NEWS

Chevrolet Corvette C8: le camuffature si alleggeriscono

5 settembre 2018

Nel 2019 debutterà una nuova Corvette a motore centrale, una vera e propria rivoluzione per la storica sportiva americana.

Chevrolet Corvette C8: le camuffature si alleggeriscono

RIVOLUZIONE C8 - Per gli appassionati delle auto americane ed in particolare della Chevrolet Corvette non sarà facile “digerire” i cambiamenti in programma con l’ottava generazione, che sarà in vendita dal prossimo anno con una meccanica totalmente rivista: la sportiva infatti non avrà più il motore davanti all’abitacolo, ma dietro ai sedili in posizione centrale. In 65 anni di storia non era mai accaduto che la Corvette avesse il motore centrale. Questo costringerà gli stilisti della casa statunitense a rivedere l’intera sagoma dell’auto, come si può osservare dalle immagini spia pubblicate su Motor Authority e scattate a un esemplare di prova, mascherato solo da una pellicola protettiva a coprire la carrozzeria definitiva.

CAMBIA LA SAGOMA - La Chevrolet Corvette C8 perderà quindi il suo inconfondibile profilo, con il classico lungo cofano anteriore. Le nuove proporzioni prevedono un abitacolo avanzato e una coda lunga, esattamente come le rivali annunciate: Audi R8, Honda NSX e McLaren 570S. Il cofano corto, l’altezza ridotta e il parabrezza molto inclinato faranno apparire la Corvette C8 più raccolta e aggressiva di tutte le antenate. L’impressione di sportività traspare inoltre da particolari come le prese d’aria nelle fiancate e l’alettone posteriore. Il nuovo telaio permetterà ai tecnici di centralizzare i pesi e migliorare la gestione della potenza, nonché di rendere più gratificante il comportamento su strada. Le immagini spia scattate nei pressi del circuito tedesco del Nürburgring non rivelano nuovi dettagli sull’interno, ma a giudicare dalle protezioni sembra che la Chevrolet Corvette 2019 avrà un tunnel centrale rialzato e la strumentazione raccolta sotto una palpebra dietro il volante.

IL V8 È DI RIGORE -  Il motore dovrebbe essere un’evoluzione dell’attuale V8 6.2 con circa 500 CV in versione aspirata e oltre 700 CV con compressore volumetrico per le versioni più spinte che seguiranno. Il cambio sarà un doppia frizione, sviluppato insieme alla Tremec, come unica scelta disponibile. La Chevrolet Corvette C8 dovrebbe essere in vendita negli Usa alla fine del 2019 ma, stando alle indiscrezioni non sostituirà l’attuale C7, che dovrebbe restare in produzione per soddisfare quei clienti più tradizionalisti affezionati alla classica sportiva a motore anteriore.

Aggiungi un commento
Ritratto di Probabilmente
5 settembre 2018 - 11:39
Motore centrale e cambio doppia frizione unica scelta. Allora ditemelo che mi volete far piangere. Tanto piangevo ugualmente perché non me la posso permettere! :D
Ritratto di ELAN
5 settembre 2018 - 11:42
1
Sulla Corvette per me sarebbe di rigore un cambio manuale invece.
Ritratto di Probabilmente
5 settembre 2018 - 12:32
Appunto, dicevo. Per me la Vette è manuale e col motore sotto il cofano anteriore!
Ritratto di Maria Rossi
5 settembre 2018 - 22:30
Sono d'accordo.
Ritratto di gjgg
5 settembre 2018 - 11:52
1
Io la vedo così (opinione assoggettabile a dissenso sia chiaro). Italiani, Americani e Jappo (alcuni) focalizzati ancora su auto volte all'aspetto prestazioni/prezzo. Cinesi(Svedesi), Tedeschi e Indiani(Inglesi) (e di nuovo Jappo) invece più per le luxury coi vari adas e interni tecnologici in tema infotainment e cose ibride/elettriche
Ritratto di Giuliopedrali
5 settembre 2018 - 12:08
A me col motore centrale non piace, non so ha troppi concorrenti pure croati e danesi, anche se sarà l'unica low cost.
Ritratto di gjgg
5 settembre 2018 - 12:30
1
Comunque, tornando all'articolo precedente, se (penso di averci finalmente preso) intendevi questa https://www.youtube.com/watch?v=2cnfhee7XQQ effettivamente non sembra tanto distante dalle soluzioni proposte da una tedesca
Ritratto di gjgg
5 settembre 2018 - 12:36
1
A sto punto però concorderai che un grande ausilio ad inserirsi glie lo stanno dando i nuovi standards in termini di premium-luxury. Infatti il tablettone non manca (ed è anche rotante!, cosa che ad esempio mi sembra nessuna tedesca proponga); e ha pure il cockpit digitale come cruscotto (che secondo me, sbaglierò?, alla fine economicamente al costruttore costa meno di un cruscotto a strumenti analogici)
Ritratto di Giuliopedrali
5 settembre 2018 - 14:57
Si i cinesi sono maestri, da loro hanno interni tra Cadillac e Rolls-Royce anche le SUV medie... Però magari con 170 cv o 230 sono piuttosto lente, cioè privilegiano gli interni e la comodità, dinamismo ancora quasi zero. Ma qual'è l'auto che hai visto su YouTube?
Ritratto di Giuliopedrali
5 settembre 2018 - 15:02
La Traum non ricordo quale modello, ma ne ha due per il momento, Traum non vuol dire trauma ma sogno in tedesco, ha uno schermo largo quasi un metro e mezzo nella plancia, cioè la plancia è sostituita a DX e SX totalmente da uno schermo... E sembra meno posticcio del tablet Mercedes...
Pagine