 08:41
passate a metano ed il costo carburante diventerà un vecchio ricordo.
Pagine