La Ferrari Sergio sarà prodotta in 6 esemplari

5 marzo 2015

La Pininfarina ha iniziato i festeggiamenti dei suoi 85 anni annunciando a Ginevra la realizzazione di 6 Ferrari Sergio.

La Ferrari Sergio sarà prodotta in 6 esemplari
COMPLEANNO PER DUE - 85 per due. Il salone di Ginevra compie 85 anni e 85 sono anche gli anni della Pininfarina, nata come Società Anonima Carrozzeria Pinin Farina. La prestigiosa firma del made in Italy automobilistico ha scelto la rassegna svizzera per annunciare la realizzazione di sei esemplari della Ferrari Sergio, il modello concept presentato dalla Pininfarina nel 2013 proprio a Ginevra come omaggio a Sergio Pininfarina, figlio del creatore dell’azienda e a lungo guida della stessa. 
 
COSE D’ALTRI TEMPI -  Oltre a ricollegarsi alla tradizionale collaborazione tra la Ferrari e la Pininfarina, l’iniziativa si colloca nel solco della esperienza della carrozzeria torinese nel settore delle fuoriserie. Proprio questo tipo di attività fu infatti all’origine della Pinin Farina, e negli ultimi anni la creazione del servizio Fuoriserie nell’ambito della Pininfarina ha rilanciato questo genere di produzione
 
 
LE CREAZIONI FUORISERIE - Negli ultimi anni sono state realizzate la Ferrari 612 Scaglietti “K” by Pininfarina, la Ferrari P4/5, la Rolls-Royce Hyperion, la nuova Stratos e la SP12 EC, quest’ultima frutto della collaborazione con la Ferrari stessa. In tutti i casi si è trattato di lavori in cui il cliente è protagonista, dato che partecipa a ogni fase dell’ideazione e della realizzazione, vedendo così nascere e concretizzarsi del suo sogno.
 
REALIZZATORI DI SOGNI - Perché le auto che escono dal servizio Fuoriserie della Pininfarina sono sogni che si materializzano: la passione del cliente fa nascere l’idea che può diventare realtà grazie alla professionalità e alle capacità della Pininfarina. Tutto ciò con l’apporto di tutte le moderne tecnologie disponibili e con l’impiego dei materiali più affidabili. 
 
OCCHIOLINO AL PASSATO - La Ferrari Sergio by Pininfarina (è prodotta dalla Pininfarina su licenza Ferrari) si basa sulla meccanica della Ferrari 458 Spider. Il motore è il V8 di 4,5 litri da 530 Cv. La carrozzeria non ha tettuccio. La linea propone elementi moderni e altri che chiaramente si ispirano alle vetture degli Anni 60-70. Ne sono un esempio l’andamento delle fiancate, la parte posteriore con le “pinne” aerodinamiche che sostengono il lunotto e “chiudono” il vano motore. In quest’ultimo caso è evidente il rimando alla Ferrari 250 Le Mans.
Aggiungi un commento
Ritratto di Fabio2033
5 marzo 2015 - 17:40
1
La versione di serie mi ha deluso molto rispetto alla fantastica concept, è solo una 458 leggermente modificata, è il prezzo dovrebbe essere 1-2 milioni di euro se non sbaglio!!!!Chi la compra butta via molti soldi!!!!
Ritratto di comix77
5 marzo 2015 - 19:15
Molto meglio la Lamborghini veneno, vista dal vivo non e cosi estrema come sembra
Ritratto di impala
5 marzo 2015 - 20:15
... vista dal vivo ti posso dire che anché la Lamborghini veneno e brutta
Ritratto di carmelo.sc
6 marzo 2015 - 11:07
Buttano soldi non direi, questa macchina tra 20 anni varra´ come minimo 10 Milioni...
Ritratto di impala
6 marzo 2015 - 18:50
Si, ma a questo punto non comprano piu un auto perche e bella o per passione, ma soltanto per fare un investimento... contenti loro.
Ritratto di luigi sanna
9 marzo 2015 - 17:24
5
...non penso, sarà sempre un pezzo da "collezione", visto i soli 6 esemplari... Ma si, io anche avendone la possibilità, non la comprerei. Piuttosto ho trovato interessante il discorso "fuoriserie", creare un'auto esclusiva, quello si.... Come si faceva negli anni 60', "cucirti" un'auto... Fantastico.... Ma penso ci vogliano parecchi soldi...
Ritratto di M93
5 marzo 2015 - 17:46
A me non piace come design, in particolare i gruppi ottici anteriori e la relativa mascherina. Dal punto di vista meccanico e prestazionale nulla da eccepire.
Ritratto di hulk74
5 marzo 2015 - 18:37
Io starei sulla 488 GTB...
Ritratto di M93
5 marzo 2015 - 18:41
Idem, avendone la disponibilità economica. Questa Sergio potrebbe, però, avere un futuro collezionistico interessante.
Pagine