NEWS

Fiat 500: un raduno a Torino per i 60 anni

20 settembre 2017

Il Fiat 500 Club Italia organizza un ritrovo per il compleanno dell'utilitaria anche nella sua città di nascita.

Fiat 500: un raduno a Torino per i 60 anni

TUTTE INSIEME A TORINO - Il 2017 è un anno ricco di anniversari per il mondo dell'automobile: oltre ai 90 anni della Volvo e ai 70 della Ferrari cadono anche i 60 anni della Fiat 500, la piccola utilitaria che ha dato il via alla motorizzazione di massa nel nostro Paese. La ricorrenza verrà festeggiata anche a Torino, la città natale della 500, nel corso di un raduno in programma domenica 24 settembre organizzato dal Fiat 500 Club Italia, associazione attiva dal 1984 che promuove e valorizza il "Cinquino" non soltanto come semplice automobile ma come vero fenomeno di costume.

DIVERTIMENTO FINO AL POMERIGGIO - L'evento si chiama "Torino Festeggia La Sua 500" e prenderà il via dalla 8 in Piazza Vittorio Veneto, anche se i festeggiamenti inizieranno un'ora più tardi: alle 9 partirà lo spettacolo condotto anche da Filippo Rossi, cantante che ha dedicato all'utilitaria la canzone "La mia 500". Le vetture inizieranno poi un tour per le strade di Torino e torneranno in Piazza Vittorio Veneto alle 13 per il pranzo e il taglio della torta. Nel pomeriggio, stando al programma annunciato dagli organizzatori, sono previste iniziative per far divertire i presenti. Il raduno di Torino segue di poche settimane quello organizzato a Garlenda (Savona), giunto quest'anno alle 34º edizione.

Fiat 500
TI PIACE QUEST'AUTO?
I VOTI DEGLI UTENTI
417
150
83
47
99
VOTO MEDIO
3,9
3.92839
796


Aggiungi un commento
Ritratto di beniamino zompa
20 settembre 2017 - 18:04
Un MITO. Davvero
Ritratto di Claus90
20 settembre 2017 - 20:10
500 e vespa un mito
Ritratto di impala
20 settembre 2017 - 20:17
... tutto vero, mitico il nostro Cinquino
Ritratto di Agl75
20 settembre 2017 - 22:18
Sono contro corrente. Premetto che da quando avevo 7 anni "guidavo" la 500 nel vialetto di casa (se questo fosse reato è caduto purtroppo in stra-prescrizione), quindi al conquino associo bei ricordi. Detto questo, la 500, quella vera, era una microscopica scatoletta, dura, scomoda (che pure i sedili non si ribaltavano e la posizione dello schienale era fissa), con un motore che faceva quello che poteva, senza bagagliaio, con finiture inesistenti, ecc... Sebbene per l'epoca sia stata una simbolo di una rivoluzione economica e culturale, non capisco come ora si glorifichi un'auto del genere, dimenticando la sostanza. Le emozioni scaldano il cuore e ci fanno sentire vivi ma se oggi uscisse umano macchina così, chi avrebbe il coraggio di acquistarla e che valutazione daremmo nel guidarla?
Ritratto di federico p
20 settembre 2017 - 23:37
2
Ogni auto segna la sua epoca se pensassimo come lei avremmo pochissime auto d'epoca solo per ricchi, ogni auto é degna di essere trattata bene e fatta diventare d'epoca anche un'utilitaria come una Matiz perché incarna stili di un tempo e per me guidare una 500 di quei tempi tenuta in ottimo stato é come avere un auto nuova di alto livello
Ritratto di zio ben
21 settembre 2017 - 07:45
A suo tempo era mitica perché quella c'era....... anch'io come agl 75 non riesco a capire questo ostinarsi nella glorificazione di un prodotto che......boh? ?
Ritratto di francu
21 settembre 2017 - 09:01
vale anche per altre auto come la 2cv o il maggiolino che per di piu fu copiata da una tatra con ammissione ing. porsche e 4 milioni di marchi pagati alla tatra nel 48,o il trasporter 1 che non andava consumava come un aereo ed era scomoda,ma il fascino sta in altre cose che a quanto pare non apprezzi ,nella stessa epoca c'erano anche altre auto piu comode mercedes lancia b20 alfa 2600 etcc.. che hanno il loro fascino e prezzo,ma queste auto hanno avuto un impatto nelle persone comuni enorme,motorizzato paesi ,dando possibilita di muoversi prima come auto unica e poi come seconda auto per la moglie,dandogli una consapevolezza di non essere solo una casalinga ma di poter avere un ruolo nella societa pari all'uomo,cose che altre auto piu costose non hanno avuto un impatto nella societa cosi importante w il cinquino
Ritratto di zio ben
21 settembre 2017 - 13:18
scusa francu questo è un forum di auto, si chiama al volante non è un forum di psicoanalisi. la 500 era una macchina ignobile all'epoca e tuttora è tale. secondo il tuo ragionamento, che non condivido ma rispetto, dovremmo fare i raduni delle lavatrici??? quelle si che hanno sollevato ed emancipato le casalinghe!!!se parliamo di romanticismo tutto è concesso, la tecnica è un'altra cosa.
Ritratto di Fr4ncesco
21 settembre 2017 - 14:44
2
Appunto è un forum di auto, magari nei forum di lavatrici si elogiano i primi modelli. La 500 con i suoi difetti e pregi è il simbolo dell'Italia che si industrializza e dell'emancipazione della classe media che finalmente può permettersi un mezzo per spostarsi. All'epoca bastava quella, a sentire la gente di quegli anni non sento mai lamentele, piuttosto imprese di 5-6 persone in una sola 500 e cose così, anche con un certo vanto rispetto le generazioni più fraccomode. Inoltre era rapportata alle tasche e le esigenze di quel tempo, dunque o così o a piedi. Un auto semplice, economica ma nonostante questo stilosa e longeva. non per nulla ne circolano ancora centina di migliaia, si tengono raduni ecc.
Ritratto di zio ben
21 settembre 2017 - 16:10
si tengono anche i raduni degli alpini, dei neonazisti, ma questo non dimostra né giustifica la creazione di un mito... La mia prima macchina fu una 850 coupè quattro fari (beh si sono datato anche io) che se la collego ai ricordi dei vent'anni mi vien da piangere ma che non rimpiango per nessun altro aspetto. Comunque ciascuno ha le proprie opinioni e le proprie passioni. Il mondo è bello perchè vario in fondo!!! saluti
Pagine