Chevrolet Corvette Z06: il progettista racconta

10 marzo 2014

Chiacchierata informale con Tadge Jeuchter, capo progetto Corvette, davanti alla nuova, potentissima Z06.

Chevrolet Corvette Z06: il progettista racconta
DA METTERE A PUNTO - Avevamo già ammirato la Chevrolet Corvette Z06 al suo debutto al Salone di Detroit di un paio di mesi fa, e anche a Ginevra non siamo riusciti a sottrarci alla sua sfrontata bellezza. Mentre ci lustravamo gli occhi sullo stand della Chevrolet, abbiamo incontrato la persona che le “belve” americane le fa nascere: Tadge Jeuchter (foto in alto), il responsabile del progetto dell’ultima Corvette. “La Z06 che presentiamo qui è praticamente definitiva, ma per le consegne dei primi esemplari occorrerà aspettare un anno. Infatti, dobbiamo ancora effettuare tutta la messa a punto: la porteremo su varie piste negli Stati Uniti, e anche al Nürburgring.”
 
 
FRUTTO DELLA GALLERIA DEL VENTO - Della Corvette “normale”, questa Z06 ha mantenuto ben poco. Al di là della meccanica (6.2 V8 sovralimentato con compressore, che eroga 625 cavalli e 861 Nm di coppia), anche la carrozzeria ha molte parti differenti. Accarezzando virtualmente la sua creatura con lo sguardo, Jeuchter ci spiega che è stato fatto uno studio aerodinamico molto approfondito, sia per tenere sotto controllo le temperature di una meccanica così sollecitata (per esempio, le prese d’aria subito dietro le porte servono per raffreddare il radiatore dell’olio del cambio e del differenziale), sia per tenere ben attaccata a terra la vettura alle velocità che potrà raggiungere (si parla di 330 chilometri orari di punta massima). La Z06 esposta montava il pacchetto “ultraprestazionale” Z07, che, oltre ai freni a disco carboceramici e  ai pneumatici Michelin semislick, include uno spoiler anteriore maggiorato e uno posteriore regolabile, a doppia aletta. “Allentando alcune viti - spiega Jeuchter - si può alzare o abbassare il “baffo” mobile, per favorire la velocità in rettilineo o l’aderenza in curva, e per adattare in modo più fine il comportamento in curva al tipo di guida del pilota”.
 
OK ANCHE SULLA NEVE! - Poche auto sono più focalizzate alle prestazioni di una Chevrolet Corvette Z06, ma - garantisce il capoprogetto - “abbiamo pensato anche all’ambiente e alla guida quotidiana. Non abbiamo ancora dati ufficiali per quanto riguarda emissioni e consumi, ma l’iniezione diretta di benzina e la disattivazione automatica di quattro degli otto cilindri quando si va piano dovrebbero consentire risultati molto buoni in rapporto alle potenza. E poi, posso garantire che questa vettura si guida facilmente persino sulla neve!”. Probabilmente con gomme M+S, pensiamo noi. E comunque, con tutti quei cavalli, il controllo di trazione sarà costantemente chiamato in causa anche sul bagnato, rendendo impossibile una guida fluida… “Niente affatto – garantisce Jeuchter – Abbiamo un tasto per variare la risposta di motore, cambio, sterzo e sospensioni su cinque livelli, via via più “aggressivi”: Bad Weather, Economy, Normal, Sport e Track. Scegliendo il primo (“tempo cattivo”, ndr) la Z06 si trasforma in un vero agnellino”. Approfittiamo allora per una domanda provocatoria: per trasmettere a terra tutta quella potenza, non sarebbe utile una versione 4x4? “Potrebbe essere un’idea - ammette Jeuchter - ma non è realizzabile: il motore è posto talmente in basso che non avremmo lo spazio per far passare l’albero di rinvio e, se lo alzassimo, oltre a peggiorare il comportamento dinamico, non potremmo più omologare l’auto: la gobba sul cofano motore limiterebbe troppo la visibilità!” 
 
 
PIÙ O MENO, 110.000 EURO - Interessati a questo mix di cattiveria pistaiola e (entro certi limiti) fruibilità quotidiana? Il prezzo non è ancora stato deciso, ma pensiamo di non essere lontani dal vero stimando una cifra prossima ai 110.000 euro. La Chevrolet Corvette Z06 sarà commercializzata da un numero ristretto di concessionarie Cadillac, dato che nel 2015 le vetture marchiate Chevrolet non verranno più importate in Europa (e quindi sparirà la rete di vendita, che attualmente tratta anche le Corvette). Ricordiamo infine che la Corvette Stingray (quella con il V8 6.2 aspirato da 466 cavalli, da cui deriva la Z06) si può finalmente ordinare: la Coupé costa 71.565 euro, la Cabrio 74.590.
Chevrolet Corvette Coupé Z06 6.2 V8 3LZ
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
0
0
0
0
0
VOTO MEDIO
0,0
0
0
Aggiungi un commento
Ritratto di juvefc87
10 marzo 2014 - 16:21
da ovunque la si osservi!!
Ritratto di PariTheBest93
10 marzo 2014 - 17:18
3
Ho letto con attenzione la prova di "car" della normale C7 stingray: a quanto pare ha perso molto della cattiveria delle precedenti generazioni, per diventare (sin troppo) equilibrata, un altro pianeta invece la Viper selvaggia, scorbutica e cattiva... Poi sempre della C7 questo mese arrivano i dati e gli opzional ufficiali: mi pare strano non raggiunga i 300km/h (292 per la precisione) che abbiano messo un limitatore? Speriamo che la Z06 non sia cosi "docile"...
Ritratto di fabri99
10 marzo 2014 - 19:42
4
Non sono molto d'accordo. La Corvette, nella sua settima generazione, è uscita dal guscio. Per gli States, e anche per me, andava bene così, volgare, con interni da citycar e una brutale cattiveria, un'auto difficile da controllare, ma al tempo stesso affascinante, ribelle e sublime alla guida nella versione Z06. Ma non poteva continuare così, quindi è uscita dal guscio alla conquista dell'Europa: con interni più raffinati e lussuosi, confort migliorato, linee più scolpite, prezzo competitivo rispetto alle rivali e tutta quella cattiveria mitigata, si è presentata in Europa. Ma non vuol dire che non sia cattiva: ha ancora più di 450 cavalli, impiega 4 secondi circa per lo 0-100 e, con queste migliorie, ha una guida più reattiva, agile e precisa della vecchia, nella prova di EVO si è dimostrata all'altezza, anche migliore in certi casi, di R8, 911 e F-Type, le sue concorrenti principali... Eppure conserva ancora quell'anima Yankee, nelle linee muscolose, nel grosso e potente V8, nel suo sound corposo ed eccitante e nel suo sgarbato e del tutto naturale modo di far sgommare le gomme... E' un'auto passionale, piena di verve e ormai è una delle migliori... Questa versione Z06 dev'essere un vero mostro: le prestazioni sono da supercar che costa più del doppio, il look è cattivissimo, sembra un'auto da corsa e non penso sarà un'auto docile... O piuttosto, che sarà docile on demand: nella modalità bad weather, come dice il buon vecchio Jeuchter, sarà guidabile e docile, ma dovrebbe diventare un'animale da pista, preciso, aggressivo e agilissimo o anche una ribelle, sgarbata e volgare, in pieno stile Yankee... Per la Viper, beh, non è che sia granchè, sinceramente. Esteticamente mi piace molto, ma è solo rabbia concentrata in un grosso motore, con una bella carrozzeria attorno... Non sono io a dirlo, ma le prove su strada di molte riviste: la Viper non è molto raffinata e precisa, non è piacevole ne agile come la Corvette, fa un po' come vuole e, anche se questo può essere affascinante, non è facile da controllare, è parecchio esuberante e spesso difficile da controllare... MotorTrend la confrontò alla vecchia ZR1 e la SRT ne prese di santa ragione, mentre mesi dopo, con la C7 in mano, Car and Driver(credo fossero loro) confrontò le due nuove americane: ovviamente la Chevy non poteva niente contro la Viper per accelerazione e velocità massima, ma la tenuta, la frenata e l'agilità erano tutti a favore della raffinata 'Vette... Sarò un po' di parte, ma a me sembra che la nuova C7 vinca senza problemi contro la Viper e sia finalmente pronta anche per l'Europa... Avevo paura avesse perso qualcosa, invece tutto lo spirito Corvette è ancora lì, un po' ricoperto dalla pelle per accontentare gli europei, ma sotto sotto, la Stingray è ancora un mostro ribelle che non vede l'ora di saltare fuori... Solo che ora gioca ad armi pari con le europee...
Ritratto di PariTheBest93
10 marzo 2014 - 20:42
3
Che la corvette sia un'auto tradizionalista e conservativa sono d'accordissimo, ma questo è il parere nel mensile inglese car, quanto alla viper è sempre esistita un unico motore a differenza della corvette, il confronto ZR1 vs Viper questa è stata parecchio più veloce al ring (la versione ACR omologata) non so dove hai letto che la Viper non è un granché, credo tu abbia frainteso di brutto, nemmeno la vette è molto raffinata tecnicamente, poiché usa soluzioni classiche, la Viper è sempre stata scorbutica è la sua peculiarità molto più della vette... La Viper è per i piloti con i ha i controca**i, la nuova vette come puoi leggere nell'articolo si è molto più civilizzata che in passato anche nella versione Z06... Rimangono due auto affascinanti e libidinose...
Ritratto di Chromeo
11 marzo 2014 - 00:09
E devo dire che la Z06 nonostante la potenza e la coppia inferiore è migliore, lasciamo stare gli interni, però è molto più precisa con una guidabilità migliore rispetto alla Viper. Certo, la nuova Vette nonostante sia migliorata rimane pur sempre una macchina tecnicamente arretrata rispetto alle europee, però questa versione ha un handling molto buono, poi logicamente è anche sfruttabile come auto di tutti i giorni, mentre la Viper è migliorata rispetto alla vecchia ma a differenza di questa rimane un bel po incontrollabile, e questo è un peccato visto che le tecnologie per renderla più precisa le avevano, tecnologie che sono state maturate nel motorsport per un bel po di tempo e i risultati si sono visti con le versioni stradali ACR e ACR-X che hanno ottenuto dei tempi rispettabilissimi nelle varie piste, anche se erano auto poco vivibili. In pratica, la C7 è migliore nonostante sia un po arretrata mentre la Viper rimane incontrollabile, a livello di vivibilità vince di un po la C7
Ritratto di PariTheBest93
11 marzo 2014 - 10:32
3
Se con la Z06 intendi il modello appena presentato sono d'accordo su tutto
Ritratto di fabri99
11 marzo 2014 - 17:50
4
Beh, anche la vecchia Z06 era un sogno. Era la Corvette più leggera e andava da Dio, Top Gear si chiedeva come potesse la Gran Sport essere così schifosa e la Z06 così piacevole e precisa... L'unica cosa che odiarono erano gli interni e il confort su strada, così si spiegarono il divario di prezzo con una Ferrari 550M(ovviamente non era solo per quello, anzi, ma la Z06 andava bene quanto la 550M, erano due auto paragonabili, la Z06 era talmente buona da poter essere confrontata alla più costosa, blasonata e raffinata Ferrari)......
Ritratto di PariTheBest93
11 marzo 2014 - 18:18
3
Alla fine la Vette nasce come risposta americana a Ferrari e Porsche ma più economica, è una cosa risaputa :)
Ritratto di fabri99
11 marzo 2014 - 18:39
4
Visto che negli anni '50 noi importavamo sportive come se non ci fosse un domani e l'America non ne aveva una, Harley J. Earl convinse i vertici General Motors a creare la prima auto sportiva americana, ancora oggi la migliore...
Ritratto di PariTheBest93
12 marzo 2014 - 12:53
3
Dimentichi la scelby cobra, ancora oggi capace di prestazioni incredibili !!
Pagine