Ferrari 458 Speciale, figlia della Formula 1

11 settembre 2013

Costa 238.000 euro e con i suoi 605 cavalli, il V8 della nuova coupé di Maranello è il motore aspirato con la più alta potenza specifica.

Ferrari 458 Speciale, figlia della Formula 1
È LEI LA REGINA - Pur se si tratta “soltanto” di una versione derivata dalla 458 Italia, e non di un nuovo modello, la Ferrari 458 Speciale è stata circondata da un bagno di folla. Le sue forme aggressive non sono un mero vezzo stilistico, ma hanno una precisa funzione in termini di prestazioni. L'aerodinamica è stata spinta ai massimi livelli sfruttando a fondo le esperienze maturate in formula uno. E lo stesso è avvenuto per motore (il più potente V8 Ferrari mai costruito) e sistemi di controllo. 
 
 
NATA PER CORRERE - Le soluzioni aerodinamiche innovative sono la prima cosa che saltà all'occhio della nuova Ferrari 458 Speciale. Al centro della mascherina un deflettore che si apre automaticamente (spinto dalla forza dell'aria) oltre i 170 km/h: così, devia il flusso verso le fiancate migliorando l'efficienza aerodinamica. Oltre i 220 km/h cambia la posizione anche del flap anteriore frontale, deviando più aria sotto la vettura per far lavorare meglio l'estrattore posteriore. Qui uno spoiler mobile (la cui posizione dipende da velocità e posizione di acceleratore, sterzo e freno): se è tutto giù migliora il Cx (che è di 0,35), mentre sollevandosi favorisce il carico aerodinamico che schiaccia l'auto a terra, a beneficio di tenuta di strada e stabilità.
 
UN “SUPER-V8” - Pur conservando la cilindrata dell'otto cilindri delle 458 Italia e Spider (e mantenendo lo stesso regime massimo di rotazione: 9000 giri), il V8 della Ferrari 458 Speciale ha ben 35 cavalli in più che gli valgono il titolo di motore aspirato con la maggior potenza specifica montato in un'auto di serie. Ben 135 CV/litro ottenuti grazie a un lavoro di cesello sull'efficienza di combustione e sulla riduzione degli attriti interni. Tutte soluzioni “rubate” al mondo della Formula 1. Per migliorare l'erogazione di  coppia ai bassi regimi (la massima, di ben 540 Nm a 6000 giri, è uguale a quella delle “sorelle” meno potenti), è stato anche innalzato il rapporto di compressione raggiungendo lo straordinario valore di 14:1 (contro i 12,5:1 di 458 Italia e Spider). Risultato ottenuto ridisegnando i pistoni,. Rivisto anche lo scarico (che ha due grandi terminali tondi) e il circuito di aspirazione, con la scatola del filtro dell'aria in fibra di carbonio per ridurne il peso. Alla fine, lima di qua lima di là, solo sul motore sono stati persi 7 kg...
 
 
CON L'ELETTRONICA, TUTTI PILOTI - I “classici” controlli elettronici di trazione e del differenziale posteriore sono ora sotto la supervisione di un nuovo sistema denominato SSC, Side Slip Angle Control. Analizzando la posizione dello sterzo, la velocità e misurando la sbandata della vettura riesce a calcolare il limite massimo in cui si può cimentarsi in spettacolari derapate senza rischiare nulla in termini di sicurezza. A seconda dell'impostazione del manettino sul volante, lo stesso sistema ottimizza le prestazioni in termini di trazione in uscita di curva. 
 
UN SALTO A BORDO - Anche l'abitacolo della nuova Ferrari 458 Speciale si ispira al mondo delle corse: massiccio l'utilizzo di fibra di carbonio. Lo si nota soprattutto nella consolle centrale dalle forme elaborate e che ospita i tasti per l'impostazione del cambio, rigorosamente orientati verso il “pilota”. I sedili in Alcantara e tessuto traspirante hanno un leggerissimo guscio in fibra di carbonio dal sapore racing.
 
 
VIA AGLI ORDINI - La casa di Maranello ha già iniziato a raccogliere gli ordini per la nuova Ferrari 458 Speciale. Per averla occorrono 238 mila euro, il 21% in più rispetto alla 458 Italia. Nell'arco del periodo di vita ne sono previste circa 2000 unità (ma il numero potrebbe variare in base alle richieste, non trattandosi di un modello a tiratura limitata): in pratica una 458 su quattro sarà Speciale.

 

VIDEO
loading.......
Ferrari 458 Italia
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
275
37
16
4
14
VOTO MEDIO
4,6
4.604045
346
Aggiungi un commento
Ritratto di Gordo88
11 settembre 2013 - 17:43
Un pò zarra nella linea ma in questa versione speciale ci può stare poi le soluzioni tecniche prese dalla f1, il v8 aspirato da 605cv sono semplicemente "orgoglio italiano"!! L' unica cosa che mi sembra strano è il cx di 0,35.. non è altino per una supercar?
Ritratto di yeu
11 settembre 2013 - 19:55
Il cx 0.35 è ottimo invece, per il semplice motivo che con i flussi che la attaccano al terreno, l'auto varia il peso reale quando è in marcia e quindi questo provoca inevitabilmente un peggioramento del cx. Alcune auto hanno un cx più basso perchè non hanno bisogno di un effetto suolo perchè magari le prestazioni non sono alte. Ti faccio un esempio, se prendi una qualsiasi automobile nelle versioni standard, ha un cx, mentre se c'è una versione sportiva, il cx è più alto per via di una aerodinamica obbligatoriamente diversa (possono essere alettoni, appendici varie, fondo piatto diverso da quello standard, ecc.) che gli garantisca più tenuta e questo fa variare sensibilmente il cx di penetrazione. Va detto che più un'auto viene schiacciata al suolo, più fatica fa nella marcia, un esempio è il drs della F1, che quando viene usato, altro non fa che togliere carico aerodinamico diminuendo la resistenza all'avanzamento dell'auto permettendo il sorpasso e se noti, viene usato sempre sui rettilinei per non compromettere la tenuta di strada.
Ritratto di Gordo88
12 settembre 2013 - 00:18
Immaginavo centrasse col discorso tenuta di strada dovuta al maggiore carico aerodinamico però resistenza all' aria vuol dire anche minore velocità e sapendo a quali ottimi valori di cx sono arrivate certe auto ecco perchè mi era venuto il dubbio..
Ritratto di Flavio Pancione
11 settembre 2013 - 20:57
7
per prima cosa perchè si tratta di automobili che hanno prestazioni notevoli, di conseguenza saranno "costrette" ad avere un grip notevole ad alte velocità in curva, così come sono costrette a non decollare sui rettilinei.. per cui tutto cambia. E' nata l'aerodinamica attiva anche per questo motivo poichè si ha la possibilità di avere vantaggi in curva per miglior deportanza e in rettilineo per minor carico dell'aria sulla vettura così da scivolare meglio. Infatti un banale esempio, senza disturbare la F1 può essere quello della Veyron.. che per arrivare ai 400 km/h non a caso ha una configurazione particolare che permette all'alettone di rimaner giù così da scivolare per bene nell'aria e rompere la barriera dei 400.. in questa configurazione però diventa problematico controllarla in curve veloci, tant'è vero che quel alettone che possiede quando è su e in funzione se non erro ( perdonatemi se sbaglio ) non andrebbe oltre i 360/380.. mica poca la differenza. Mentre in caso contrario una CLA può permettersi un cx da 0,22 perchè le prestazioni sono decisamente più irrisorie rispetto ad una supercar.. qui tutto a vantaggio dei consumi ma anche della Vel. Max .
Ritratto di MatteFonta92
11 settembre 2013 - 17:57
3
Per fortuna che c'è lei...! La Ferrari è una delle poche cose di cui andare orgogliosi in un'Italia economicamente disastrata e in regressione come questa. Questa 458 Speciale credo che sia senza ombra di dubbio la migliore spercar V8 sul mercato. Sì, rispetto alla versione normale perde un po' di eleganza (anche a causa di quella discutibile fascia bianco-blu), ma in compenso guadagna in prestazioni, e che prestazioni! E, come sempre, la tecnologia Ferrari è una spanna davanti alla concorrenza, e questo nuovo sistema per le sbandate controllate lo dimostra.
Ritratto di Sandro il sardo
11 settembre 2013 - 18:25
peccato per l'ssc, una caduta di stile secondo me
Ritratto di Sandro il sardo
11 settembre 2013 - 18:25
peccato per l'ssac, una caduta di stile secondo me
Ritratto di wiliams
11 settembre 2013 - 18:33
Che meraviglia,bellissima,avanzatissima,senza rivali.....è la FERRARI.
Ritratto di fabri99
11 settembre 2013 - 19:10
4
Beh, devo ammettere che Ferrari è davvero avanti come tecnologie. Questa 458S dimostra cosa sono veramente capaci di fare a Maranello, è davvero una delle migliori supercar di oggi. L'unica cosa che non gradisco, oltre alla linea un po' meno elegante della bella 458 normale, è il SSAC: mi piace l'idea, ma spero che non sia troppo invadente cosa e che, soprattutto, non inquini la guida rendendola troppo finta e tecnologica. Ma per il resto, sempre al top, come da tradizione Ferrari. Saluti!
Ritratto di Giumaz
11 settembre 2013 - 19:25
12
9000 giri.....135 CV/litro .......rapporto di compressione straordinario 14:1..... Sai che kilometraggi con la nuova Ferragli!! Dicono che tutti i proprietari di carro attrezzi, da quando hanno letto la notizia, non stanno più nella pelle.
Pagine