NEWS

Dodge Challenger SRT Hellcat, cuore ribelle

23 luglio 2014

Secondo la casa, è la muscle car più potente di sempre. Di sicuro, ha varie particolarità che rendono speciale quest'auto.

Dodge Challenger SRT Hellcat, cuore ribelle
DAVVERO ESAGERATA - Sono 717 i cavalli erogati dal suo 6.2 V8 Hellcat a camere di combustione emisferiche (Hemi, appunto) corroborato da un compressore volumetrico: se si considera che l'aspetto della Dodge Challenger SRT Hellcat è di quelli che difficilmente si dimenticano - in pratica, una muscle car degli anni Settanta trasposta ai giorni nostri - l'effetto finale è di quelli che non possono lasciare indifferenti. Inutile dire se possa piacere o meno: di sicuro, fa voltare al suo passaggio. Ed è quello che i progettisti volevano.
 
 
MECCANICA USA - Di lei si sa molto, ma qualche particolare va evidenziato per sottolineare come la Dodge non possa essere altro che “made in USA”. Architettura (8 cilindri a V di 90°) e generosa cilindrata (6,2 litri) sono elementi essenziali; il compressore volumetrico, pur con mille distinguo, è più popolare oltreoceano che da noi perché la risposta è meno brutale di un turbo, e soprattutto, il collegamento con l'albero motore ne annulla l'inerzia. A proposito di albero motore, è in acciaio forgiato e poggia su supporti di banco rinforzati: può sopportare una pressione massima in fase di combustione pari a 110 bar - secondo la Dodge, è come se su ogni pistone, ogni due giri di albero motore, si appoggiasse l'equivalente di cinque berline. Il regime di rotazione cui è stato testato? Fino a 13.000 giri. Più consono a una moto sportiva che a un'auto, specie rammentando i regimi cui ruotavano i V8 per antonomasia, quelli ad aste e bilancieri. Le stesse teste sono in alluminio, rinforzato per sopportare stress termici (e, per i cultori dell'estetica, sono verniciate in arancio).
 
 
CHIAVI MAGICHE - Le chiavi della Dodge Challenger SRT Hellcat sono due, una nera e una rossa. La soluzione è sicuramente d'effetto, e - all'atto pratico - si traduce in due diverse mappature della centralina: potenza limitata e potenza piena. Il concetto è molto simile a quello di alcune moto che prevedono una “full power” e una “rain” per le condizioni di scarsa aderenza; in questo caso è il dialogo del transponder contenuto nella chiave a selezionare la mappatura. Particolare è anche il cosiddetto Valet Mode (la modalità del parcheggiatore se vogliamo tradurre). In essa il regime di rotazione è limitato a 4.000 giri, viene esclusa la prima marcia e la cambiata della trasmissione automatica a 8 rapporti è anticipata; la trasmissione equipara la modalità manuale alla “drive”; controllo di trazione, sterzo e sospensioni ricevono le tarature più “soft”; il controllo elettronico di stabilità non è disattivabile. In questo caso, la belva si trasforma in gattino: per tornare alle origini, basta azzeccare un PIN di quattro cifre preimpostato.
 
 
CAMBIA IL DNA - Da ultimo il Drive Mode della Dodge Challenger SRT Hellcat: è l'elettronica a controllare, intervenendo sui servomeccanismi preposti, la velocità di cambiata nel caso sia presente l'automatico (è disponibile anche un cambio manuale derivato da quello della Viper), l'intervento e la reattività della servoassistenza, i paddle al volante della trasmissione automatica, il controllo di trazione, la taratura delle sospensioni e, ovviamente, l'erogazione della potenza e della coppia. Tre sono le modalità preimpostate: Normale, Sport e Pista; una modalità è libera, configurabile dal guidatore più smaliziato. Che difficilmente resisterà alla voglia di scaricare 717 CV per terra, tra una coreografica “virgola” nera e l'altra.
VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Challenger RT
23 luglio 2014 - 19:53
A partire da $59.995. In tutti i Dodge dealers degli Stati Uniti.
Ritratto di Mattia Bertero
23 luglio 2014 - 19:56
3
717 Cv! Non si può dire che non sia un cavallo di razza! Spero solo che la guida sia piacevole nonostante la potenza disponibile che di solito le americane difettano un po' come piacere di guida in stile "europeo" fatto di numerose curve e pochi rettilinei al contrario degli Stati Uniti.
Ritratto di Necchi
23 luglio 2014 - 20:11
TREDICIMILA giri??????????????????????????????????? Ma ho letto bene.. o c' e' un errore di stampa???
Ritratto di marian123
23 luglio 2014 - 21:27
il tachimetro in foto arriva massimo a 7000 giri.
Ritratto di TurboCobra11
23 luglio 2014 - 22:14
Testato a 13000 giri non significa che sia il regime a cui si può arrivare guidando quest'auto. ...Saluti
Ritratto di marian123
24 luglio 2014 - 10:03
non avevo letto che era il regime testato. Grazie per l'osservazione.
Ritratto di marian123
24 luglio 2014 - 10:04
non avevo letto che era il regime testato. Grazie per l'osservazione.
Ritratto di TurboCobra11
24 luglio 2014 - 10:17
Di nulla. Ciao.
23 luglio 2014 - 21:20
Un bolide che può essere usato tanto nelle drag race che come auto di tutti i giorni, ad un prezzo basso in proporzione alla potenza e le caratteristiche di questa vettura, in pieno stile muscle quindi.
23 luglio 2014 - 21:22
https://www.youtube.com/watch?v=xEYqb0S7JFY
Pagine