NEWS

È in edicola il nuovo numero di alVolante

9 aprile 2018

Il diesel è arrivato al capolinea o ha ancora molto da dire? Un’inchiesta e una prova speciale fanno chiarezza. Nessun dubbio, invece, sul successo delle crossover: abbiamo provato le ultime novità.

È in edicola il nuovo numero di alVolante

DIESEL ADDIO? - Sono sempre più numerose le voci che indicano il diesel fra le principali cause d’inquinamento, e il suo futuro non sembra roseo. Ma da noi la richiesta di questo motore è ancora forte. Un quadro d’incertezza. E i concessionari che cosa fanno? Consigliano ancora le vetture a gasolio o propongono soluzioni alternative? Lo abbiamo chiesto a 16 venditori (di Fiat, Ford, Peugeot e Volkswagen) in varie città italiane. In aggiunta alla nostra inchiesta (realizzata, come sempre, in incognito), vi proponiamo una doppia sfida: a confronto le versioni a gasolio e a benzina (di analoga potenza) di Peugeot 2008 e Seat Ibiza. Quali le più brillanti? Quali “bevono” meno? E quali convengono nel lungo periodo, considerando anche il prezzo di acquisto, l’assicurazione, i tagliandi e il bollo?  I consumi e le prestazioni sono quelle rilevate dal nostro centro prove.  

LE PIÙ DESIDERATE - Intanto, prosegue inarrestabile la corsa delle crossover e delle suv, sempre in cima alle preferenze degli automobilisti. Abbiamo guidato sei novità: sotto torchio la rinnovata Dacia Duster 1.5 dCi 4x4 Prestige, che resta una low cost nonostante sia ben più ricca del precedente modello, la piccola e ricercata Hyundai Kona 1.0 T-GDI Style, la sportiveggiante Mitsubishi Eclipse Cross 1.5 Turbo Intense 2WD e la confortevole Opel Grandland X 1.6 Turbo D Ultimate. Di quest’ultima potete leggere anche il primo contatto della versione più potente, col 2.0 diesel da 177 cavalli, insieme a quello della rivoluzionaria Hyundai Nexo a idrogeno.

MESSE ALLA FRUSTA - Le altre auto sotto la lente del centro prove del vostro giornale? Sono la nuova maxi berlina Audi A8 50 TDI 3.0 quattro Tiptronic, un’auto molto sofisticata sul piano tecnologico e omologata come ibrida ma che ibrida non è (un complesso “caso burocratico” che analizziamo nel dettaglio). Poi, la rinnovata Citroën C4 Cactus 1.2 PureTech S&S Shine e la piccola e grintosa Honda Jazz col 1.5 a benzina da 131 CV. Nella sezione primi contatti trovate la monovolume Renault Scénic (con il nuovo 1.3 turbo a benzina da 140 CV) e la riedizione di una classica “muscle car” americana: la Ford Mustang Convertible 2.3 Ecoboost. Un’altra auto per amatori è la Mercedes-AMG Coupé4 63 S 4Matic+, l’auto da sogno del nuovo numero di alVolante: per chi desidera una poderosa GT da 639 CV, ma con la praticità di due porte e quattro posti.

CAMBIO GOMME - Con l’arrivo della primavera è il momento di mettere a riposo i pneumatici invernali e far “calzare” alla nostra auto quelli estivi. Una guida con i consigli su come stoccare le gomme termiche e come scegliere quelle per la bella stagione, con la rassegna di 19 prodotti nella diffusa misura 205/55 R 16. 

E SE LA BATTERIA “VA GIÙ”? - Giri la chiave e l’auto non si avvia. Può capitare e, di solito, la colpa è della batteria scarica. Per ripartire si può tentare un ponte con i cavi, collegandosi a un altro accumulatore carico o, nei casi più gravi, smontare la batteria per ricaricarla o sostituirla con una nuova. Ma, nelle complesse automobili di oggi, è un intervento alla portata di tutti? Lo abbiamo verificato sul campo, effettuando queste operazioni su 14 automobili, sempre seguendo le indicazioni (quando ci sono) del libretto di uso e manutenzione. In aggiunta, approfondimenti sulla manutenzione e su come distinguere le batterie specifiche per le vetture dotate di Stop&Start.

IL LISTINO ILLUSTRATO - Anche questo mese l’offerta di occasioni a km zero è ricca: ve ne presentiamo 2330, con sconti che arrivano al 45%. E a fine rivista, come di consueto, trovate il listino del anuovo (7944 modelli, con le immagini, le caratteristiche tecniche e tutti gli accessori di serie o a richiesta) e quello dell’usato. Quest’ultimo con le quotazioni delle 2000 vetture di seconda mano più interessanti fornite dallo specialista Eurotax.
 

VIDEO
loading.......
Aggiungi un commento
Ritratto di Sprint105
9 aprile 2018 - 15:18
1
Quelli che dicono che il diesel è morto sono ridicoli, è pura propaganda elettorale. Non basta minacciare divieti di circolazione come ha fatto Sala a Milano, bisogna prima pensare a delle alternative serie. Intanto, se davvero si vuole disincentivare l'acquisto di auto diesel, perché non abbassare il prezzo della benzina a quello del gasolio?
Ritratto di Mark R
9 aprile 2018 - 16:03
Dato che dici "quelli che dicono che il diesel è morto sono ridicoli.." dimmi dove ha vie di ricerca e sviluppo un motore diesel per inquinare meno?? La carburazione è già magra... il rapporto di compressione è già stato abbassato fino ad arrivare a 14.8:1, doppia egr, pressioni d'iniezione che arrivano a 2500 bar, sistemi di post-trattamento dei gas di scarico (e questi ultimi non contano a nulla.... Tutt'ora è ancora valida la legge di Lavoisier: "Nulla si crea nulla si distrugge, tutto si trasforma.), down-sizing, etc... Dove sono applicabili altre migliorie? Il motore a benzina ha ancora aspetti da poter migliorare.... Il motore a diesel a causa della natura del suo carburante inquina di più... è una questione fisica... Non è una questione di propaganda elettorale.... Il gasolio è meno raffinato della benzina punto.... è inutile controbattere.
Ritratto di manuel1975
9 aprile 2018 - 16:13
mark bisogna migliorare la qualità del carburante come il gasolio sintetico che ha 85 di cetano
Ritratto di Mark R
9 aprile 2018 - 16:37
è l'unica via che ha il diesel per rimanere in vita, se rimane in vita..... Sta di fatto che i costi per ricavare il gasolio sintetico sono alti (dai primi dati 1.4 euro/l senza accise... e in Italia le accise sono alle stelle)... Converrebbe il gasolio sintetico? Penso di no. Poi per produrre il gasolio sintetico serve l'elettricità (elettrolisi)... A questo punto si fa prima ad andare di elettrico. Solo in Europa va molto il diesel e costa meno... Negli USA, dove le norme anti-inquinamento sono più severe, hanno solo auto a benzina... 0.5 euro/l e il gasolio costa di più... Io il gasolio lo lascerei solo sui mezzi pesanti... Il resto benzina o meglio ancora elettrico.
Ritratto di Gatsu
10 aprile 2018 - 22:51
2
il gasolio sintetico (come la benzina e metano sintetico) hanno alti costi produttivi e danno scarse quantità di prodotto, non credo proprio sia fattibile
Ritratto di Sprint105
9 aprile 2018 - 16:25
1
@Mark quindi per chi percorre molti km al giorno che alternativa c'è al gasolio?
Ritratto di Mark R
9 aprile 2018 - 16:48
Io la soluzione l'ho trovata nel 2006 con la prius V2.... 25km/l di media annuale (picchi di 29km/l in primavera/estate su alcuni pieni).... poco più di 1100km con un pieno (45 litri).... In autostrada ai 115km/h faccio i 4.9l/100km (la prius V4 fa i 20km/l ai 130km/h)... Questa per me è una soluzione.... Ma il 99% la denigra...
Ritratto di Sprint105
9 aprile 2018 - 17:21
1
L'ibrido va bene per chi usa l'auto in città, ma per chi fa tanta autostrada per lavoro, no. Ci sono eccezioni, come la nuova Prius che ha buoni consumi anche in autostrada, ma nel confronto col diesel perde. Lo dicono i rilevamenti delle prove di alVolante e anche di altri giornali: il problema è che come rendimento il diesel è il numero uno e resta il tipo di motore con cui con un litro di carburante fai più strada. Mark, purtroppo il discorso è complesso, io non sono un difensore del diesel, ma mi rendo conto che alternative vere per chi usa tanto l'auto per lavoro al momento non ce ne sono. Pertanto, soluzioni drastiche come quella di Sala di impedire la circolazione dei diesel a Milano non hanno senso. Tu dimmi come farà un agente di commercio che partito dall'altra parte d'Italia con la sua wagon diesel arriva a Milano. Chiederà al cliente di trovarsi alla barriera dell'autostrada per poter visionare il campionario che ha in auto?
Ritratto di Mark R
9 aprile 2018 - 18:54
Mah... le prove che fanno sono forvianti, relative e non assolute.... In quanto io ho provato la prius V4 e ho fatto quasi i 40km/l.... Tutto è relativo..... In media un'auto di segmento C con un 1.6 - 2.0 quanto fa in autostrada? I 20 o anche meno... La prius V4 fa i 20.... Dove perde??? Anzi, per esempio la Passat 150cv fa i 5.7l/100km in autostrada. Per me il diesel è stato superato già nel 2006 dalla prius in quanto a percorrenza al litro... Prendi una prova realistica Roma-Forlì di un sito noto (omnia**o)... Valuta tu.... Rendimento maggiore del diesel?? La prius V4 ha fatto il record di efficienza 40%.... Forse non lo sai ma a parità di compressione il ciclo otto (e ancor di più il ciclo atkinson) hanno un rendimento maggiore del ciclo diesel.... I diesel oggi stanno sui 15-16:1... I benzina più compressi 13-13.5:1... La differenza non è più marcata come una volta quando il diesel era a 20:1. I diesel hanno la massima efficienza a 21-21:1 come rapporto di compressione..... Abbassando il rapporto di compressione il rendimento cala, allo stesso tempo calano i fattori inquinanti; ed è per questo che hanno abbassato il rapporto di compressione. Io dico che la prius V4 è un'alternativa.... Poi se la maggior parte della gente ha pregiudizi e crede a leggende metropolitane è un conto.... Io riporto esperienze totalmente diverse da quello che dicono nelle prove i vari recensori (tranne omnia**o)... e non sono l'unico a testimoniare che la prius consuma poco e quanto dichiarano... persino meno...
Ritratto di Sprint105
10 aprile 2018 - 10:43
1
Beh, non giudicherei fuorvianti le prove strumentali dei giornali, sono gli unici dati verificati e attendibili su cui possiamo basarci noi comuni automobilisti. I dati di omologazione sì, sono fuorvianti. Quanto alle tue valutazioni sul motore Atkinson, mi lasciano perplesso. Se fosse davvero così, del diesel non ci sarebbe più bisogno, invece... Comunque, i bassi consumi della Prius non sono solo merito del motore termico, ma anche dell'aiuto che riceve della parte elettrica e del raffinato studio aerodinamico dell'auto che, però, porta a compromessi non sempre accettabili per l'utente. E, poi, la Prius è costosa. Infatti, resta sempre il problema dei costi, che per chi usa tanto l'auto è fondamentale. Penso che finché per questi utenti il diesel è vantaggioso, ce lo dobbiamo tenere.
Pagine