NEWS

Da Enel X la tariffa flat per ricaricare le elettriche

Pubblicato 28 aprile 2021

La nuova offerta OpenCharge consente ricariche a casa a un prezzo mensile fisso, oltre a un certo numero di pieni nelle stazioni pubbliche.

Da Enel X la tariffa flat per ricaricare le elettriche

PAGHI UN FISSO - I possessori di un’auto elettrica spesso sono costretti a districarsi tra diverse offerte poiché hanno la necessità, anche per motivi di lavoro, di “fare il pieno” sia a casa che nelle colonnine pubbliche. Enel Energia e Enel X, la società che si occupa dei servizi per la mobilità elettrica del Gruppo Enel, hanno pensato a una soluzione che si rivolge proprio a questa tipologia di utenti. Si chiama OpenCharge ed è una soluzione “flat” integrata per la ricarica dei veicoli elettrici, a casa, in ufficio o nelle stazioni di ricarica pubbliche. La sua particolarità è quella di garantire ai clienti rifornimenti di energia illimitati a casa o in ufficio utilizzando una wall box.

TRE TIPI DI WALLBOX - Per aderire all’offerta sono necessarie due condizioni. La prima è quella di disporre di una fornitura di corrente elettrica Enel; chi già ne è in possesso può accedere direttamente all’offerta OpenCharge dedicata, cambiando prodotto tramite Enel Energia. Per i nuovi clienti, invece, sarà sufficiente sottoscrivere un nuovo contratto. La seconda è quella di essere in possesso, o, in alternativa, acquistare, una wallbox JuiceBox di Enel X, disponibile nei modelli 3,7 kW, 7,4 kW e 22 kW, e installabile nel box di casa, nel posto auto privato, o in ufficio. OpenCharge permette inoltre di ricaricare la batteria anche nelle stazioni pubbliche, sfruttando i due pieni di energia al mese da effettuare presso i 12mila punti di ricarica Enel X presenti sul territorio nazionale.

MENTRE ATTENDI - Aderendo all’offerta sul sito Enel X Store, sarà possibile procedere all’installazione della JuiceBox e all’attivazione della nuova fornitura elettrica. Nel periodo di attesa, tutti i clienti avranno a disposizione fino a tre mesi di ricarica gratuita sulla rete nazionale di Enel X, compresi i nuovi caricatori veloci HPC (High Power Charger) con potenze fino a 350 kW. 

QUANTO COSTA? - OpenCharge sarà disponibile in tre diverse tariffe, in grado di adattarsi a una vasta fascia di utent. OpenCharge 20 (20 euro al mese), è ideale per chi ha un’auto con batteria fino a 20 kWh poiché offre la ricarica illimitata tramite la JuiceBox a casa o in ufficio e fino a 30 kWh al mese presso i punti di ricarica pubblici di Enel X. OpenCharge 50 (50 euro al mese) è dedicata a veicoli con batteria da 21 kWh a 50 kWh: offre sempre la ricarica illimitata con JuiceBox e fino a 80 kWh in ambito pubblico. Infine, la OpenCharge 75 (75 euro al mese), pensata per EV che hanno batterie tra 51 kWh e 75 kWh, associa alla ricarica illimitata con la JuiceBox, e fino a 150 kWh al mese presso i punti di ricarica pubblici di Enel X. In occasione del lancio, le tre soluzioni sono accessibili a una tariffa promozionale da sottoscrivere fino al 31/07/2021 e valida fino al 31/12/2021.





Aggiungi un commento
Ritratto di Doraemon
28 aprile 2021 - 11:09
Non mi pare male, la tariffa da 20 euro al mese per molti possessori di elettrico ad uso cittadino mi sembra un'ottima soluzione, e 20 euro al mese fissi, confrontato a quanto si spenderebbe mensilmente per la benzina, sono un'ottima soluzione con un bel risparmio. Ma anche quella da 50 Potrebbe portare a risparmiare. Comunque con queste elettriche ci stiamo sempre più avvicinando al mondo degli smartphone come strategie di marketing e operazioni commerciali. Non ci manca molto che potrai aquistare la tua elettrica brandizzata enelX con canone mensile comprensivo di KWh ora illimitati.
Ritratto di RubenC
28 aprile 2021 - 11:19
1
Nissan faceva delle "Enel edition" per Leaf e NV-200 con soluzioni di ricarica dedicate.
Ritratto di Er sentenza
28 aprile 2021 - 16:26
Mi pare di capire che queste "offertone" siano valide solo fino al 31/12. Come dire:" adesso che non consumi x via del covid ti faccio la tariffa agevolata, poi a capodanno ti faccio la sorpresa". Se 20 anni fa avessero chiesto di fare l'abbonamento mensile dal benzinaio,da pagare anche non usando l'auto, la gente gli avrebbe riso in faccia. Oggi si vedono queste cavolate per fidelizzare il cliente come una grande oppurtunita'
Ritratto di Vincenzo1973
28 aprile 2021 - 18:47
questa offerta e' sottoscrivibile fino al 31/12 ma ovviamente dura anche dopo.
Ritratto di Vincenzo1973
28 aprile 2021 - 18:48
credo sia scritto male l'articolo. sarebbe assurda intesa nell'altro senso
Ritratto di Spock66
28 aprile 2021 - 11:21
Basta una ID3 per essere nella categoria dei 75..diciamo abbastanza conveniente solo se fai tanti chilometri..aggiungi anche 2000 € di JuiceBox..comunque si, la strada è questa, solo che per evidenti motivi a differenza dei telefoni dove al crescere degli utenti decresce il costo del servizio, le tariffe elettriche sono destinate a salire nel tempo, non a scendere..
Ritratto di Check_mate
28 aprile 2021 - 11:28
Diventerebbe interessante uno studio che prendesse in esame l'intera ammortizzazione dei costi per un'elettrica, compresa la wall box praticamente irrinunciabile per la ricarica domestica.
Ritratto di Mbutu
28 aprile 2021 - 12:48
Check, ne esistono diversi. L'ultimo che mi viene in mente è lo smart mobility report 2020 che considera il tco di vari veicoli in vari scenari includendo anche l'infrastruttura di ricarica. Chiaramente si tratta di standardizzazioni e quindi il caso specifico può sfuggire. Riassumendo l'elettrico ne esce molto bene.
Ritratto di Roomy79
28 aprile 2021 - 12:51
1
Non lo fanno perché uscirebbero (rispetto all'equivalente termica) tempi di pareggio che vanno oltre la vita del mezzo sopratutto sulle. Utilitarie. Oggi l'imperativo dall'alto è spingere, spingere, spingere, quindi un confronto che dovrebbe essere all'ordine del giorno e vietato. Io noto anche che si spendono fiumi di parole per parlare di tablet, connessioni, schermini, ma raramente si analizzano i costi di ricarica per un utente normale che vive in contesti urbani, in condomini classici senza pannelli o altro con un impianto da 3kw. Io ne ho 7,5 per altri motivi e cmq pago 10-12 € al mese in più solo per questo. Quando si parla di costi bisognerebbe spiegare che difficilmente si può caricare un elettrica attaccandola alla shuco del salotto o della cantina gravando sul contatore standard. Quindi i costi aumentano ulteriormente.
Ritratto di Mbutu
28 aprile 2021 - 14:08
Roomy, sono indeciso: perché in effetti potresti ignorare l'ampia letteratura riguardo il tco delle elettriche (nel caso però mi chiedo, perché intervenire?). Ma potresti anche conoscerli ed aver voluto fare la tua solita sparata. In che casistica rientriamo questa volta?
Pagine