NEWS

Il lago di Como… si dà una scossa

17 maggio 2017

Il progetto "Como - The Electric Lake" prevede 17 colonnine di ricarica sui 170 km che ne costeggiano le rive.

Il lago di Como… si dà una scossa

PER UN TURISMO “VERDE” -  Como, città natale di Alessandro Volta (l’inventore della pila), è al centro di “Como - The Electric Lake”, un’iniziativa ideata e promossa da Grandi Giardini Italiani, il network dei parchi aperti al pubblico più belli d'Italia (con il supporto di 27 tra curatori di beni culturali, proprietari di alberghi, istituzioni del territorio e della casa automobilistica Tesla). L'obiettivo: "elettrificare" con stazioni di ricarica dedicate tutto il perimetro del Lario, facendone una destinazione ancor più accogliente per chi è in possesso di una macchina elettrica (ma l'iniziativa si estende anche a biciclette e barche), in modo da attrarre un turismo sostenibile e rispettoso dell'ambiente. A beneficiare del progetto, operativo a fine maggio, saranno anche i residenti, costretti a convivere con un elevato inquinamento acustico e atmosferico: l’unica strada che circonda il lago di Como è sempre molto trafficata.

IL PIENO? DOVREBBE ESSERE GRATIS - I nuovi 17 punti di ricarica (che si aggiungono alle colonnine già installate nei comuni di Como e di Lecco) sono wall box da 22 kW di potenza massima, realizzati con la collaborazione della Tesla, che consentono la ricarica non solo di auto della casa americana, ma anche della maggior parte dei veicoli elettrici in circolazione. Nel caso della Tesla, il tempo di ricarica è contenuto: fino a 100 chilometri di autonomia per ogni ora di carica. Un pieno di energia costa circa 10 euro, ma, nella maggior parte delle colonnine (molte delle quali nei parcheggi di alberghi), verrà offerto ai clienti. Questi nuovi "distributori" entreranno a far parte del circuito Tesla Destination Charging, un network che conta già oltre una cinquantina di punti (l'elenco completo è disponibile sul sito italiano del costruttore americano, alla voce Destination Charging).
    
DAGLI ALBERGHI ALLE BARCHE - A dare il loro contributo a migliorare la qualità dell'aria, aderendo a “Como-The Electric Lake”, importanti realtà locali del settore alberghiero (nove strutture, tra cui l’Hotel Villa D'Este, dove di si svolge l'annuale concorso di eleganza per automobili), nautico (come il Cantiere Nautico Matteri Erio, che produce imbarcazioni di lusso a propulsione elettrica) e alcuni tra i più bei giardini del bacino del Lario appartenenti al network Grandi Giardini Italiani (come Villa Erba di Cernobbio e Villa Carlotta di Tremezzina). Il supporto è arrivato anche da alcune istituzioni: i comuni di Como, Cremia, Lecco e Tremezzina.

Aggiungi un commento
Ritratto di Claus90
18 maggio 2017 - 10:54
Wow bella inziativa e 17 colonnine direi sono abbastanza
Ritratto di Dr.Torque
19 maggio 2017 - 09:49
Un plauso: questa è evoluzione, cultura, rispetto ed accoglienza.
Ritratto di walter62
19 maggio 2017 - 18:28
17 colonnine per caricare 17 auto in contemporanea ......... da 22 Kw x 1 ora di carica x 100 Km. E gli altri cosa fanno ..... aspettano?
Ritratto di nissei
22 maggio 2017 - 21:39
Colonnine utilizzabili solamente dagli utilizzatori delle costose Tesla.....