La Corvette cabrio più potente di tutte

6 marzo 2013

Ha 450 CV e la capote in tela che si apre anche in movimento. Curati e quasi lussuosi gli interni.

La Corvette cabrio più potente di tutte

QUALCHE RICORDO DEL PASSATO - A Ginevra la Chevrolet ha presentato la sorella decappottabile della Corvette Stingray, recentemente svelata al Salone di Detroit (leggi qui). Come la coupé, è spinta dal 6.2 V8 da 450 CV, con basamento e testata in alluminio, due valvole per cilindro e iniezione diretta di benzina. A capote chiusa la Convertible convince per la linea moderna e filante, ma non priva di echi rétro, che mantengono vivi i legami con le mitiche Corvette cabrio del passato. A capote aperta il tipico profilo della Stingray è ancora più evidente.

È SPORTIVA, MA NON VUOLE FAR SOFFRIRE - L'abitacolo della Corvette Stingray Convertible ha perso l'essenzialità di un tempo, e ora appare più lussuoso e confortevole. Le finiture in pelle, alluminio o carbonio sono pregevoli nella fattura; la plancia avvolgente e la larga consolle rivolta verso il guidatore hanno una linea piacevole. E dobbiamo dire che l'effetto è davvero gradevole: salendo a bordo si ha proprio la sensazione di trovarsi su una sportiva di carattere, che sa anche coccolare il guidatore e il passeggero. La capote in tela a tre strati è ad azionamento elettrico e può essere aperta o chiusa anche in movimento, fino a 50 km/h. 
 
 
NON MANCA LA TECNOLOGIA - Anche i contenuti tecnologici sono di primo piano sulla nuova Corvette Stingray Convertible. Basti citare il Drive Mode Selector a cinque posizioni, che adatta la dinamica di guida secondo 12 parametri, in funzione delle condizioni ambientali e dello stile di guida, e il nuovo cambio manuale a sette rapporti con il sistema Active Rev Matching, che anticipa la selezione della marcia sincronizzando il regime di rotazione del motore. Interessante anche il Performance Package Z51, che include il differenziale elettronico autobloccante, il sistema di lubrificazione a carter secco, il sistema di raffreddamento del differenziale e della trasmissione, il sistema di raffreddamento integrale dei freni, e un pacchetto aerodinamico per migliorare la stabilità alle velocità elevate. La produzione della Corvette Stingray Convertible dovrebbe cominciare nel novembre 2013; l'arrivo nelle concessionarie è previsto per la primavera del 2014.

 

VIDEO
loading.......
Chevrolet Spark
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
17
11
17
19
14
VOTO MEDIO
3,0
2.97436
78
Aggiungi un commento
Ritratto di Merigo
6 marzo 2013 - 11:56
1
I quattro scarichi, chissà perché affiancati, mi ricordano le canne di un organo, però escludo che ne escano note da Chiesa!
Ritratto di Chromeo
6 marzo 2013 - 13:58
Ma sono ancora lontani dagli standard europeii comunque mi piace molto, personalmente preferisco la coupè, non vedo l'ora che esca la versione più estrema
Ritratto di OneTerros
6 marzo 2013 - 13:58
1
La preferisco alla Coupè. Se potessi la prenderei gialla.
Ritratto di Fr4ncesco
6 marzo 2013 - 14:59
Veramente bella e ben proporzionata anche cabrio. Bene anche gli interni, se consideriamo che che le versioni precedenti davano l'impressione dell'abitacolo di una Vectra. Questa invece sembra anche rifinita senza però diventare snob come le europee. Complimenti alla Chevy!
Ritratto di carmelo.sc
6 marzo 2013 - 16:40
Bella, come tutte le corvette, ma onestamente il posteriore così squadrato proprio non lo digerisco preferisco quello del modello passato oppure quello della camaro!
Ritratto di fabri99
6 marzo 2013 - 17:46
4
La trovo davvero molto bella, una classica spider all'americana... L'unica cosa, oltre ai fari posteriori non tondi, che mi lascia un po' così sono gli interni: sembrano davvero belli e ben fatti, non molto lontani da Porsche come qualità... Questo non mi piace... In quella vecchia avevi schifo a sedertici dentro quasi, dal tanto che era plasticosa come un'utilitaria... Questo caratterizzava la Corvette: cosa me ne frega degli interni se ho sotto al cullo 450 cavalli americani e un look stupendo...??? Quasi come Alfa, secondo me: che contano, alla fin fine, sono il piacere di guida, la velocità, il rumore e la bellezza estetica... Saluti ;)
Ritratto di Fr4ncesco
6 marzo 2013 - 20:34
Purtroppo queste vetture non sono acquistate solo da appassionati, anzi spesso vengono acquistate da fìghètte snob, che negli USA avrebbero magari preferito una Jaguar o una Porsche perchè gli interni della Vette erano troppo spartani. Con questo modello credo che abbiano voluto aumentare il "range" delle vendite, anche se conserva il suo spirito tradizionale senza essersi europeizzata (così come la Viper) come si temeva. Considera che comunque tutti modelli americani hanno avuto un salto di qualità, quindi è un po' un fenomeno generale per la vetture USA.
Ritratto di fabri99
6 marzo 2013 - 20:44
4
Però preferivo gli interni di prima, facevano proprio schifo!XDXD Va beh, ora sarà anche abbastanza difficile spiegare perchè costa la metà delle rivali europee più blasonate... Prima era anche per gli interni, ora... Era meglio quando era peggio... Ciao ;)
Ritratto di MatteFonta92
6 marzo 2013 - 17:51
3
All'inizio la linea di quest'auto non mi era piaciuta molto, ma devo dire che mi ci sto pian piano abituando e alla fine non è così male, anzi. Ottimo passo avanti negli interni, che ora sono rifiniti come si conviene ad una supesportiva come questa. Unica critica, i CV, che sono un po' pochini rispetto alla cilindrata (6.2 litri); almeno a 500 ci potevano arrivare.
Ritratto di MatteFonta92
6 marzo 2013 - 17:52
3
All'inizio la linea di quest'auto non mi era piaciuta molto, ma devo dire che mi ci sto pian piano abituando e alla fine non è così male, anzi. Ottimo passo avanti negli interni, che ora sono rifiniti come si conviene ad una supesportiva come questa. Unica critica, i CV, che sono un po' pochini rispetto alla cilindrata (6.2 litri); almeno a 500 ci potevano arrivare.
Pagine