NEWS

E l’Italia quando dirà addio alle auto a combustione?

Pubblicato 24 giugno 2021

Una dichiarazione del ministro Giovannini porta in evidenza il tema che un po’ tutti i Paesi europei stanno dibattendo.

E l’Italia quando dirà addio alle auto a combustione?

L’Unione Europea sta pensando di dire addio ai motori a combustione già dal 2035, con l’obiettivo di ottenere la neutralità climatica entro il 2050. Questa proposta, attualmente in fase di discussione, potrebbe essere inserita nel testo finale del pacchetto “Fit for 55”, che sarà presentato il prossimo 14 luglio e che prevede 12 misure con cui la Commissione si propone di centrare l’obiettivo di riduzione delle emissioni di gas-serra del 55% al 2030.

Risulta allineato a questa proiezione dell’UE Enrico Giovannini, il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile, che in un’intervista rilasciata al quotidiano La Repubblica ha detto: "Nel governo stiamo ancora ragionando. Ci sono Paesi, come quelli del nord Europa, che hanno fissato il limite al 2030. Altri al 2040. A luglio arriverà l'indicazione della Commissione Europea. Noi presto decideremo, ma direi che il 2040 è una data limite".

L’Italia per dare il suo contributo all’abbattimento delle emissioni utilizzerà i fondi stanziati dall’Europa per la realizzazione dei progetti contenuti nel PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Di questi, secondo Giovannini, 61 saranno destinati a infrastrutture e mobilità. Infrastrutture che saranno sostenibili e progettate con il contribuito dei cittadini per il “riuso". Ad esempio i porti, che avranno un investimento dedicato di 4 miliardi, verranno trasformati in porti “green”, portando l'elettricità in banchina, in modo che le navi possano spegnere i motori a gasolio in porto. È inoltre prevista una crescita della rete destinata all’alta velocità, con un’integrazione fra trasporto aereo e ferroviario.



Aggiungi un commento
Ritratto di Flynn
24 giugno 2021 - 18:42
Mai
Ritratto di Miti
24 giugno 2021 - 20:46
1
Flynnnnnnn .... ahahahah ...ho detto la tua stessa parola solo leggendo il titolo.
Ritratto di Ridolfo Giuseppe Ignotus
24 giugno 2021 - 18:49
Chissà come andrà a finire! Comunque, che sia a benzina, elettrica, a idrogeno, etanolo, con biocarburanti o a reazione nucleare, non me ne importa nulla.
Ritratto di RubenC
24 giugno 2021 - 23:14
1
Beh, almeno sei sincero...
Ritratto di Check_mate
24 giugno 2021 - 18:52
sarà un aspetto legato all'opinione pubblica e, pertanto, varierà a seconda dei sondaggi politici. Nulla di serio, insomma.
Ritratto di Volpe bianca
24 giugno 2021 - 19:05
....ma come, la Tonale uscirà proprio nel 2040 plug-in e questi vogliono togliere i motori a combustione....non c'è pace per questo "nuovo" modello
Ritratto di Miti
24 giugno 2021 - 20:58
1
Volpe bianca ...ti dico io che faranno ... le cambieranno il nome è la chiameranno la Nuova Tonale. Il record che NESSUNO al mondo se è riuscito finora. Fare gli aggiornamenti di " metà vita " ad un'auto mai nata. Una cosa degna da X Files. The truth is steel out there ...
Ritratto di Volpe bianca
24 giugno 2021 - 21:10
@Miti :D magari andrà a finire proprio così!
Ritratto di Trattoretto
24 giugno 2021 - 19:10
In Italia nel 2040? Ultimi della classe - tanto per cambiare - ma almeno "per stanchezza" saremmo finalmente promossi al progresso che altri avranno già sperimentato.
Ritratto di Trattoretto
24 giugno 2021 - 19:46
* saremo (correttore aggressivo)
Ritratto di Sepp0
28 giugno 2021 - 12:31
Chiama Draghi e digli di investire il 90% dei fondi UE per triplicare gli stipendi medi, vedrai che poi ce la facciamo entro il 2030.
Ritratto di Meandro78
24 giugno 2021 - 19:17
Quando la benzina e gli altri combustibili fossili diverranno antieconomici. E le forme di mobilità alternative saranno economiche in senso lato, specie nella gestione delle vetture.
Ritratto di Lorenz99
24 giugno 2021 - 20:03
QUANDO L'ALFA ROMEO AVRÀ UNA GAMMA AMPIA COME MERCEDES
Ritratto di Flynn
24 giugno 2021 - 20:20
... e tu scriverai, come si deve, in minuscolo.
Ritratto di Volpe bianca
24 giugno 2021 - 20:50
......ma @Quello la dov'è finito?
Ritratto di ranzo99
24 giugno 2021 - 22:39
Quando l'italia potrà produrre energia elettrica in quantità sufficiente e in modo indipendente. Milano ha già avuto in questi giorni blackout per sovraccarico. Di cosa stiamo parlando.....tutti che blaterano di sostenibilità ambientale e noi acquistiamo elettricità dalla Francia che produce con il nucleare. Bah!!
Ritratto di Oxygenerator
24 giugno 2021 - 23:59
No sovraccarico ! Problemi di manutenzione.
Ritratto di ranzo99
25 giugno 2021 - 08:13
Chiedo venia per l'errore riguardo il blackout milanese (troppa informazione nessuna informazione ). Sostengo comunque che l'italia ha problemi di produzione di elettricità, oggi fondamentale per la nostra vita. Credo che i costi lieviteranno e noi saremo obbligati a pagare caro il problema "sostenibilità " del sistema. Cordialmente.
Ritratto di Oxygenerator
25 giugno 2021 - 11:10
ranzo99 Sono sicuro anch’io, che i costi lieviteranno. Peró diciamo solo che, sotto questo aspetto siamo alla mercè di chiunque, perchè anche gli idrocarburi fossili, possono aumentare, con qualsiasi scusa. Mi sa che sotto l’aspetto dei costi, siamo ….. nelle mani del buon diio.
Ritratto di Woldemort
26 giugno 2021 - 17:37
Sovracarico o problemi di distribuzione poco importa, di fatto manca energia elettrica,ma dove volte che andiamo a parare con questa follia dell’elettrico??
Ritratto di Oxygenerator
26 giugno 2021 - 17:50
@ woldemort. Speriamo che migliori ?
Ritratto di zero
25 giugno 2021 - 00:01
Ormai si spara nel mucchio. Tutti fissano date, prevedono, stimano, auspicano, promettono, decidono, accelerano... Però, la sostanza resta sempre la stessa: si attende una svolta che continua a non arrivare. Anzi... https://www.vaielettrico.it/lauto-elettrica-e-un-problema-uno-su-5-torna-indietro-ecco-perche/
Ritratto di gt3mc12
25 giugno 2021 - 05:39
Meglio cominciare ad analizzare i flussi del traffico commerciale e turistico, anche precovid, bollini gialli rossi e neri, milioni di auto sulla rete contemporaneamente, oppure puntiamo ad un ritorno ai secoli del primo millennio, ognuno faccia le ferie a casa sua, da spiegare però ai milioni che abitano le periferie urbane
Ritratto di Spock66
25 giugno 2021 - 08:06
E' un falso problema lo stop alla produzione delle termiche, per me potrebbero farlo anche domani. Il problema vero non è per gli utenti, un'auto termica dura 40 anni senza problemi, ma per le case...se si facesse oggi, la produzione crollerebbe dell'80% per almeno tre buoni motivi: 1) costi, tolti gli incentivi che non possono essere per tutti per sempre, i costi sono ancora troppo alti per una buona percentuale di italiani, anche perchè l'usato elettrico dopo 8 anni è da buttare (batterie), e nuovo si parte dai 35000 euro in su; 2) infrastrutture, mica tutti hanno il garage, soprattutto nelle città (ma non solo, io vivo in campagna e ho garage per 6 auto, ma tanti anche qua da me in zona lasciano l'auto fuori...); 3) abitudine/passione, non siamo tutti bimbimi.nkia che considerano l'auto uno smartphone più grande, come dice la pubblicità della Volvo, molti come me amano ancora il vecchio buon rombo di un motore termico (anche un 4 cilindri ci piace, eh, così per dirlo ai soliti furbi del "ma hanno tutti 8V ?")..quindi, chi se la stà facendo in mano sono le case automobilistiche, mica noi appassionati..
Ritratto di erresseste
25 giugno 2021 - 08:38
2135
Ritratto di Xadren
25 giugno 2021 - 09:12
1
Per "dire addio" all'endotermico in Italia dovrebbero rivoluzionare completamente il Paese e creare una infrastruttura in grado di reggere il nuovo sistema elettrico; considerato come dopo 50 anni di proclami ci siano ancora tratti di ferrovia a binario singolo e risalenti al Regno di Sardegna e come già solo le autostrade siano da rifare, direi che il 2040 è una ucronìa.
Ritratto di andi9
25 giugno 2021 - 09:47
Spero che l'Italia non si adegui mai al folle diktat politico ambientalista dei pazzi dell'UE
Ritratto di RubenC
29 giugno 2021 - 14:28
1
Certo! E' tutto un complotto!
Ritratto di Sdruma
25 giugno 2021 - 09:50
3
Certo possibile, dobbiamo solo modificare l'intero impianto elettrico, pompare impianti di produzione energetica nazionali, ecologici o no che siano; quindi spendere cifre multimiliardarie, che come ricordava Toyoda, neanche il Giappone può permettersi di fare, ed è 4 posizioni sopra di Noi nel ranking mondiale dei paesi più ricchi. Nel 2040 starò ancora qua a decidere se il nuovo Wrangler 2.2 è meglio del vecchio 2.8 e se la nuova Land Cruiser V6 diesel che uscirà quell'anno verrà importata o meno in Europa. Per chi sta in città sarà anche la soluzione ideale, ma con questa rete, certe scene alle colonnine, 35°, 3 auto in fila, la colonnina inizia a lampeggiare, scene da panico, l'ultimo della fila aveva prenotato ma è arrivato tipo 5 minuti in ritardo; vista da fuori faceva ridere ma essere fra quelle 4 persone è veramente patetico e frustrante. Va detto che erano tutti noli, di proprietà penso non sia un gran investimento.
Ritratto di AntoPunisher
25 giugno 2021 - 09:52
Come al solito Giovannini fà il pesce in barile, per non urtare gli Agnelli. Nel tentativo di concedere più tempo possibile ai nostri dinosauri, dice che alcuni paesi (quali non si sà), hanno stabilito il 2040 altri il 2030. Tutto per tirare fino al 2035, quanto paesi più avanzati e senza i nostri intrecci di potere si muoveranno in elettrico da almeno un lustro. D'altro canto Giovannini è lo stesso che quando era all'ISTAT, dopo mesi di calcoli concluse che non era possibile fare un confronto tra i costi dei nostri ministri e parlamentari con gli omologhi europei, poichè troppe le variabili in gioco. Naturale quindi che una simile mente venga chiamata a fare il ministro.
Ritratto di oltrebrawn
25 giugno 2021 - 09:53
mai ...a meno di voler togliere l'auto per tutti. E' improponibile l'auto elettrica ..non ci sono abbastanza garage ( sempre che il condominio dia il permesso per l'impianto di ricarica). Costi assurdi... diventerà un accessorio per pochi...e tanti saluti libera mobilità
Ritratto di RubenC
29 giugno 2021 - 14:28
1
Basta mettere abbastanza caricatori e il problema si può risolvere.
Ritratto di GeorgeNN
25 giugno 2021 - 10:53
Spero Mai.... Aff ankulo le elettriche...
Ritratto di andi9
25 giugno 2021 - 11:06
Qui oltretutto si vuole imporre a qualcuno di non poter usare più l'auto, tipico del mondo sinistro ambientalista: pensate a chi vive in paesini sperduti delle montagne o che va spesso in questi posti anche per turismo. oppure metteremo colonnine di ricarica anche nei posti sperduti di alpi e appennino, spendendo quanto?
Ritratto di RubenC
29 giugno 2021 - 14:29
1
Ci sono già colonnine anche in montagna. Anzi, chi vive lì di solito può caricare a casa, e quindi non ha nessun problema. E' più complessa la situazione in città.
Ritratto di str
25 giugno 2021 - 11:34
In questo momento chi è per l'elettrico accetta le miniere di litio e cobalto dove lavorano i bambini. L'ambasciatore Attanasio è stato ucciso, ma aveva denunciato questo sfruttamento e inquinamento. Non dimentichiamolo
Ritratto di Giocatore1
25 giugno 2021 - 11:35
1
Il 3 maggio del 2035
Ritratto di egomax
25 giugno 2021 - 12:03
2
L'addio ai motori termici riguarda anche camion, autobus, navi, aerei?
Ritratto di Sdruma
25 giugno 2021 - 16:21
3
nel mondo delle favole si, in realtà no, una maxipetroliera non potrà mai viaggiare senza un enorme motore, un caterpillar da 28 tonnellate non potrà mai muovere terra per 8 ore senza un 16.000 cc e men che meno un aereo di linea. Poi arriverà il giorno che cambieremo carburante magari, ma che tutto si elettrifichi la vedo difficile.
Ritratto di ranzo99
26 giugno 2021 - 21:56
Eh già......mi sa tanto che 'sta storia dell'elettrico ci riserverà delle sorprese.
Ritratto di 1995
25 giugno 2021 - 16:35
Tutti i benzinai dovranno avere una giga ricarica!!! Ricaricare 500km in 5minuti! SI——-PUO——FAREEEEE!! … o forse no?
Ritratto di RubenC
29 giugno 2021 - 14:31
1
Già adesso ci sono auto che caricano 100 km in 4-5 minuti (EV6, Taycan, e-tron GT...).
Ritratto di lucios
25 giugno 2021 - 17:54
4
IL PNRR è, per ora, un concentrato di quello che si vuole e che non si vuole fare. In teoria, si potrebbe prevedere anche che l'uomo sbarchi su Venere! Quindi, prevedere una cosa non costa nulla; poi, se raggiunge si vedrà! Io dico solo che al 2035 mancano meno di 14 anni. 14 anni fa (2006) si diceva che il parco circolante auto aveva in Europa un'età media di 8 anni (in Italia 11). E così, se non qualcosa in peggio, anche nei 14 anni precedenti (1992). Come possiamo pensare di cambiare drasticamente questo trend in futuro? Regalando auto elettriche a tutti?
Ritratto di elitropi cristian
25 giugno 2021 - 17:57
L'Italia sará elettrica nel 2059. Se ci saremo ancora...
Ritratto di Mbutu
25 giugno 2021 - 18:09
Però è sempre divertente vedere i soliti con i fegati che scoppiano che si precipitano ad insultare sotto ogni ariticolo che parla di sviluppi e previsioni future. Si può sentire il "POP" anche attraverso il monitor. Che vita....
Ritratto di Al Volant
25 giugno 2021 - 18:09
Molto più probabile che saranno le auto a dire addio all'Italia
Ritratto di ANGELINO
25 giugno 2021 - 23:10
1
Aiuto sono preoccupato! Come farò io che ho sempre avuto auto a benzina? Aiuto aiutatemi!
Ritratto di gt3mc12
26 giugno 2021 - 05:41
Centra poco col tema, ma hanno disegnato una 500 elettrica a dir poco fantastica, confermato vedendola in strada, e per averla si può pagare qualche sacrificio elettrico
Ritratto di FerroFonz
27 giugno 2021 - 09:21
Ma quando mai!
Ritratto di manuel12
28 giugno 2021 - 16:45
2
Ne 2040 può accadere di tutto non sarà l'elettrico ma qualcos'altro
Ritratto di Gili Preda
18 luglio 2021 - 22:37
2
nel 2040 avrò 76 anni quindi possono anche toglierle dalla circolazione... non mi rimane molto da campare e se sarò ancora in circolazione continuerò a girare con motore diesel, se mi arriveranno delle sanzioni verranno a intascarle dopo che me ne sarò andato !