NEWS

Cupra: entro fine 2021 la Born, prima elettrica

di Marco Pascali
Pubblicato 23 febbraio 2021

La Cupra sta pianificando una offensiva di prodotto e una nuova esperienza di acquisto per i futuri clienti. Ne abbiamo parlato con il presidente Wayne Griffiths.

Cupra: entro fine 2021 la Born, prima elettrica

COMPIE TRE ANNI - Dal quartier generale della Cupra a Barcellona, il presidente Wayne Griffiths (nella foto qui sopra) ha risposto a una serie di domande in occasione di una tavola rotonda. I numeri del neobrand spagnolo sono in crescita (nel 2020 sono state vendute più modelli che nel 2019, +11%) e l’obiettivo di questo 2021 è raddoppiare le quote dello scorso anno. Questo grazie a una strategia che passa dall’omaggio dei motori a combustione interna (con la Formetor VZ5 che sfiora i 400 CV grazie al cinque cilindri turbo dell’Audi RS3) a un dispiegamento di modelli elettrici, ibridi o termici.

NUOVA ESPERIENZA DI ACQUISTO - Quello che i vertici della Cupra stanno facendo è di creare un nuovo modo di interagire con i clienti (e potenziali tali). Partendo, ad esempio, dalla modalità con cui si potrà entrare in possesso di una Cupra. “Sarà possibile avere una delle nostre auto attraverso i Cupra Garage”, spiega Wayne Griffiths, che continua: “L’obiettivo è creare una nuova esperienza per i nostri clienti. Siamo partiti dal presupposto che il punto vendita non deve per forza essere strettamente collegato all’officina e può essere anche molto più piccolo di quanto non lo siano i concessionari a cui siamo abituati. Abbiamo in programma l’apertura di diversi Cupra Garage nelle più importanti città europee. Partiremo da Monaco di Baviera, ma stiamo già guardando a tutte le soluzioni possibili per altri paesi come l’Italia (ad esempio Milano) e la Francia (Parigi). Un’altra grande differenza con il passato sarà che l’esperienza di acquisto e tutti i servizi post vendita, saranno interamente gestiti dai Cupra Masters, un personale altamente specializzato dedicato ai clienti e delle vetture di Cupra. Abbiamo messo a punto un sistema grazie al quale il cliente potrà godere di prezzi e assistenza del tutto “trasparenti”, indipendentemente da dove si rechi a comprare o riparare una Cupra. Nuova o usata che sia”.

ELETTRICO MA ANCHE TERMICO - La Cupra Born sarà la prima auto elettrica della marca spagnola e arriverà entro la fine dell’anno. Mentre il prototipo (nella foto qui sopra) si chiamava El Born, nome preso in prestito da una bella area di Barcellona, la versione di serie si chiamerà semplicemente Born, nome ritenuto più breve. Quindi semplice da pronunciare. Alla Born verrà poi affiancato un secondo modello elettrico, la Tavascan: più grande e che è in questi mesi in via di sviluppo e definizione. Stiamo parlando, quindi, di un marchio che crede fortemente nell’elettrificazione, ma che ammicca agli appassionati più incalliti con un modello che sembra volerli celebrare. “La Formentor VZ5”, ci spiega Wayne Griffiths, “è la massima espressione di sportività a motore termico del marchio Cupra. Utilizza uno dei motori più ricercati dagli appassionati (il 2,5 litri TFSI di origine Audi), un motore famoso per la sua grande coppia e per la sua sonorità coinvolgente. Sebbene siamo completamente indirizzati allo sviluppo della mobilità elettrica ed elettrificata, grazie alle varianti ibride di Leon e Formentor, ci sono ancora degli appassionati che cercano le prestazioni e il coinvolgimento di un simile propulsore a benzina. E finché le normative ce lo permetteranno offriremo loro vetture”. Alla nostra domanda sul perché abbiano deciso di costruirne un numero limitato, il presidente Griffiths ci ha risposto che: “Pensiamo che un’edizione limitata possa accrescere ulteriormente l’interesse verso la nuova Formentor VZ5. Fin da subito - infatti - è chiaro che esiste numero finito di esemplari ed è quindi è necessario “aggiudicarsene” uno tra i settemila disponibili”.

Cupra Formentor
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
94
75
39
26
44
VOTO MEDIO
3,5
3.53597
278




Aggiungi un commento
Ritratto di zioesse
23 febbraio 2021 - 18:51
Ahh. finalmente un articolo su cupra :) :)
Ritratto di Quello la
23 febbraio 2021 - 18:52
Terzo articolo in tre giorni... e poi parlano della testata concorrente... mah!
Ritratto di Check_mate
23 febbraio 2021 - 19:00
1
Un marchio appena nato lo fai crescere anche così: facendo in modo che se ne parli ed anche tanto, troppo. Altrimenti come potrebbe conoscerlo la gente? Penso che qualche marchio nostrano (e purtroppo di neonati giustificabili non ne abbiamo...) dovrebbe sedersi e prendere appunti.
Ritratto di desmo3
23 febbraio 2021 - 21:28
6
Pagare delle sponsorizzazioni non è esattamente “fare in modo che se ne parli”. Se paghi, ti fanno un articolo anche per una scorreggia. :)
Ritratto di Check_mate
23 febbraio 2021 - 22:03
1
...e quindi stai sempre facendo in modo che se ne parli ;)
Ritratto di katayama
23 febbraio 2021 - 18:57
Rivoluzionario il fatto di integrare i punti vendita nel tradizionale circuito commerciale. Già lo ha fatto Tesla, ma è stata l'unica ed è unica.
Ritratto di Giuliopedrali
23 febbraio 2021 - 19:02
Si un sacco di articoli su Cupra, però secondo me sarà la prossima Audi, del resto ancora poco più di 30 anni fa Audi era semisconosciuta da noi era la versione con motore a 4 tempi della DKW ed il nome è la semplice traduzione latina del tedesco Horch : ascolta (la Casa madre nel 1909), cioè se puntano tanto su Cupra alla fine avranno dei risultati, ho paura che pian piano metterà in ombra tanti, e il sistema di vendita con pochi showroom è simile a quello Lynk&Co di Geely-Volvo di cui iniziano adesso le vendite in Italia: nuovi marchi che sembrano intercettare il nuovo pubblico, altro che Maserati (bellissima) che ripropone per la seconda volta la formula Levante con la Grecale: sperando che questa sia la volta buona.
Ritratto di zioesse
23 febbraio 2021 - 19:09
Ha dimenticato di nominare la semprialtrettranto presnete in questi casi. cioè ds :) :)
Ritratto di Giuliopedrali
23 febbraio 2021 - 19:14
DS invece devo dire che la trovo un nuovo brand del XXI secolo, se troverà i modelli giusti, la DS4 dovrebbe esserlo, sarà un brand interessante oggi e nel futuro, mentre certi brand vivono ancora nel '900, certo i tedeschi perseguono un'idea, i francesi vanno molto più a balzi, quindi facile che due marchi senza ne arte ne parte come Cupra e DS dato in che mani sono avranno uno molto successo, l'altro meno e non è neanche una questione di prodotti ma di marketing.
Ritratto di zioesse
23 febbraio 2021 - 19:25
Il limite che vedo in cupra è che mi sembra molto territoriale come marchio. cioè può essere che per come è un marchio nuovo farà bellle vendite in spagna e paesi germanici ma altrove credo si rasenteranno le zero vendite italia compresa. la cosa buona per loro è che in molti casi sono le versioni estreme delle comunque da fare da seat quindi se è riuscito a sopravvivere presumendo non risultando sconveniente negli anni abarth con 2 modelli se non 1 a listino estremizzazioni di delle fiat allora cupra avrà vita lunga a precsindere dai successi più o meno grandi
Pagine