NEWS

È in edicola  il nuovo numero di alVolante

Pubblicato 10 settembre 2019

Questo mese vi proponiamo le novità del Salone di Francoforte, tante prove e uno speciale dedicato a suv e crossover. Oltre a un test in pista della Ferrari F8 Tributo.

È in edicola  il nuovo numero di alVolante

QUANTE ELETTRICHE! - Tanti i debutti al Salone di Francoforte, nonostante le defezioni (tra cui quella del gruppo FCA). A fare la parte del leone sono - ovviamente - le case automobilistiche tedesche, che presentano importanti modelli con motore elettrico come la Volkswagen ID.3, la velocissima Porsche Taycan e la variante a batteria della Mini. Interessanti, per quanto riguarda le auto “tradizionali”, pure le suv/crossover Audi Q3 Sportback, BMW X6 e Mercedes GLE Coupé, ma anche le Ford Puma e Kuga e, naturalmente, l’erede dell’iconica Land Rover Defender. Una segnalazione la meritano, poi, l’utilitaria Opel Corsa e la citycar Hyundai i10. Al Salone e alle sue novità, alVolante dedica una trentina di pagine piene zeppe di immagini e di informazioni. 

LE PREFERITE - Suv e crossover restano in cima alle preferenze di voi automobilisti. Per questo vi proponiamo uno speciale che raccoglie ben cinque prove su strada, con i rilevamenti dei consumi e delle prestazioni. Le protagoniste sono la piccola Mazda CX-3 con l’inedito 1.8 diesel da 116 CV, due modelli medi come la Hyundai Tucson ibrida (col 1.6 diesel abbinato a una piccola unità elettrica per 136 CV totali) e la Nissan Qashqai (col 1.5 a gasolio da 116 CV). E poi, due suv più grandi, ma interessanti: l’ibrida Honda CR-V, col potente motore elettrico da 184 CV collegato a un 2.0 a benzina, e la sportiva Skoda Kodiaq RS dotata del brillante 2.0 biturbodiesel da 239 CV. Non mancano, naturalmente, le prime impressioni di guida delle ultime novità. E si tratta di modelli di grande rilievo: Nissan Juke, Kia XCeed e Skoda Kamiq. Fra le altre debuttanti che abbiamo guidato per voi, la Fiat 500X Sport e la Hyundai Kona ibrida.

UN “CAVALLINO”? NO, È UN MISSILE - L’auto da sogno di questo numero di alVolante è la Ferrari F8 Tributo, che abbiamo avuto modo di guidare non solo in strada ma anche in pista. Un bolide da 721 cavalli, capace di “volare” fino alla soglia dei 340 km/h, giurano a Maranello, bruciando lo “0-100” in 2,9 secondi. Per averne una si spendono 236.000 euro, e si aspetta per 12 mesi.

E LE ALTRE PROVE? - Questo mese, però, al vaglio dei nostri strumenti figurano anche la versione a metano dell’Audi A3 Sportback, col suo 1.5 da 131 CV, una sportiva di lusso come la BMW M850i, forte dei 530 CV sprigionati da un formidabile otto cilindri biturbo, e una citycar fresca di aggiornamento, la Renault Twingo 1.0 SCE da 65 CV. Invece, le protagoniste del supertest, cioè la consueta prova comparativa che mette a diretto confronto più modelli, sono quattro wagon medie con motori a gasolio fra i 116 e 136 CV: Ford Focus Wagon, Kia Ceed Sportswagon, Peugeot 308 SW e Renault Mégane Sporter.

BERE FUORI ORARIO? - L’inchiesta di alVolante è di quelle ad alto tasso alcolico e parte da una semplice domanda: siamo proprio sicuri che nelle aree di servizio della nostra rete autostradale venga rispettato il divieto di vendere superalcolici di notte, più precisamente dalle 22 alle 6 del mattino? Abbiamo fatto una delle nostre verifiche, percorrendo l’A1 da Milano a Roma e ritorno e fermandoci, negli orari proibiti, in ben 30 punti vendita. Beh, vi possiamo anticipare che da cinque market siamo usciti con una bottiglia in mano…

LE ESENZIONI PER LE “GREEN” - Lo sapevate che la Regione Lombardia ha appena stanziato dei grossi bonus per l’acquisto delle auto poco inquinanti, e che queste agevolazioni vanno a sommarsi a quelle già previste dallo Stato? In realtà, diverse altre regioni promuovono le auto green, per esempio con l’esenzione pluriennale dal pagamento del “bollo”. Se avete in mente di comprare un’elettrica, un’ibrida o un’auto a gas, non perdete questo questo nostro articolo.

I CONSIGLI PER L’USATO - Se siete orientati verso una vettura di seconda mano, il consiglio è di leggere il “faccia a faccia” che, questo mese, pone a diretto confronto due berline medie del 2016: la Hyundai i30 e la Opel Astra, con motori a gasolio da 110 CV. Sotto la lente, con l’analisi dei guasti segnalati dai clienti, il costo delle riparazioni e i suggerimenti per le versioni su cui puntare, c’è anche la Lodgy, la monovolume low cost della Dacia, sempre del 2016. 

TUTTI I PREZZI - Non mancano, su alVolante, le occasioni a km zero: questo mese sono 1898, con sconti fino al 47%. Nel listino delle auto nuove trovate invece 7690 modelli, con le immagini, le caratteristiche tecniche, i commenti della redazione per scegliere il meglio, e tutti gli accessori di serie o a richiesta; 2000 le quotazioni delle vetture di seconda mano (prodotte dal 2010 al primo semestre 2019) elaborate dallo specialista Eurotax e proposte nel listino dell’usato.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di HomerSimpson
10 settembre 2019 - 11:30
Già preso, di solito lo scrivete il 9 che sta per uscire.
Ritratto di otttoz
10 settembre 2019 - 12:51
alla buon'ora,corro in edicola che però è chiusa come tutte le edicole...
Ritratto di stefbule
10 settembre 2019 - 16:54
11
Cioè tutte le novità di Francoforte sono della polistil, bella roba...
Ritratto di HomerSimpson
11 settembre 2019 - 13:13
Ma come mai la mini ha tolto i diesel dalla Mini, Mini 5 porte e Mini cabrio?????
Ritratto di otttoz
11 settembre 2019 - 16:50
ottimo numero,come sempre! salto sempre l'intervista ai pezzi grossi delle case...questi personaggi fanno prima il loro interesse,poi quelli dell'azienda,in ultimo i clienti,che spremono con listini elevati,optional obbligatori,cartello per i finanziamenti con TAEG elevato,tolgono tutto ciò che è possibile dalle vetture ma non per fare risparmiare bensì per lucrare al massimo ed in ultimo, come avvenuto per VW col dieselgate,non gliene importa nulla della salute pubblica planetaria...meglio una intervista con gli operai e impiegati!
Ritratto di Boys
11 settembre 2019 - 19:52
1
Non so se comprarlo...ancora prove su auto diesel quando vi sono i benzina...e si insiste oltretutto e malgrado...
Ritratto di Michiflanoalila
11 settembre 2019 - 21:29
Ottimo il servizio sugli incentivi perché sono una giungla. È da tenere fisso ogni mese con i vari aggiornamenti
Ritratto di otttoz
12 settembre 2019 - 08:30
interessante notazione:in tutta la rivista si tratta di auto fatte in italia in tre casi:ferrari,lamborghini e 500x...ma non è colpa del giornale ma dell'industria italiana che costruisce all'estero e,non dando lavoro e stipendi in italia,vende poco!
Ritratto di Pavogear
13 settembre 2019 - 18:42
O forse perché è giusto che si parli un po' di tutte le case automobilistiche. Poi tutte le grandi case automobilistiche producono molto nei paesi dove il lavoro costa meno. Fiat produce comunque molto in Italia, Alfa Romeo e Maserati solo in Italia. Va a vedere il gruppo Volkswagen quanto è delocalizzato rispetto a Fiat, eppure non mi pare che in Germania si facciano problemi a comprarle. Così come in Italia le auto più vendute sono quasi tutti italiane
Ritratto di otttoz
13 settembre 2019 - 08:50
ho saltato l'articolo sul bollo per protesta contro i politici ammalati di annuncite:lo togliessero,e non lo spalmassero,ed allora mi complimenterò! che io ricordi solo un ministro agevolò gli automobilisti contro le assicurazioni...
Pagine