NEWS

La Ford rinnova i suoi ecoincentivi per il 2010

31 dicembre 2009

Basta solo che l'auto da rottamare sia stata immatricolata entro il 31 dicembre 2000. Questa è l'unica condizione posta dalla Ford per avere 1500 euro di bonus nel caso si compri nel 2010 una nuova vettura della Casa americana.

BASTA L'ETÀ - La Ford rinnova i suoi incentivi anche per il 2010. A partire dal primo gennaio la Casa americana riconoscerà 1.500 euro a tutti i clienti che decideranno di acquistare una vettura nuova Ford (in foto una Focus) rottamando un veicolo immatricolato entro il 31 Dicembre 2000.

A differenza dei finanziamenti previsti dal Governo italiano nel 2009, quelli previsti dalla Ford sono validi su tutte le vetture e i veicoli commerciali senza alcuna limitazione di emissioni nocive. Ricordiamo infatti che in Italia, nel 2009, si poteva usufrire degli ecoincentivi solo se si acquistava un'auto nuova con emissioni di CO2 non superiori a 140 g/km, se alimentata a benzina, e 130 g/km se diesel.

AUTO PIÙ NUOVE - "La decisione di confermare gli Ecoincentivi Ford 2010 nasce dalla ferma convinzione che lo svecchiamento del parco circolante rimane il primo e più importante obiettivo per la riduzione delle emissioni di CO2 nel nostro Paese",  ha dichiarato Gaetano Thorel, presidente e amministratore delegato di Ford Italia.

Aggiungi un commento
Ritratto di bombolone
1 gennaio 2010 - 15:28
Ehi, ma questo Thorel è un missionario, un benefattore: vuole farci respirare dell'aria pura!!!! :)
Ritratto di mimmo677
1 gennaio 2010 - 21:09
Bisogna vedere,in caso non rinnovino gli incentivi, se la Ford concede questi 1.500 Euro in aggiunta allo sconto che praticano normalmente o è in sostituzione di quest'ultimo
Ritratto di antonino pipitò
2 gennaio 2010 - 08:16
auto radio cd da 500 a 1000 euro allarme perimetrale 600 euro metallizzato o micalizzato 500 euro e questi non li puoi mettere post market dal tuo amico elettrauto perchè se succede un casotto all'impianto elettrico la garanzia va a ramengo, ricordatevi proverbi la saggezza dei popoli, nessuno fa niente per niente, buona prossima ford a tutti e a che ci siete prendetevi pure una renault, ma non vi affannate perchè se dovessero riterdare gli incentivi statali per queste case , ci penseranno loro ad oleare la suppostina, ma ciao
Ritratto di El bocia
3 gennaio 2010 - 19:43
eh si, ho visto lo spot in televisione...questo fa capire che le ford valgono di listino almeno 1500 euro in meno, di certo non ci perdono denaro per fare un piacere alla gente...
Ritratto di drive
3 gennaio 2010 - 23:33
ma sto discorso lo fa anche citroen (appena visto spot in tv) e credo presto pure altri finchè non verranno riconfermati gli incentivi statali...tutte le auto alla fine valgono meno di quello che ce le fan pagare a listino, visto anche che a volte vengo applicati degli sconti a prescindere dalle varie campagne rottamazione con incentivi statali...per perderci di sicuro non ci perdono, quando fanno gli sconti cercano di guadagnare meno soldi da una singola auto ma sperano di venderne di più....magari questo discorso del ribasso lo facessero tutte le case senza aspettare gli incentidi dello stato, ci sarebbe un motivo in più di concorrenza..
Ritratto di oldsteve69
4 gennaio 2010 - 14:31
Scusate ma siete convinti che una macchina del segmento A (citycar) di qualunque marca essa sia valga 10.000 €? Sono dotate di motori a benzina i cui progetti risalgono a 20 anni fa' ed il cui costo è stato abbondantemente ammortizzato. Per non parlare poi dei pianali e delle scocche portanti: sono sempre le stesse da 10 anni a questa parte. Se aggiungete che la manodopera è quasi tutta proveniente dai cosiddetti paesi emergenti (Asia ed est Europa) potrete anche voi constatare che le case automobilistiche ci rapinano ogni qual volta compriamo un'automobile. Non solo: se confrontate i modelli di uno stesso segmento vi accorgerete che i prezzi sono tutti uguali, a dimostrazione che è in atto un colossale cartello che impedisce la libera concorrenza e quindi la diminuzione dei prezzi al consumo.