NEWS

FCA: da un piccolo azionista una proposta rivoluzionaria

12 novembre 2018

Il fondo ADW Capital Management suggerisce al Cda di cedere la Fiat, scorporare Alfa e Maserati e allearsi negli Usa.

FCA: da un piccolo azionista una proposta rivoluzionaria

VENDERE IL MARCHIO FIAT - Sta facendo discutere la notizia riferita dall'agenzia Bloomberg, che riguarda la proposta del fondo d'investimenti ADW Capital Management al consiglio di amministrazione della FCA (di cui è azionista di minoranza), una vera e propria rivoluzione finalizzata all'aumento dei guadagni. È noto infatti che la FCA realizza gran parte dei suoi profitti sul mercato americano dove, da luglio a settembre 2018, ha guadagnato 1,94 miliardi di euro, contro gli 83 milioni dell'America Latina, e le perdite di 96 e 25 milioni in Asia ed Europa. Il primo punto della proposta vedrebbe proprio l'uscita dal mercato europeo, il che significherebbe liberarsi della Fiat cedendola ad un altro player (come il gruppo PSA), per focalizzare tutte le energie del management sul Nord America.

CAMBIARE NOME - Secondo tassello dell'audace proposta è la vendita o lo scorporo di Alfa Romeo e Maserati, sull'esempio di quanto già avvenuto con la Ferrari (e prima ancora con la CNH), che una volta finita sul mercato ha permesso al gruppo di ottenere un ricavo straordinario. Il piano di ADW Capital Management si completa con un accordo per il Nord America, dove la FCA potrebbe allearsi con un'altra casa automobilistica (viene fatto il nome della General Motors) e tagliare in questo modo le spese. Se il progetto si realizzasse la FCA potrebbe essere più snella ed efficiente, con i marchi Jeep e Ram come punto di riferimento, grazie alle ottime vendite e agli alti margini, tanto che il fondo propone di assegnare al nuovo gruppo il nome JeepRAM.

VANNO CONTRO IL PIANO - La proposta della ADW Capital Management ha una sua logica, che però contrasta con il piano industriale 2018-2022 della Fiat Chrysler, che è controllata dalla Exor della famiglia Agnelli-Elkann con il 50% dei diritti di voto. Per questo difficilmente vedremo messe in pratica le proposte del piccolo, ma ardito azionista.



Aggiungi un commento
Ritratto di treassi
12 novembre 2018 - 16:36
Probabilmente si chiama Marchionny e porta un maglioncino bianco e rosso...
Ritratto di Giuliopedrali
12 novembre 2018 - 16:43
Bea roba! Fin dall'inizio, dalla creazione di FCA ci si aspettava che diventasse americana al massimo con qualche appendice europea, e zacchete!!
Ritratto di Roomy79
12 novembre 2018 - 18:08
1
Arrivato a tal punto di agonia PSA sarebbe ina manna dal cielo, almeno si vedrebbe una segmento B su base 208, si darebbe continuità alle monovolume e suv, i francesi ne potrebbero fare una sorta di Peugeot italiana, mercato ristretto, ma almeno nel nostro paese il marchio recupererebbe un po di dignità
Ritratto di Fr4ncesco
12 novembre 2018 - 18:16
2
PSA a tal punto avrebbe troppi marchi e sovrapposti (bravi fin'ora a differenziarli) a meno che non punterebbe alla leadership europea spodestando Vag con ben 6 marchi. Oppure ritirare Opel dall'Italia vedendole a marchio Fiat come le Vauxhall in GB, visto che la casa tedesca a differenza di Peugeot e Citroën non sfonda da noi e potrebbe invece usufruire del marchio italiano e della rete vendita/assistenza capillare.
Ritratto di Fr4ncesco
12 novembre 2018 - 18:19
2
Nb, comunque la vendita non sarebbe una manna: ci sono più casi disastrosi che di successo... Rover, MG, Saab e pure Jaguar, Volvo, Land Rover, Aston Martin, Chrysler si sono state salvate in extremis da precedenti acquisizioni fallimentari.
Ritratto di Roomy79
12 novembre 2018 - 18:24
1
Ok però meglio rischiarebche morire lentamente...mi dici se fiat ha modelli in uscita nei prox mesi? A me non risulta, l’ultimo modello enuacito nel 2015 (tipo e 500x) o sbaglio?
Ritratto di Fr4ncesco
12 novembre 2018 - 19:13
2
Usciranno ma con tempi biblici. Piuttosto visto che è un gruppo finanziariamente in salute, continuerei a fare pressing su GM per un'evenuale fusione.
Ritratto di Giuliopedrali
12 novembre 2018 - 18:35
Be ma erano tutte in mano americana GM o Ford o Chrysler appunto... Quando passano in mano cinese o indiana avviene il miracolo.
Ritratto di Fr4ncesco
12 novembre 2018 - 18:47
2
Ma quando mai, Chrysler era Mercedes (Daimler), Rover e MG BMW, Saab cinese.
Ritratto di Giuliopedrali
12 novembre 2018 - 20:45
Saab era GM, in ogni caso qualunque marchio straniero in mano tedesca o USA fa sempre una brutta fine, o almeno fino a qualche anno fa.
Pagine