NEWS

Ferrari: i conti 2016 a gonfie vele

3 febbraio 2017

Consegne, fatturato e utili in aumento e debiti ridotti per la Ferrari. Tra i progetti quello di acquisire una quota della società che gestisce la Formula 1.

Ferrari: i conti 2016 a gonfie vele

BILANCIO POSITIVO - Fuori dalle piste, il 2016 della Ferrari è stato un anno positivo. Lo dicono i risultati economico-finanziari relativi all’anno scorso che registrano il 8,8% di aumento del fatturato, che è stato di 3,105 miliardi di euro. L’utile netto è cresciuto del 37,9%, arrivando a 400 milioni di euro dai 290 del 2015. La Borsa di Milano ha accolto i dati con un aumento del 5% delle azioni Ferrari. L’esito è frutto dell’incremento delle vendite, arrivate a 8.014 unità dalle 7.664 che erano state nel 2015 (+4,6%), e del miglioramento del cosiddetto Ebtda (880 milioni, pari al 17,65% in più), cioè il risultato prima del pagamento di interessi, tasse, deprezzamenti e ammortamenti. In altre parole del margine operativo lordo dell’attività. 

MENO DEBITI - Altro dato positivo del bilancio 2016 della Ferrari è la riduzione del debito, passato dai 797 milioni di fine 2015 a 653 milioni. Sulla base di quanto realizzato nel 2016 e delle prospettive globali dei mercati secondo il management dell’azienda, la Ferrari prevede che il 2017 vedrà un moderato aumento delle consegne, sino a circa 8.400 unità, con crescita del fatturato oltre 3,3 miliardi, margine operativo lordo superiore a 950 milioni e indebitamento attorno a 500 milioni. L’area del mondo dove c’è stato il maggior numero di consegne è stata l’EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa) con 3.610 unità, in aumento dell’8% sul 2015. Nelle Americhe le consegne sono arrivate a 2.687 unità, il lieve aumento del 2%. Stabili sono state invece in Cina, dove sono state 619, cioè l’1% in più rispetto al 2015. 

IPOTESI FORMULA 1 - In occasione della presentazione dei risultati economici del 2016, i vertici Ferrari hanno confermato che la società sta valutando l’ipotesi di acquisire una quota della società Liberty Media, che gestisce le attività della Formula 1. Sergio Marchionne, presidente della Ferrari, ha affermato “Ne stiamo parlando con la Liberty Media”.

Aggiungi un commento
Ritratto di Spongebob
3 febbraio 2017 - 18:38
3
Bene, sono contento per Ferrari essendo azienda italiana che sforna capolavori. Ma non si parla dei 400.000 euro di multa per aver superato il limite sulle emissioni. Sarà pure una multa irrisoria comunque ...
Ritratto di studio75
4 febbraio 2017 - 08:56
5
utile netto del 2016 è stato di 400..milioni. Marchionne ha promesso per i prossimi due/tre anni nuovi prodotti Ferrari che oggi non ci sono. Sicuramente penso all'ibrido e sicuramente no ai Suv.
Ritratto di TheBartman
7 febbraio 2017 - 15:14
Marchionne ha detto che dal 2019 tutte le Ferrari saranno ibride, sia per diminuire le emissioni, sia per avere maggiore potenza magari rimpicciolendo un pò i motori.
Ritratto di monodrone
6 febbraio 2017 - 12:25
Se non mettono le mani in pasta col biffero che vinceranno qualcosa in f1. 8400 unità sono roba da generalista e infatti le Ferrari ormai lasciano il tempo che trovano. Peccato.
Ritratto di TheBartman
7 febbraio 2017 - 15:15
tu si che hai veri problemi. fatti curare da qualcumo bravo, ma molto bravo.
Ritratto di emergency
6 febbraio 2017 - 14:57
Si ma 8 mila sono i fortunati possessori di una Ferrari non caramelle.
Ritratto di caronte
14 febbraio 2017 - 11:50
Forza Ferrari avanti così.