NEWS

Citroën CX: i suoi primi 40 anni

27 agosto 2014

Compie 40 anni una delle auto simbolo della Citroën, che ebbe il compito di succedere a un “mito” come DS.

Citroën CX: i suoi primi 40 anni
EREDE DELLA DEA - La Citroën CX spegne 40 candeline essendo stata presentata al Salone di Parigi del 1974. Ha avuto una sola sfortuna: essere l'erede di una Dea. Anzi, della Dea automobilistica per antonomasia: la DS, Déesse. Eppure, rispetto alla DS, ha venduto più del doppio (1.200.000 esemplari in totale). Apprezzata, amata, ma non adorata. Eppure, la critica la premiò subito: Auto dell'Anno 1975, una linea pulita e originale (ma non come quella scultura su quattro ruote della sua antenata) che si ispirava alla SM, la Citroën Maserati, e alla più piccola GS. Quattro metri e 63 cm dissimulati da forme semplici ma non banali. L'interno richiedeva, più che una certa assuefazione, un atto di fede nei confronti del marchio. Salvo poi scoprire che, tutto sommato, quelle soluzioni non erano lì solo per stupire, ma avevano anche una certa valenza pratica.
 
 
UN DISEGNO D'AUTORE - La Citroën CX l'aveva disegnata Robert Opron, talentuoso designer francese che la Francia l'avrebbe vista solo a vent'anni d'età. Prima, Algeria, Mali, Costa d'Avorio. Pied-noir? Non di carta d'identità, sicuramente di spirito: poco lezioso, molto attento alle forme. E, proprio per questo, in sintonia con un mostro sacro che, della Francia, aveva un approccio mediato dalla propria italianità: Flaminio Bertoni, il papà della DS. Su cui Opron mise le mani, intervenendo sui fari - li fece carenati e orientabili sulla seconda serie. Gli occhi di gatto, come sono chiamati: a Bertoni sarebbero piaciuti, ma il varesino morì quattro anni prima che la DS cambiasse viso. Opron ne fu orfano: la CX fu il suo canto del cigno, a soli 42 anni. La vide, ma non c'era già più: licenziato dopo la fusione con la Peugeot. A Bertoni non sarebbe mai accaduto. Forse, beninteso: di sicuro al francese, poi transfuga in Renault, la cosa bruciò: “Non lascio Citroën, lascio Peugeot” ebbe modo di ricordare. E via verso una nuova avventura, con la CX abbandonata in fasce.
 
 
MANGIATRICE D'AUTO - Dal 1974 al 1992, la Citroën CX ha subito diverse evoluzioni. Ci sono state la famigliare Break, che raccolse anche i consensi entusiastici di chi la usava per lavoro (non ce n'è una che non sia stata accostata al carico e scarico delle edicole) e anche la Prestige, più lunga di 28 cm. Ha vestito i panni della sportiva con il motore 2.4 della GTi, ha portato al debutto i primi bolsi diesel da centinaia di migliaia di km per finire la carriera con i turbodiesel. Il primo dei quali, da 95 CV, ispirò nel 1983 un famoso spot televisivo (qui sotto). Sulle stesse sospensioni idropneumatiche della DS e, in buona parte, sulla scia della sua stessa storia.
VIDEO
Aggiungi un commento
Ritratto di lucios
27 agosto 2014 - 11:38
4
....la aveva il papà di un mio amico. La diesel turbo 2 pallas.......sensazionale quando si alzava appena accesa con noi dentro.....e poi, spazio da transatlantico all'interno.........
Ritratto di Montanelli
27 agosto 2014 - 11:57
Era davvero una grande vettura, allora le grosse francesi avevano seguito in tutta europa, negli ultimi anni invece (quando non sono scomparse...) si vendono solo in Francia. Quante Turbo 2 a gasolio c'erano in Italia!
Ritratto di acterun
27 agosto 2014 - 12:00
Ricordo di averne viste in giro 2 o 3 allestite in versione cargo, delle Break con doppio asse posteriore, veramente imponenti, ma comunque con una linea filante.
Ritratto di Moreno1999
27 agosto 2014 - 12:05
4
Una macchina bellissima. Non bella come la DS che è una delle auto secondo me più belle della storia, ma per quell'epoca era una delle migliori ammiraglie. Ho sempre adorato le ruote semicarenate.
Ritratto di Micrista
27 agosto 2014 - 12:25
Di più per le loro doti su strada,confort fantastico,spaziosa anche per i più alti e comunque esteticamente non è male. Poi i fari orientabili con la direzione delle ruote
Ritratto di cris25
27 agosto 2014 - 12:38
1
non riesco a capire proprio come a molti piacciano così tanto. Nel complesso la CX ha rappresentato un'icona per Citroen in quel periodo, anche se a me non è mai piaciuta devo ammettere che in fatto di originalità e spazio non aveva rivali!
Ritratto di futurismo
27 agosto 2014 - 15:52
Non è un fatto estetico ma tecnico... Migliora l'aerodinamica, il cx appunto! :-)
Ritratto di male323
27 agosto 2014 - 14:42
Aveva un suo stile in effetti, ma l'articolo sembra scritto da un analfabeta :(
Ritratto di Pablo
27 agosto 2014 - 15:06
Forse sei straniero? Hai difficoltà nel leggere? Fai con calma somaro!! Che darei per farci un viaggio su una cx ?.....comodità senza eguali....
Ritratto di male323
27 agosto 2014 - 17:47
Caro Pablito, non ti devi innervosire di fronte a cose che non riesci a capire, altrimenti passi tutta la tua vita nervoso. Noi comunque ti vogliamo bene e continueremo a trattarti come una persona normale. :)
Pagine