NEWS

Ferrari 312B, il film: da venerdì nei cinema

4 ottobre 2017

Il documentario racconta l’esperienza dell’ex pilota Paolo Barilla con una monoposto fra le più innovative mai viste in F1.

Ferrari 312B, il film: da venerdì nei cinema

NUOVA FILOSOFIA - Martedì 3 ottobre è stato proiettato in anteprima nel nostro paese il documentario Ferrari 312B, diretto dal regista Andrea Marini, che racconta la storia di una monoposto fra le più innovative mai apparse in Formula 1: il suo motore V12 ad alberi contrapposti fu una novità per la categoria e permise ai tecnici del Cavallino di ottenere grandi risultati nella guida in pista, perché l’architettura boxer consentiva di avvicinare il baricentro all’asfalto e sviluppare una potenza massima più elevata (i CV erano circa 450). La 312B debuttò in Formula 1 nel 1970 e si si aggiudicò tre allori costruttori e quattro piloti grazie ai successi di Niki Lauda, James Hunt e Jody Scheckter.

TORNA IN GARA - Il film è basato sull’esperienza personale dell’ex pilota Paolo Barilla, che ha acquistato una Ferrari 312B e ha voluto restaurarla per correre alcune gare riservate alle Formula 1 d’epoca. Marini segue il restauro dell’auto e raccoglie la testimonianza di Mauro Forghieri, all’epoca responsabile tecnico della Ferrari in Formula 1, che seguì direttamente il passaggio dall’architettura del motore con i cilindri disposti a 60° a quella con i cilindri a 180° e fu testimone di un periodo d’oro per la scuderia di Maranello, che durò fino a quando non vennero introdotti i motori sovralimentati (inizio anni’80). Il documentario arriverà nei cinema italiani il 9, 10 e 11 ottobre.

Aggiungi un commento
Ritratto di hulk74
4 ottobre 2017 - 19:17
Hunt non corse MAI per Ferrari
Ritratto di lucaconcio
5 ottobre 2017 - 07:20
Periodo d'oro? In realtà ci sono stati alti e bassi. Il 1973 non fu un buon anno, mentre i successivi 1974 ( mondiale sfiorato) e 1975 ( mondiale vinto) lo furono. Anche il 1980, successivo alla vittoria del titolo del 1979, fu disastroso. Anzi, la rinascita si ebbe proprio con il motore turbo.
Ritratto di frankviaggi
5 ottobre 2017 - 09:11
Per un attimo ho pensato che il protagonista fosse Barilla... Aiuto! Meno male che non è lui. Ricordo che distruggeva letteralmente una monoposto appena usciva dai box. Sul giornale locale poi scrivevano a caratteri cubitali con delle leccate alla linguetta: "Pietruccio...". Ah, essere ricchi... e viziati...
Ritratto di lucios
5 ottobre 2017 - 17:40
4
Un motore che ha dominato per 10 anni. Che tempi! Che Ferrari!
Ritratto di Fra_27
7 ottobre 2017 - 10:28
La 312B fu utilizzata in gara fino al 1974, nella versione 312B3. Quell'anno il titolo mondiale piloti fu solo sfiorato da Regazzoni, ma non fu mai vinto dalla Ferrari con questa vettura. Dal 1975 fu schierata la 312T, che nelle varie versioni arrivò fino alla 312T5 del 1980. Lauda e Scheckter (non certo Hunt, che della Ferrari rimase avversario) vinsero il Mondiale con queste vetture, ma non con la 312B.
Ritratto di hulk74
7 ottobre 2017 - 12:54
Hanno scritto una accozzaglia di nozioni sbagliate, mi meraviglio. Bastava leggere 2 righe si Wikipedia. Grazie Fra_27