NEWS

Cuba apre il mercato alle auto nuove

29 settembre 2011

Con un decreto che entrerà in vigore il primo ottobre, sull’isola caraibica è stato legalizzato per i privati il commercio di vetture nuove. Una legge attesa da 50 anni.

IL DIVIETO RISALIVA AL 1959 - Anche i cubani potranno acquistare un’auto nuova. Lo stabilisce un decreto approvato lo scorso aprile (e in vigore dal primo ottobre), durante i lavori del sesto congresso del Partito comunista cubano, presieduto dal presidente Raul Castro. Cade così il divieto per i privati di comprare e vendere automobili, che risale ai tempi della Rivoluzione cubana, nel 1959. La misura è una delle più attese tra le 300 riforme adottate ad aprile, che prevedono anche la possibilità per i cubani di acquistare appartamenti, di viaggiare all’estero e di aprire attività commerciali.

Auto cuba ford crestline 
Qui una Ford Crestline (1952-1954). Nella foto in alto, una Buick Riviera del 1958.

VECCHI CARROZZONI - Fino a oggi era possibile solo comprare o vendere auto usate, fabbricate prima del 1960. Pertanto, per cinquant’anni a Cuba si sono guidate sempre le stesse macchine (quelle americane che circolavano nell’isola prima della caduta del regime del dittatore Batista), di volta in volta modificate e arrangiate alla buona. Negli anni 70 era stata anche permessa l’importazione di macchine dall’Unione Sovietica, come le Lada, le Volga o le Moscovich che, però, potevano essere acquistate solo da alcune categorie privilegiate (artisti, sportivi, medici o ingegneri) e non potevano essere né cedute, né donate.

Auto cuba chevrolet bel air
In primo piano una Chevrolet Bel Air del 1957.

STIPENDI BASSI - Con il nuovo decreto, invece, è consentita la vendita e l’acquisto di auto senza limitazioni di modello o di anno di fabbricazione. Ma le restrizioni non sono state completamente eliminate. Secondo la legge appena pubblicata sulla Gazzetta ufficiale cubana, saranno autorizzati a comprare un’auto nuova solo gli stranieri con residenza permanente o i cubani che hanno un reddito in valuta straniera o pesos convertibili in dollari. Purché l’acquisto sia finalizzato a soddisfare un’esigenza personale o culturale (la Costituzione cubana, infatti, permette la “proprietà personale” solo dei beni necessari alle “esigenze materiali e culturali”). E poi c’è da considerare la difficile situazione economica dell’isola: lo stipendio medio, anche per professioni qualificate come il medico o l’ingegnere, equivale a qualche decina di dollari al mese. È facile quindi, prevedere che ancora per qualche tempo saranno in pochi a potersi permettere un’auto nuova.

Auto cuba desoto deluxe
La DeSoto Deluxe è stata prodotta dal 1946 al 1952.

MACCHINONI COLORATISSIMI - Oggi il panorama automobilistico cubano è costituito quasi esclusivamente da macchinoni americani degli anni 50 (che a Cuba vengono chiamate “almendròn”, ovvero grosse mandorle, robuste come il guscio del frutto) e da vecchi mezzi russi (oltre alle vetture, anche camion e autobus, generalmente in cattive condizioni). Viaggiando per l’isola sembra quasi di visitare un museo a cielo aperto: ci sono Cadillac Eldorado, Chevrolet Bel Air, Chrysler Windsor, Pontiac Star Chief, e ancora Studebaker, Impala, Lincoln, Oldsmobile. Dopo tanti anni, però, la carrozzeria di queste auto è stata rappezzata con lamiere di diversi colori, e la meccanica è stata “arricchita” con pezzi di auto sovietiche e con componenti costruiti sull’isola da meccanici fantasiosi, usando materiali di recupero. Un mondo variopinto, destinato a scomparire, per lasciare finalmente spazio a vetture moderne ed efficienti.

Aggiungi un commento
Ritratto di Mister Grr
29 settembre 2011 - 18:05
ma meno male.
Ritratto di metacril
29 settembre 2011 - 18:06
che nel 2011 ci siano ancora paesi costretti a simili restrizioni...io mi lamento per il fatto che sono in cassaintegrazione e a cuba un ingegnere magari prende 30 $ al mese...spero che al più presto l'auto nuova possa essere alla portata di tutti e,dato che di auto nuove dal vivo non ne avranno mai viste,che magari ci sia qualcuno che apprezzi fiat....uhuhuh
Ritratto di mustang54
29 settembre 2011 - 19:30
2
sono proibiti telefono cellulari, internet, computer e anche i DVD... ma stanno meglio loro...
Ritratto di arconte
30 settembre 2011 - 14:45
Stanno meglio loro??? Ma se fino ad oggi manco potevano fare viaggi all estero o avere una macchina nuova! é un paese totalitarista e proibizionista a livello di urss dove la proprietà è reato, non credo che si viva molto bene..
Ritratto di claudio.rix
29 settembre 2011 - 18:06
Ma se un medico chirurgo a Cuba guadagna 18 dollari al mese, chi cavolo comprerà queste macchine nuove?
Ritratto di Mister Grr
29 settembre 2011 - 18:06
ma meno male.
Ritratto di Big Lune V6
29 settembre 2011 - 18:10
1
La Bel Air nella terza foto è un '55 non un '57. Commentando l'articolo invece, da una parte sono felice per il popolo cubano che piano piano stà acquisendo nuove libertà, dall'altra sono dispiaciuto perchè si va così a perdere una delle peculiarità di Cuba (un po' come i Crown Vic di New York)
Ritratto di fogliato giancarlo
2 ottobre 2011 - 00:41
Il commento è stato rimosso perché l'utente è stato disattivato per violazione della policy del sito. La redazione.
Ritratto di gig
29 settembre 2011 - 18:13
...
Ritratto di impala
29 settembre 2011 - 20:49
... Sicuramente queste vecchie Americane sono legende automobile, ma a té piacerebbe girare tutti i giorni con macchine che hanno 50 anni ? certamente é una buona notizia per gli cubani.
Pagine