NEWS

Chevrolet Corvette: il 2019 è l’anno della C8

04 gennaio 2019

L’ottava generazione della Corvette avrà il motore centrale e uno stile decisamente grintoso. In arrivo a fine anno.

Chevrolet Corvette: il 2019 è l’anno della C8

CAMBIA IN TUTTO - L’ottava generazione sarà quella della rivoluzione per la Chevrolet Corvette, che si appresta a cambiare radicalmente dopo 66 anni di storia (il primo modello è del 1953). La C8 infatti non avrà più il motore anteriore davanti alla cabina di guida, ma sarà costruita sulla base di un telaio tutto nuovo con il motore posteriore centrale, il cui vantaggio è di centralizzare i pesi e migliorare il comportamento fra le curve, in particolare nella guida in pista. La Corvette C8 diventerà così una rivale di “mostri sacri” come Ferrari 488 GTB e Lamborghini Huracan, ma ad un prezzo decisamente più conveniente, come da tradizione per la sportiva americana.

LINEE SPIGOLOSE - Il passaggio al motore centrale si riflette anche nell’aspetto della vettura, come si vede dalla nostra ricostruzione (disegno qui sopra), perché la Chevrolet Corvette del 2019 avrà l’abitacolo avanzato, il frontale corto e una parte posteriore pronunciata. Lo stile manterrà un family feeling con il modello attuale a motore anteriore e lo si nota dalle forme tese e dagli spigoli pronunciati. Del resto, secondo alcune indiscrezioni, le Corvette C8 e C7 convivranno per un paio d’anni nel listino della Chevrolet che, in questo modo, mira a non scontentare i fan storici di questo modello.

ANCHE IBRIDA? - Oltre al telaio tutto nuovo sulla Chevrolet Corvette C8 dovrebbe fare la sua comparsa un inedito motore V8, dotato di doppio albero a camme, che sarà disponibile in versione aspirata con circa 500 CV e sovralimentata con oltre 700 CV. Alcune indiscrezioni confermano la presenza di una futura versione ibrida, sempre basata sul nuovo V8, capace di circa 800 CV. La Corvette C8 dovrebbe costare circa 90-100.000 euro ed essere in vendita da dicembre 2019.



Aggiungi un commento
Ritratto di Fr4ncesco
4 gennaio 2019 - 19:42
2
Interessante la suddivisione in step di potenza con aspirato, sovralimentato e ibrido e il prezzo contenuto nonostante l'utilizzo di leghe leggere e fibra di carbonio. È un modello che mi incuriosisce parecchio.
Ritratto di Furai
4 gennaio 2019 - 19:47
La fine del mito, già con l'odierna C7 avevano scavato la fosse con quel design incredibilmente giapponese che non c'entra minimamente con le 'Vette
Ritratto di Gordo88
5 gennaio 2019 - 01:00
La corvette stingray del nuovo millennio (alias c7) è una supercar oltre che ad avere un design personale e molto americano offre delle ottime prestazioni ad un prezzo contenuto.. questa c8 mira a dare più battaglia alle supercar europee con la nuova concezione del motore centrale diventerà secondo me ancora più interessante
Ritratto di Fr4ncesco
5 gennaio 2019 - 01:50
2
Fin dagli anni '60 il motore centrale posteriore era nelle corde degli ingegneri GM, proprio per confrontarsi in particolare con le italiane che iniziavano ad adottare questa soluzione. Non ne sono scandalizzato onestamente, la vedo come un' opportunità di vedere qualcosa di diverso.
Ritratto di Furai
5 gennaio 2019 - 15:17
Il design non è per niente americano, non vi è nessun richiamo ai linguaggi stilistici precedenti. Già la C6 è stata progettata e venduta in questo millennio ed aveva prestazioni molto più simili alla C7 che alla C5 avendo anche un design senza tempo. È difficile discutere di estetica, dico solo che per i miei gusti già quella odierna è un aborto e che la prossima a motore centrale neanche la considererò una 'Vette
Ritratto di Cosworth141090
6 gennaio 2019 - 17:53
Sono assolutamente in linea con il tuo pensiero finché parli di prestazioni e prezzo (in ottimo rapporto tra loro)....sul design anche mi trovi d'accordo, ma solo sulla personalità: la linea della C7 (per quanto mi piaccia moltissimo, attenzione) tutto può essere definita fuorché americana. È un modello che ha segnato un netto taglio col passato, abbandonando le forme e gli interni di gusto "Yankee" che da sempre l hanno caratterizzata...almeno fino alla C6. A me personalmente la C7 piaceva moltissimo, e questa C8 anche (il rapporto qualità prezzo è ancora ottimo, se non migliore di prima visto l'affinamento della meccanica).... tuttavia sono auto molto diverse. La filosofia sportiva americana (che adoro) è brutale, cubature da camion, sound cattivo e votate "al quarto di miglio" più che all'efficacia al Ring.
Ritratto di v8sound
6 gennaio 2019 - 18:10
Infatti, strano quindi che "quoti" il commento di sotto dove l'utente vedrebbe di buon auspicio una Corvette "moderna" (giusto per usare un eufemismo, ovviamente).
Ritratto di Cosworth141090
6 gennaio 2019 - 18:38
Ehm...guarda, non so se si è trattato di un mio sbaglio, oppure è la disposizione che il forum assegna ai commenti che crea confusione....ma il mio "quoto in pieno" era (o almeno voleva essere, magari è stato un mio errore di inserimento) riferito al commento "Al cliente Corvette non gliene può fregar de meno della versione elettrica, ma almeno sa cos'è e di cosa stiamo parlando? Corvette la si compra anche per la sinfonia del suo monumentale ed iconico V8, per le emozioni che sa trasmettere....". Proprio commento tuo tra l'altro. La mia posizione in merito alla questione di certi tipi di auto "rivisti in chiave moderna ed elettrizzati" l'ho ampiamente espressa sotto alla Camaro del 67 riproposta in elettrico e con interni simil Tesla: un abominio! E non ho nulla contro l'elettrico, anzi. Sono contro l'elettrico che stupra, letteralmente, la filosofia di determinate auto di interesse storico (Camaro o, per rimanere in tema, Corvette).
Ritratto di v8sound
6 gennaio 2019 - 19:28
Ah ecco, mi sembrava strano... Un saluto.
Ritratto di bridge
4 gennaio 2019 - 19:56
1
Una volta i rendering di AlVolante erano migliori...
Pagine