NEWS

Emissioni di CO2 delle auto: nel 2019 sono aumentate

Pubblicato 30 giugno 2020

Le cause dell'aumento medio in Europa sarebbero da ricercare nel costante e progressivo aumento della quota di mercato delle suv.

Emissioni di CO2 delle auto: nel 2019 sono aumentate

TENDENZA NEGATIVA - L'EEA, l’ente preposto alla raccolta e pubblicazione dei dati relativi alle emissioni di autovetture e furgoni immatricolati in Europa (si basa sui valori ottenuti in fase di omologazione), ha pubblicato i dati delle emissioni medie di CO2 nel 2019. Stando al report, dopo un calo costante registrato dal 2010 al 2016 di quasi 22 g di CO2 per chilometro, le emissioni medie delle autovetture di nuova immatricolazione sono aumentate nel 2017 e nel 2018 (in totale di 2,8 g/km). La tendenza al rialzo è proseguita con un ulteriore aumento di 1,6 g/km nel 2019, raggiungendo la media di 122,4. Si tratta di un risultato ben al di sopra dell'obiettivo UE di 95 g/km fissato per il 2021.

PREVALENZA DI BENZINA - In totale nel 2019 sono state immatricolate nell'UE (comprese Islanda, Norvegia e Regno Unito) 15,5 milioni di auto; le benzina sono risultate le più vendute (59% delle consegne), seguite dalle diesel, che rappresentano il 31%, con un calo del 4% rispetto al 2018, e del 23% rispetto al 2011, anno in cui le vetture a gasolio hanno raggiunto il picco del 55% delle nuove immatricolazioni. Grazie ai nuovi accorgimenti adottati dai costruttori, “figli” delle normative europee sempre più stringenti, le emissioni di CO2 delle diesel (127 g/km) sono ormai molto vicine a quelle delle auto a benzina (127,6 g/km) con una differenza di 0,6 g.

PAESI PIÙ VIRTUOSI - Le vendite di veicoli elettrici ibridi plug-in (PHEV) e di veicoli a elettrici (BEV) hanno continuato ad aumentare fino ad arrivare a circa il 3,5%, rispetto al 2% del 2018. Circa la metà delle BEV sono stati immatricolati in Norvegia, Germania e Paesi Bassi. Le quote combinate di immatricolazioni di PHEV e BEV sono state più elevate in Norvegia (56%), Islanda (19%), Paesi Bassi (16%) e Svezia (12%). Questi ultimi sono anche alcuni dei pochi paesi in cui le emissioni medie delle auto nuove sono diminuite nel 2019 rispetto al 2018. I veicoli ibridi elettrici (non plug-in) (HEV) hanno rappresentato circa il 4% delle nuove immatricolazioni.

TROPPE SUV - Nonostante un leggero incremento dei veicoli green a pesare sull’aumento delle emissioni delle automobili vi è l’incremento delle vendite delle suv. Infatti, il 38% delle immatricolazioni di nuove auto sono risultate essere di questa tipologia, che rispetto ad altri modelli dello stesso segmento, sono più pesanti e hanno motori più potenti nonché un peggiore coefficiente aerodinamico dovuto a aree frontali più ampie, tutte caratteristiche che aumentano il consumo di carburante. La maggior parte delle suv immatricolate è risultata essere a benzina, con emissioni medie di 134 g/km, circa 13 g/km in più rispetto alla media delle emissioni delle altre benzina con una carrozzeria tradizionale.

IL PESO AUMENTA - Secondo i dati diffusi, dal 2018 al 2019, la massa media delle auto è aumentata di 30 kg. Questo incremento di peso è stato osservato in tutte le tipologie di veicoli (piccole, medie, berline di lusso e suv), sia per le auto a benzina che per quelle diesel.  

I FURGONI - Per quanto concerne i furgoni, nel 2019 sono stati registrati 1,68 milioni di nuove immatricolazioni nell'UE (comprese Islanda, Norvegia e Regno Unito). Rispetto all’anno precedente, un numero maggiore di furgoni è stato registrato in Lituania (+25,2%), Grecia (+13,7%), Lussemburgo (+7,9%) e Germania (+6,6%), mentre le immatricolazioni sono diminuite in Islanda (-40,4%), Bulgaria (-35,3%), Malta (-17,2%) e Spagna (-17,0%).

I veicoli diesel continuano a costituire la maggioranza del nuovo parco furgoni, rappresentando il 94% delle immatricolazioni. La quota di mercato dei furgoni a benzina è stata del 3,4%, leggermente inferiore a quella del 2018. Le emissioni medie di CO2 sono aumentate per i nuovi furgoni a benzina da 144,9 a 147,3 g/km e per i furgoni diesel da 160 a 161,2 g/km. Una delle ragioni è da ricercare nell’aumento della massa media di 17 kg per i furgoni a gasolio (per i benzina è diminuita di 20 kg). 

Uno dei fattori che ha influito sull'aumento delle emissioni di 0,5 g/km per i nuovi veicoli commerciali è stato l'aumento della massa media di 14 kg. Congiuntamente, la quota di furgoni elettrici è rimasta bassa, anche se è aumentata, passando dallo 0,8% nel 2018 all'1,3% nel 2019.



Aggiungi un commento
Ritratto di allatast
30 giugno 2020 - 19:39
che peccato tanto da farsi anche in richieste di svecchiamento e poi niente di fatto come risultati . senza dimenticare che la co2 è una cosa globale quindi anche se qui ci diamo tanto da fare ma poi in usa cina o india non fanno lo stesso la cosa vale poco
Ritratto di Asburgico
30 giugno 2020 - 20:19
Ma alla gente fa così schifo comprare una berlina a benzina normalissima?
Ritratto di Andre_a
30 giugno 2020 - 22:10
4
A me si, piuttosto una coupé o una station wagon.
Ritratto di desmo3
1 luglio 2020 - 08:26
sì alla gente fa schifo perché o sono motori spompatissimi o consumano esageratamente o entrambi
Ritratto di Mark R
1 luglio 2020 - 10:33
Peccato che le stesse motorizzazioni vengano poi usate su diversi modelli... Dunque, seguendo il tuo ragionamento, lo sono anche quelli dei SUV, coupè e station wagon. E ripeto, non consumano tantissimo...
Ritratto di GeorgeNN
1 luglio 2020 - 08:32
A me no. Meglio le berline che i pacgidermici e inutili suv per compensare qualche piccolezza fisica o mentale.
Ritratto di Oxygenerator
1 luglio 2020 - 13:32
@ GeorgeNN Esiste sempre sto collegamento strano che alcuni del blog fanno, rispetto alle dimensione dell’auto e del piseello. Come mai succede ciò ? Per quel che riguarda il suv, l’ho avuto, e posso dire che sono estremamente comodi e facili da guidare. Non credo non ci stia l’ammenicolo, su una berlina normale, è che i suv sono comodi, comodi, comodi. Si è capito ? Sono comodi e spaziosi, occupando lo stesso spazio di una berlina in strada. Molto più comodi.
Ritratto di RubenC
1 luglio 2020 - 18:45
1
Berline a benzina per abbassare le emissioni? Ma stiamo scherzando?
Ritratto di Mark R
1 luglio 2020 - 19:54
Sembra che in tanti siano rimasti ai vecchi benzina e solo il motore diesel sia progredito.. Mah
Ritratto di Zot27
30 giugno 2020 - 20:19
Peccato che ci si basa sul dichiarato per i modelli venduti
Pagine