NEWS

Chevrolet Camaro 2016: nel segno della tradizione

17 maggio 2015

Con un grande evento a Detroit la Chevrolet ha svelato la sesta edizione della Camaro, che sarà in vendita dall’anno prossimo.

Chevrolet Camaro 2016: nel segno della tradizione
I NUMERI - Per la nuova Chevrolet Camaro tre motori: 2.0 turbo da 279 CV e 400 Nm di coppia, V6 3.6 da 340 CV e 385 Nm, V8 6.2 da 461 CV e 617 Nm. Disponibilità di quattro cambi: due manuali a 6 marce e due automatici a 8 rapporti. Sospensioni anteriori tipo McPherson con giunti inferiori uniball, struttura a doppio tubo, barra stabilizzatrice e sistema di gestione attiva Magnetic Ride Control. Sospensioni posteriori a ruote indipendenti, barra stabilizzatrice e Magnetic Ride Control. Lunghezza 478 cm (5,7 in meno della edizione precedente), larghezza 189,7 cm (2 cm più stretta), altezza 134,8 cm (2,8 cm più bassa). Passo di 281,1 cm (4,1 cm in meno).
 
FEDELE ALLE ORIGINI - Sono i dati essenziali della nuova Chevrolet Camaro, la sesta generazione, che sarà disponibile nel 2016. Ieri l’auto è stata al centro di una grande manifestazione organizzata dalla Chevrolet sull’isola Belle di Detroit, dove è stata illustrata la storia del modello come contorno alla presentazione di quello nuovo. Ma il grande show all’insegna della coupé tutta muscoli della Chevrolet ha messo in evidenza soprattutto la fedeltà della Camaro 6 allo spirito originario del modello. L’impostazione generale e la linea sono infatti l’evoluzione della Chevrolet Camaro della quinta generazione, con richiami alle prime Camaro, quelle di 50 anni.
 
LA COUPÉ YANKEE - Era infatti il 1967 quando la Chevrolet lanciò la prima Camaro, in evidente risposta alla Ford Mustang che stava ottenendo grande successo tra i giovani americani. Nasceva così una nuova tipologia di vettura, squisitamente americana: a due porte, coupé o cabriolet, ma a quattro posti con anche quelli dietro comodi, e un profilo sì sportivo ma certo non esaltazione delle forme fluenti. L’elemento dominante era infatti il frontale imponente e aggressivo.
 
 
CONCETTI CONFERMATI - La nuova Chevrolet Camaro 6 ripropone e se possibile accentua quella logica, lasciando alla Corvette il compito di rappresentare la General Motors nel territorio delle coupé sportive pure. Dal punto di vista dello stile sono presenti gli elementi caratteristici del modello, come la preponderanza della parte anteriore. Il frontale domina infatti con la sua enorme mascherina con griglia a larghe maglie esagonali, fari sviluppati in orizzontale e una fessura tra calandra e cofano motore che unisce i gruppi ottici, ovviamente a led. Il profilo laterale rende subito riconoscibile la Camaro grazie all’andamento ondivago della fiancata, con i parafanghi a segnare i punti più alti delle curve, appunto come tradizione del modello.
 
IMMAGINE DINAMICA - L’immagine “muscolosa” della Chevrolet Camaro 2016 è rafforzata dalle marcate spigolosità longitudinali che marcano il cofano motore, trasformandolo in una sorta di carapace che esprime potenza e dinamicità. Perché la Chevrolet Camaro non è certo una tartaruga, anzi. La Chevrolet non ha comunicato le prestazioni delle tre versioni, salvo dire che la versione SS con il motore V8 da 461 CV è in grado di raggiungere le 60 miglia orarie (96 km/h) in meno di 6 secondi. Al miglioramento hanno contribuito i tre motori adottati ma anche il peso della vettura ridotto di almeno 90 kg (alcune versioni anche di più).
 
2.0 TURBO SCATTANTE - Se il colpo d’occhio offerto dalla Camaro 6 evoca la storia cinquantenaria del modello, la meccanica contiene numerose soluzioni avanzate. Il motore 2.0 Turbo ha caratteristiche di efficienza tra le più notevoli; esprime il 90% della coppia tra 2.100 e 3.000 giri e il picco massimo di 400 Nm è disponibile tra 3.000 e 4.500 giri. Anche con questo motore la Camaro è accreditata di un’accelerazione 0-100 in meno di 6 secondi. Il propulsore mediano, V6 3.6 da 340 CV è a iniezione diretta, con sistema di distribuzione a fasatura variabile e soprattutto è equipaggiato con l’Active Fuel Management, sistema che esclude due cilindri quando il motore gira al minimo. La nuova Camaro  V8 6.2 ha sotto il cofano lo stesso motore V8 impiegato sulla Corvette Stingray, con fasatura variabile, iniezione diretta e sistema Active Fuel Management. In caso di scelta del c ambio manuale a 6 rapporti, la Camaro V8 6.2 è dotata del sistema Active Rev Match, che gestisce al meglio il rapporto tra cambio e acceleratore, in maniera da ottimizzare le cambiate.
 
 
GUIDA “SU MISURA” - Nella dotazione della Camaro 6 spicca anche il sistema All-Drive Mode Selector che consente di scegliere tra quattro modalità settaggio della vettura: Snow/Ice, Tour, Sport e Track (quest’ultimo modalità solo per la Camaro SS). Per ognuna delle modalità vengono predefiniti alcuni parametri relativi alla progressione dell’acceleratore, del cambio automatico, del suono del motore, dell’azione del servosterzo, del controllo di trazione e di stabilità. 
VIDEO
Chevrolet Camaro Coupé
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
82
26
12
3
5
VOTO MEDIO
4,4
4.38281
128


Aggiungi un commento
Ritratto di TheStig_97
17 maggio 2015 - 11:23
Una riuscitissima evoluzione stilistica del precedente modello, la trovo bellissima! Il 2.0 turbo e gli interni che sembrano molto più curati rispetto alla precedente Camaro, secondo me sono un chiaro segno che arriverà anche sul nostro mercato ad insediare la sua rivale di sempre, la Ford Mustang. Nella foto ho la sensazione che lo schermo touch sia inclinato verso il basso, ma forse è solo un effetto ottico.
Ritratto di AlexTurbo90
17 maggio 2015 - 23:21
Anche io ho avuto la stessa sensazione dalle foto! Comunque bello l' abitacolo, caratterizzato in modo sportivo ma senza sfociare nel pacchiano, però quello bocchette di areazione sono posizionate un po' troppo in basso, a mio avviso.
Ritratto di L'Alfista
18 maggio 2015 - 16:03
Nelle immaggini anche io ho la sensazione che lo schermo sia inclinato, ma forse, come hai ben detto, è solo un' effetto ottico. Comunque sia, gli interni sono ben riusciti.
Ritratto di AngelAventador
17 maggio 2015 - 11:26
la mustang è migliore visivamente, non so ancora le prestazioni però. Ma se me la regalassero non la rifiuterei.
Ritratto di ferrariforever
17 maggio 2015 - 11:33
Auto fantastica, anche se aspetto i dati ufficiali sulle prestazioni. Non so se è più bella questa o la Mustang.
Ritratto di Andrea Ford
17 maggio 2015 - 11:40
La ripetizione di quello che è stato fatto non è certo indice di creatività, e non mi riferisco solo a questo caso, d'accordo mantenere la propria identità ma bisogna farlo anche guardando al futuro, io qui di futuro non ne vedo proprio e a dirla tutta, la Camaro prima serie, quella a cui fanno continuo riferimento, non è stata neppure la piu' bella, ci sono state generazioni altrettanto belle come la seconda di meta' anni 70 e la terza,quella che amo di più, che veniva utilizzata dai due protagonisti della serie TV "Simon & Simon", perché non utilizzare le serie successive per fare dei remake? Le linee anni 70/80 erano spettacolari.
Ritratto di auto e moto
17 maggio 2015 - 12:57
le linee anni 70/80 delle muscle car americane sono universalmente riconosciute come uno schifo... infatti una fastback del 67 vale 10 volte una mustang post '69...... gli anni '70 ancora te li passo perchè alcune erano ancora carine ma '80 e '90 erano delle schifezze su ruote disegnate da bambini ubriachi, infatti non le vuole nessuno :)
Ritratto di Fr4ncesco
17 maggio 2015 - 13:42
Da metà anni 70 in poi, vuoi per la crisi petrolifera, vuoi per l'invasione delle giapponesi le muscle persero appeal. La concorrenza era più efficiente in termini di consumi e avevano linee più moderne, gli americani non abituati non riuscirono a dare una risposta sufficiente. E' con la Mustang del '96 che riuscirono a riproporre la "filosofia" anni 60-70, seguita poi dalla Chevrolet a metà 2000 (intanto la produzione della Camaro era stata sospesa) e quindi dalla Dodge, così da riproporre la moda della muscle. Ispirarsi a quelle degli 80-90 (che fine a se stesse comunque non erano proprio pessime) non ha senso.
Ritratto di Andrea Ford
17 maggio 2015 - 13:57
Altrimenti non,sarebbe rimasta in produzione per ben 15 anni. Io l'ho sempre trovata,affascinante soprattutto in declinazione Capri e con belle linee figlie del suo tempo, a me le muscle anni 90 non piacciono ma quelle nate tra la fine dei 70 e gli 80 sono stupende, non penso di essere l'unico a cui piacciano, credo che lo scetticismo oggi sia dovuto al fatto che nessuno ha presentato remake di quelle auto, guardando all'Europa vedi BMW con le varie Hommage (M1, CSL) a che splendide linee è arrivata. Chiaramente finché andrà di moda riproporre solo linee anni 60 a nessuno piacerà l'idea di un revival dei 70-80.
Ritratto di Fr4ncesco
17 maggio 2015 - 14:36
E' stata longeva ma non delle più riuscite, tanto che la Ford pensò di sospendere la produzione e sostituirla con la sportiva di derivazione Mazda. Gli appassionati però convinsero la Ford a non terminarne la produzione e così con la generazione successiva fecero del loro meglio, ispirandosi all'idea originale e ottenendo un ottimo risultato. Come detto non le ritengo pessime, ma non sono all'altezza di quelle prodotte tra i 60 e i 70.
Pagine