NEWS

È in edicola il nuovo numero di alVolante

Pubblicato 09 luglio 2019

La guida alla scelta delle piccole crossover, il test della nuova Renault Clio e l’inchiesta sulle polizze che coprono anche i danni da… monopattino.

È in edicola il nuovo numero di alVolante

CROSSOVER: QUELLA “GIUSTA” - Piacciono a molti, anche perché all’agilità delle utilitarie uniscono la praticità della carrozzeria alta: sono le crossover e le suv “formato tascabile”. Le abbiamo suddivise in due categorie, proprio in base alla loro lunghezza: fino a 419 cm la prima e non oltre i 429 la seconda. Protagoniste di un autentico boom commerciale, queste vetture vengono proposte ormai da tutte le case. Nella nostra guida all’acquisto le abbiamo messe tutte in fila, esaminandone le caratteristiche (pregi e difetti in primis) ma, soprattutto, dicendo quanto costano. Di ciascun modello trovate infatti il confronto tra la dotazione di serie e gli optional di maggiore interesse che riguarda due allestimenti (uno più economico, l’altro piuttosto ben equipaggiato) e altrettanti motori (a benzina e a gasolio). Leggetelo, troverete di sicuro l’auto più adatta alle vostre esigenze. 

MADE IN NAPOLI - Spazio alla passione con l’“auto da sogno” di questo mese: la Puritalia Berlinetta. Una seducente coupé dalle curve rétro costruita in modernissima fibra di carbonio e con una meccanica ibrida da quasi 1000 CV. Un sogno, appunto, ma concretizzato dalla neonata factory napoletana.

VISTE E PROVATE - Protagonista assoluta della sezione “primi contatti”, quella che accoglie le impressioni di guida delle ultime novità, è l’utilitaria Renault Clio, rivista da cima a fondo. Interessanti pure la city car elettrica Honda, la Volkswagen Passat (che ora è capace di viaggiare quasi da sola) e l’ultima edizione della maxi suv di lusso Mercedes GLS.

OTTO PROVE - Sotto la lente del centro prove di alVolante, con i rilevamenti delle prestazioni e dei consumi, sono finite la nuova Toyota Corolla nella versione da 122 CV, fra le poche berline medie ibride oggi in commercio, la rinnovata Skoda Octavia Wagon col 1.5 a metano da 131 CV e la raffinata suv Audi Q3 mossa dal 1.5 turbo a benzina da 150 CV. E poi, un classico fra le sportive: l’ottava generazione della Porsche 911, che, con 450 CV, regala emozioni forti.  Invece, il supertest è dedicato alle utilitarie a benzina con quel “qualcosa in più” in fatto di dotazione e motore. Si tratta delle Ford Fiesta, Nissan Micra, Skoda Fabia e Suzuki Swift in ricchi allestimenti e con potenze intorno ai 100 CV.

CHI ASSICURA LA NUOVA MOBILITÀ? - Monopattini elettrici, monowheel, hoverboard e segway sono sempre più diffusi nelle nostre città. L’ideale per sgusciare rapidi nel traffico? Può darsi. Ma in caso d’incidente, che cosa succede? Questi mezzi non sono ancora contemplati dal codice della strada e per tutelarsi bisogna inserirli nella polizza Rc famiglia, che a differenza di  quella che già si paga per l’auto è facoltativa. Già, ma quanto costa?

GUIDALA USATA - La sezione dedicata ai veicoli di seconda mano vede un “faccia a faccia” fra due maxi suv di lusso del 2015: la BMW X5 e la Jeep Grand Cherokee. Comode, ricche e con validi motori a gasolio, oggi si “portano via” a cifre intorno ai 25.000 euro. L’approfondimento, invece, è per la citycar Citroën C1: prima di acquistarla, meglio conoscere le versioni, i difetti e i guasti, e quanto costa ripararla. 

TUTTI I PREZZI - Non mancano, su alVolante, le occasioni a km zero: questo mese ve ne proponiamo 1839, con sconti fino al 49%. Nel listino delle auto nuove trovate invece 7669 modelli, con le immagini, le caratteristiche tecniche, i commenti della redazione per scegliere il meglio, e tutti gli accessori di serie o a richiesta; 2000, invece, le quotazioni delle vetture usate (prodotte dal 2010 al 2018) elaborate dallo specialista Eurotax.

VIDEO


Aggiungi un commento
Ritratto di BRIXIO85
9 luglio 2019 - 19:57
Bel numero, molto ben assortito e con spunti originali, come il raffronto tra le dotazioni e gli optional consigliabili e/o desiderabili fra le crossover in esame.
Ritratto di Michiflanoalila
9 luglio 2019 - 22:22
Leggerò con interesse la prova della octavia a metano. Spero un giorno facciano anche la kodiaq 7 posti a metano così avrò una alternativa alla mia zafira tourer che per ora non saprei proprio con che auto cambiarla
Ritratto di Pavogear
10 luglio 2019 - 00:08
Ci sarà mai un numero in cui non fate un servizio su un confronto tra SUV o crossover di un qualche segmento? Sono mesi che in ogni numero ci sono questi confronti, ormai avete stufato. Ci sono tanti altri argomenti di cui parlare. Date più spazio al motorsport in tutte le sue categorie come facevate qualche anno fa, tornare a parlare di sportive e spider, parlate di auto che la gente sogna. Di questo dovrebbe parlare una testata automobilistica
Ritratto di Gordo88
10 luglio 2019 - 00:37
Una volta d estate proponevano un confronto tra le cabrio/ spider sul nuovo ma anche sull usato..
Ritratto di BRIXIO85
10 luglio 2019 - 09:02
Cabrio e spider interessano a una fetta veramente ristretta di clienti; sono in definitiva irrazionali, appesantite per irrigidirne la scocca e in Italia facilmente soggette ad atti vandalici (posto che non abbiano l'hard top). Le uniche che in definitiva hanno un senso sono le targa con tettuccio rigido amovibile (tipo Fiat X1/9), ma anch'esse con tutti i limiti del caso. Corrispondono più ad una parte dell'immaginario collettivo che non all'effettiva volontà d'uso e d'acquisto.
Ritratto di Pavogear
10 luglio 2019 - 09:16
Lo so bene, però qui si sta andando in direzione totalmente opposta facendo il ragionamento "in Italia si vendono tantissime suv e crossover e quindi mi occupo quasi sempre di quelle". Almeno parlare un po' di più anche delle altre categorie
Ritratto di BRIXIO85
10 luglio 2019 - 10:32
E' un modo per assecondare l'escapismo di massa che caratterizza i nostri tempi, fatte salve la fasce di popolazione più consapevoli e disincantate (che però non sono un target commerciale interessante). In quel tipo di vettura, evocativa d'improbabili avventure su strade bianche o in contesti naturali altrettanto improbabili, si scaricano tensioni e frustrazioni della convivenza coatta e della routine quotidiana ultra-produttivistica. E' frequente nelle réclame televisive vedere un'auto che devia dal percorso stradale (quello obbligato), inviando allo spettatore uno stimolo decontestualizzante molto efficace in quanto genera un autentico circolo vizioso mentale; un loop di decontestualizzazione, appunto, e di ritorno quindi ad un contesto ancor più carico di tensioni e frustrazioni. Il mktg su questo fa leva sistematicamente, scientemente, con estrema facilità ed efficacia. Alla fine, paradossalmente, si comprano in prevalenza quei beni voluttuari (almeno in parte) che sono causa dei disagi sociali ed individuali propri del sistema ultra-consumistico. Sono lontani i tempi in cui la Fiat Sedici era definita il suv dei poveri; allora la massa non era stata ancora plasmata...
Ritratto di napecarco
11 luglio 2019 - 18:06
sono d’accordo; ci aggiungerei anche altre due cause, tra l’altro in relazione tra loro; la prima è il desiderio di apparire nel confronto con gli altri, la seconda è l’appagamento nel dimostrare le proprie possibilità; il tutto dà un quadro di povertà mentale deprimente, speriamo bene...
Ritratto di Rav
14 luglio 2019 - 17:07
3
Ma io che guido un suv perchè fin dal lancio mi è piaciuta e cercavo un'auto dalla guida alta con cambio automatico per affrontare le ore di viaggio per andare al lavoro e una spider manuale per divertirmi l'estate nel weekend come mi colloco? Assuefatto dal marketing o persona che ha ceduto ai sogni comprando una vettura praticamente inutile? Scherzi a parte, sono d'accordo sul fatto che qualche servizio in più su auto più di nicchia sarebbe sicuramente apprezzato. Ma è pur vero che se il 90% del Mercato chiede una certa tipologia di vettura e se il Mercato offre praticamente tutto di quella tipologia, il giornale parlerà di quello, sia per vendere che per disponibilità. Anche perchè molto dipende da che vetture danno al giornale per i test.Ciò che piuttosto mi sento di criticare è la ciclicità di alcuni articoli, come quelli sul lavaggio, la guida tra i tornanti o simili. Articoli riproposti a distanza di tot mesi ma praticamente identici. Oppure le prove ripetute della stessa auto, che magari non è più così nuova. Preferirei piuttosto, magari nel periodo estivo, una rubrica per suggerire itinerari interessanti da fare in auto o magari qualcosa di più sulla guida fuori Italia, dato che ogni volta che vado in viaggio devo districarmi su tanti siti dove non si capisce nulla. Comunque per come va il Mercato è meglio che ci mettiamo l'animo in pace e ci adattiamo a leggere prove di SUV, perchè ormai quello si vende.
Ritratto di napecarco
15 luglio 2019 - 00:35
giusto per spiegare meglio quanto scritto, credo che ci siano cose con un rapporto costo/soddisfazione molto migliore di quello dell’auto che si possiede; e temo che molte delle soddisfazioni che dovrebbe darci un’autovettura siano indotte e che, passate al setaccio di un ragionamento critico potrebbero essere smontate; detto questo, poi, per carità, ognuno i propri soldi li spende come crede, l’importante è avere la possibilità di una scelta non troppo condizionata; e oggi, per via del”marketing”, mi sembra sempre più difficile. Per quanto riguarda il sito, a me va bene, più o meno, così, è l’unico sito automobilistico che ho tra i favoriti. saluti e grazie per la conversazione
Pagine