NEWS

La Dongfeng potrebbe cedere quote della PSA

Pubblicato 06 dicembre 2019

La Dongfeng, che detiene il 12,2% del gruppo francese, potrebbe ridurre la sua quota per facilitare la fusione tra PSA e FCA.

La Dongfeng potrebbe cedere quote della PSA

FACILITARE LA FUSIONE - Secondo quanto riporta in queste ore l’agenzia Reuters, la società cinese Dongfeng Motor ridurrà con ogni probabilità la sua partecipazione azionaria nel gruppo francese PSA. Avrebbe perciò dato mandato alle banche lo studio delle possibili opzioni per una mossa che, dicono alcune fonti bene informate, potrebbe facilitare la fusione del gruppo francese con la FCA (qui per saperne di più).

SOCIO DI PESO - La Dongfeng, partner ormai da diverso tempo della PSA, detiene ora una quota del 12,2% nel gruppo francese con diritti di voto pari al 19,5%. Una riduzione delle quote di Dongfeng potrebbe agevolare il via libera delle autorità Usa al progetto di integrazione tra i due colossi in un momento molto delicato sul fronte commerciale tra Washington e Pechino. Sempre secondo le stesse fonti, Dongfeng. punterebbe ora a presentare al Cda un piano di cessione della quota già nei prossimi giorni.





Aggiungi un commento
Ritratto di Giuliopedrali
9 dicembre 2019 - 17:04
Si invece di mangiarsi FCA-PSA in un sol boccone come fanno spesso i draghi cinesi... Intanto in Germania vendono le crossover coupè Dongfeng iX5 a 25.000 Euro, spettacolo!
Ritratto di desmo3
9 dicembre 2019 - 20:54
6
vendono? ma se non la compra un c***o di nessuno! e in Germania ci vivo
Ritratto di Giuliopedrali
10 dicembre 2019 - 16:43
Hanno iniziato da un mese e anche anche, Baic molto più mediocri ce ne sono già almeno 150 in vendita su Autoscout in Germania.
Ritratto di impala
10 dicembre 2019 - 02:36
... quando peugeot avra comprato la quota di dongfeng, e poi, fra un puo di tempo, anche la quella dello stato francese, la peugeot avra la maggioranza
Ritratto di Giuliopedrali
10 dicembre 2019 - 19:29
L'altro mese in Cile hanno venduto un 17% di auto cinesi, in Italia giapponesi e coreani insieme non arrivano ad uno scarso 15%, e tutto ciò senza modelli particolari, grandi reti commerciali e soprattutto senza ultimi modelli, solo modelli piuttosto datati.